Pregiudizi politici di Facebook? Glenn Beck non ne vede alcuna prova

facebook alloggiamento catalizzatore segno anteriore quartier generale uffici home fbIl famoso esperto conservatore Glenn Beck ha scritto dell'incontro di mercoledì con figure di spicco di Facebook, tra cui il CEO Mark Zuckerberg, per discutere le recenti accuse secondo cui il gigante dei social network ha soppresso le notizie conservatrici nella sua funzione Trending Topics.

Più di una dozzina di figure di spicco dei media conservatori hanno trascorso del tempo a discutere la questione al quartier generale di Menlo Park di Facebook nella Silicon Valley, e mentre Beck ha descritto una certa ostilità nella stanza verso la società, lui stesso era soddisfatto che non ci fosse stato alcuno sforzo concertato per sopprimere i conservatori soddisfare.

In un post sul suo sito web, Beck, che ha più di tre milioni di follower su Facebook, ha affermato di non aver trovato "alcuna prova di un'iniziativa dall'alto verso il basso per mettere a tacere le voci conservatrici ... uscendo dall'incontro, ero convinto che Facebook fosse comportarsi in modo appropriato e cercare di fare la cosa giusta. "

Ha detto di essere stato "davvero impressionato" dai modi di Zuckerberg durante l'incontro, descrivendolo come premuroso e diretto. Secondo Beck, Zuckerberg ha ammesso che Trending Topics, lanciato due anni fa, è "tutt'altro che perfetto", anche se ha promesso che l'azienda sta lavorando per apportare miglioramenti.

In una svolta a sorpresa, Beck ha criticato alcuni dei suoi colleghi conservatori durante la riunione per essere stati troppo ardenti nelle loro richieste, tra loro chiede iniziative per la diversità e un "programma di formazione di sei mesi per aiutare la loro forza lavoro parziale e liberale a comprendere e rispettare le opinioni conservatrici e valori."

Ha detto che era come "un'azione affermativa per i conservatori", aggiungendo: "Quando i conservatori hanno iniziato a chiedere quote E formazione sulla diversità E meno persone dai college della Ivy League. Mi sono seduto lì, guardandomi intorno nella stanza al "nostro fianco" chiedendomi, "Chi siamo?"

"Il tenore generale, per me, sembrava il processo alle streghe di Salem: 'Facebook, devi ammettere che ci stai fottendo, perché se no, dimostra che ci stai fottendo'", ha scritto.

Per Beck, anche ricevere un invito da Facebook è stato "sconcertante" e sembra che fino a quando non vede prove concrete che suggeriscano il contrario, sia felice di come la società sta affrontando i suoi affari.

Per quanto riguarda Zuckerberg, ha fortemente confutato le accuse di condotta impropria riguardo alla sezione Trending Topics di Facebook. "Abbiamo linee guida rigorose che non consentono di dare la priorità a un punto di vista rispetto a un altro o di sopprimere le prospettive politiche", ha insistito il CEO la scorsa settimana. Beck, per esempio, sembra convinto.

La controversia è scoppiata la scorsa settimana dopo che Gizmodo ha riferito di accuse mosse da qualcuno che fino a poco tempo fa lavorava su Trending Topics.

Vuoi saperne di più? Dai un'occhiata all'analisi approfondita di DT qui.