Gli Stati Uniti pianificano un'azione contro le app cinesi come WeChat

Oltre a TikTok, gli Stati Uniti stanno anche pianificando di agire "rispetto a una vasta gamma di rischi per la sicurezza nazionale" posti da altre app cinesi come la piattaforma di messaggistica istantanea WeChat nei prossimi giorni, ha dichiarato domenica il Segretario di Stato Mike Pompeo , 2 agosto.

Pompeo, in un'intervista a Fox News, ha accusato gli "innumerevoli altri" servizi cinesi disponibili negli Stati Uniti di "fornire dati direttamente al Partito Comunista Cinese".

“Potrebbe essere il loro modello di riconoscimento facciale. Potrebbero essere informazioni sulla loro residenza, i loro numeri di telefono, i loro amici, a chi sono collegati ", ha aggiunto. “Queste sono le questioni che il presidente [Donald] Trump ha chiarito di cui ci occuperemo. Questi sono veri problemi di sicurezza nazionale. Sono veri problemi di privacy per il popolo americano ".

Senza offrire una tempistica concreta, Pompeo ha affermato che l'amministrazione Trump si sta ora "avvicinando a una soluzione" dopo aver valutato queste aziende con sede in Cina per diversi mesi e che Trump dovrebbe fare l'annuncio a breve.

Non è la prima volta che l'attività di WeChat negli Stati Uniti è minacciata. Il consigliere commerciale della Casa Bianca Peter Navarro ha affermato poche settimane fa che "TikTok e WeChat sono le più grandi forme di censura nella Cina continentale, e quindi si aspettano un'azione forte al riguardo".

Abbiamo contattato la società madre di WeChat, Tencent, per un commento e aggiorneremo la storia quando ci risponderemo.

I commenti di Pompeo arrivano dopo un weekend tumultuoso per la piattaforma video virale in formato breve, TikTok. Sebbene Trump abbia affermato venerdì che gli Stati Uniti stanno vietando l'app, la società madre di TikTok, BydeDance, è stata apparentemente in grado di raggiungere un compromesso più favorevole durante il fine settimana accettando di cedere la sua proprietà. Più tardi domenica, Microsoft ha confermato che sta perseguendo un acquisto di TikTok negli Stati Uniti

"Microsoft si muoverà rapidamente per proseguire le discussioni con la società madre di TikTok, ByteDance, nel giro di poche settimane, e in ogni caso completerà queste discussioni entro e non oltre il 15 settembre 2020", ha scritto il gigante del software di Redmond, Seattle in un post sul blog . "Durante questo processo, Microsoft attende con impazienza di continuare il dialogo con il governo degli Stati Uniti, compreso il presidente."