Gruppo di attacchi mirati contro l'epilessia su Twitter nel tentativo di provocare convulsioni

Un attacco diffuso che ha avuto luogo su Twitter nel novembre 2019 ha tentato di causare crisi epilettiche in persone affette da questa condizione.

La Epilepsy Foundation con sede nel Maryland, che ha più di 33.0000 follower sulla piattaforma di microblogging, ha affermato questa settimana di aver presentato una denuncia penale formale in relazione al preoccupante incidente.

L'attacco è stato relativamente semplice nella sua esecuzione. Un individuo o un gruppo ha utilizzato l'handle Twitter della fondazione, nonché hashtag specifici, per pubblicare video di luci lampeggianti o stroboscopiche che avrebbero potuto innescare un attacco. Nell'apparente tentativo di aumentare l'impatto dell'attacco, l'autore lo ha eseguito durante il mese nazionale di sensibilizzazione sull'epilessia, quando era probabile che l'alimentazione fosse più impegnata del solito.

La fondazione ha affermato che l'esposizione a luci lampeggianti e particolari schemi visivi può innescare convulsioni in circa il 3% delle persone con epilessia. Ha aggiunto che la condizione, nota come "epilessia fotosensibile", è più comune nei bambini e negli adolescenti. Non è ancora chiaro se qualcuno sia stato colpito dalle immagini lampeggianti apparse su Twitter.

"Questi attacchi non sono diversi da una persona che trasporta una luce stroboscopica in una convenzione di persone con epilessia e convulsioni, con l'intenzione di indurre convulsioni e quindi causare danni significativi ai partecipanti", Allison Nichol, direttore del patrocinio legale per la Epilepsy Foundation , ha detto in un comunicato. "Il fatto che questi attacchi siano avvenuti durante il mese nazionale di sensibilizzazione sull'epilessia mette in luce solo la loro natura riprovevole".

Come rilevato dalla Epilepsy Foundation, l'attacco dannoso ha echi di quello che ha preso di mira lo scrittore Kurt Eichenwald nel 2016. In quel caso, John Rayne Rivello, residente nel Maryland, è stato accusato di utilizzare Twitter per inviare un'immagine lampeggiante allo scrittore con l'obiettivo di innescare un attacco. Rivello avrebbe preso in antipatia un articolo che Eichenwald aveva scritto su Donald Trump durante la campagna presidenziale del 2016 ed è stato accusato di aver inviato l'immagine insieme a un messaggio che diceva: "Ti meriti un sequestro per il tuo posto". Secondo i documenti del tribunale visti dal New York Times, l'immagine lampeggiante ha causato a Eichenwald un attacco che è durato circa otto minuti. Lo scrittore ha detto che probabilmente sarebbe morto se sua moglie non fosse entrata nella stanza e non avesse agito per fermare il sequestro.Rivello dovrebbe comparire in tribunale nel gennaio 2020, dove secondo quanto riferito si dichiarerà colpevole di aggressione aggravata.

Anche la Epilepsy Foundation è stata presa di mira nel 2008 quando gli hacker hanno pubblicato centinaia di collegamenti sul suo sito Web a pagine con immagini lampeggianti.

"Questi tipi di attacchi devono essere presi sul serio", ha detto recentemente Nichol al Washington Post. “Deve esserci una risposta molto aggressiva, sia dalla fondazione che dalle forze dell'ordine. Quello che hanno fatto queste persone è incredibilmente pericoloso per le persone con epilessia e semplicemente non sopporta ".

In risposta all'incidente, un portavoce di Twitter ha dichiarato a Digital Trends: “Vogliamo che le persone si sentano al sicuro sul nostro servizio. Forniamo alle persone su Twitter la possibilità di impedire la riproduzione automatica dei contenuti multimediali nelle loro sequenze temporali, nonché di impedire la visualizzazione di GIF quando qualcuno cerca "sequestro" nella ricerca GIF.

"Inoltre, se Twitter determina che gli account sono dedicati a causare danni offline, verranno sospesi definitivamente. Stiamo esplorando opzioni aggiuntive per proteggere le persone su Twitter da questo tipo di abuso ".

Aggiornato il 19 dicembre 2019, per includere la dichiarazione di Twitter.