Riot di Raytheon traccia gli utenti dei social media e prevede la loro prossima mossa

mano di sicurezza informatica

Quanto possono rivelare su di te i tuoi sfortunati tweet e gli aggiornamenti di stato di Facebook? Basta che la società di sicurezza Raytheon e il suo programma RIOT, noto anche come Rapid Information Overlay Technology, faranno rimpiangere gli utenti dei social media di aver mai pubblicato contenuti su un social network.

The Guardian ha messo le mani su un video (che puoi guardare sotto) che descrive un servizio di analisi di prossima generazione sviluppato da Raytheon che ha lo scopo di raschiare e decifrare tutti i dettagli importanti e intricati su tutto ciò che qualcuno ha pubblicato su Facebook, Foursquare e Twitter. RIOT crea profili unici da dati disponibili pubblicamente, inclusi dettagli come i tuoi amici, dove sei stato ea che ora. Se non sei preoccupato per il rilevamento della tua posizione poiché non hai mai utilizzato la funzione GPS per condividere la tua posizione su Foursquare o Facebook, non metterti troppo a tuo agio. Se hai mai condiviso una foto scattata su uno smartphone abilitato al GPS, RIOT è in grado di estrarre i metadati exif dalle foto e capire quando e dove è stata scattata la foto.

Poiché la maggior parte dei contenuti pubblicati sui social network è già disponibile al pubblico, la capacità di RIOT di scansionare queste informazioni potrebbe non sembrare un grosso problema. Dove RIOT fa paura è come l'algoritmo è in grado di dare un senso alla rete di relazioni e associazioni per prevedere le azioni future di un utente. Quindi, se sei una persona abitudinaria o abituale, RIOT saprà esattamente cosa stai facendo prima ancora che tu lo faccia. Forse sei un bevitore abituale di Starbucks ogni mattina intorno alle 7:30 - RIOT sa che sarai lì. Inoltre, RIOT può creare e analizzare un tuo profilo e determinare se sei o meno una minaccia alla sicurezza.

A merito di Raytheon e del suo futuro cliente, rapporti precedenti hanno indicato che i talebani hanno utilizzato i social media per ingannare funzionari importanti e persino reclutare nuovi membri. Un tale sistema potrebbe aiutare a prevedere e prevenire le minacce. 

Non sorprende che il governo degli Stati Uniti sia molto interessato a RIOT, che doveva essere presentato alla conferenza sulla sicurezza del governo degli Stati Uniti nell'aprile 2012.

Riguardo al fatto che il Guardian abbia ottenuto il video, il portavoce di Raytheon afferma che il video non era destinato a vedere la luce del giorno, visto che il software è ancora una "prova di concetto" che deve ancora essere messa a punto prima di essere venduto. Tuttavia, il portavoce ha confermato l'autenticità del video e afferma che RIOT "è un progetto di sistema di analisi dei big data su cui stiamo lavorando con l'industria, i laboratori nazionali e i partner commerciali per contribuire a trasformare enormi quantità di dati in informazioni utilizzabili per aiutare a soddisfare le esigenze della nostra nazione esigenze di sicurezza in rapida evoluzione ".