FTC potrebbe finalmente fare qualcosa sul monopolio dei social media di Facebook

L'amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg parla a un pannello al Paley Center for Media Drew Angerer / Getty Images

L'indagine antitrust della Federal Trade Commission (FTC) su Facebook potrebbe portare a un'ingiunzione preliminare contro la piattaforma di social media e potrebbe accadere già il mese prossimo.

Il Wall Street Journal riporta che un'ingiunzione preliminare della FTC, rivelata giovedì pomeriggio, impedirebbe a Facebook di integrare altre app. Secondo quanto riferito, la FTC sta considerando di intraprendere un'azione contro Facebook a causa di preoccupazioni in materia di antitrust.  

Un'ingiunzione contro le "politiche di interoperabilità" di Facebook influenzerebbe il modo in cui le diverse piattaforme di Facebook interagiscono tra loro, secondo il Journal.  

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha spiegato come la società incorpora l'interoperabilità in un post sul blog di marzo.  

"Le persone dovrebbero essere in grado di utilizzare una qualsiasi delle nostre app per raggiungere i loro amici e dovrebbero essere in grado di comunicare attraverso le reti in modo semplice e sicuro", ha affermato.

Facebook possiede app popolari come Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp e ha in programma di combinare essenzialmente le piattaforme di messaggistica di tutti e tre. L'obiettivo sarebbe fornire la crittografia end-to-end su tutte le sue piattaforme, secondo il CEO Mark Zuckerberg, e la società si è rifiutata di creare una backdoor per le autorità governative.

L'ingiunzione gli impedirebbe di combinare tali servizi e integrarne ulteriormente altri, oltre a proibirgli di applicare regole su come i concorrenti e le società di terze parti possono lavorare con tali servizi. Insieme a Instagram e WhatsApp, Facebook possiede molte altre app e servizi, in particolare Oculus VR, FriendFeed e LiveRail.

Affinché tutto ciò avvenga, la maggioranza dei cinque membri della FTC dovrebbe cercare un'ingiunzione presentando una causa in tribunale federale. Digital Trends ha contattato la FTC per confermare i rapporti e aggiorneremo questa storia una volta che avremo ricevuto risposta.

Ad agosto è stata inizialmente segnalata una potenziale indagine antitrust della FTC contro Facebook. La FTC stava esaminando se Facebook avesse cercato di acquisire i suoi rivali sui social media prima che diventassero una minaccia per la sua attività.  

I procuratori generali di quasi tutti gli stati si sono uniti a New York in un'indagine antitrust separata su Facebook. In totale, 47 procuratori generali stanno ora esaminando se il gigante dei social media "abbia soffocato la concorrenza" in un modo che potrebbe avere avuto un impatto sui dati degli utenti e sui prezzi degli annunci.  

Secondo Bloomberg, un'altra indagine del Dipartimento di giustizia (DOJ) si sta concentrando su una questione separata dall'indagine della FTC. L'indagine del DOJ su Facebook è stata annunciata a settembre.

La FTC, i procuratori generali e il DOJ stanno cercando di determinare se Facebook sta infrangendo le attuali leggi antitrust note come Sherman Act. Lo Sherman Act mette fuori legge "ogni contratto, combinazione o cospirazione per limitare il commercio" e qualsiasi "monopolizzazione, tentativo di monopolizzazione, cospirazione o combinazione per monopolizzare".  

Abbiamo contattato Facebook per commentare le segnalazioni di un'ingiunzione preliminare, ma non abbiamo ancora ricevuto risposta.