Il fotografo vince $ 1,2 milioni per le foto rubate da Twitter

1 2 milioni di azioni legali non dovrebbero rubare le foto su twitter cam

La fotografia Daniel Morel ha ricevuto $ 1,2 milioni dopo aver citato in giudizio le agenzie di fotografia che hanno tentato di far passare le sue foto per proprie dopo averle ritirate da Twitter.

Nel 2010, Morel si trovava nella sua nativa Haiti, a documentare la distruzione del catastrofico terremoto che ha causato gravi danni e ha provocato la morte di centinaia di migliaia di persone.

Le immagini sono inquietanti e grafiche e sono state rubate. Morel ha pubblicato alcune delle foto su Twitter, che sono state poi scattate e utilizzate da Agence France-Presse e Getty Images come proprie, violando il Digital Millennium Copyright Act e il Copyright Act. AFP era responsabile della ricerca delle foto, tramite un altro utente che le aveva ritwittate, e poi le aveva fornite a Getty. L'editore che li aveva trovati ha affermato che pensava che vederli su Twitter significasse che fossero disponibili al pubblico.

Apparentemente i termini di servizio di Twitter sul riutilizzo dei contenuti altrui hanno confuso la questione; tuttavia, l'editore responsabile di tutto questo ha interpretato male: sebbene tu possa ritwittare, aggiungere ai preferiti o persino pubblicare immagini che hai trovato su Twitter all'interno di Twitter, nulla nelle politiche del servizio ti consente di documentare nuovamente questo contenuto al di fuori della piattaforma.

Questo fa parte del motivo per cui i giornalisti utilizzano l'incorporamento di Twitter invece di tweet che catturano lo schermo: l'attribuzione viene inclusa automaticamente e il contenuto proviene ancora tecnicamente direttamente da Twitter, poiché tutte le funzioni interattive vengono preservate per riportarti al post originale stesso. C'è anche un widget di citazione di Twitter, per gli scrittori che hanno bisogno di reperire materiale senza violare i diritti di alcun autore (tweeter?). 

Sebbene queste due società non fossero le uniche a pubblicare le foto di Morel senza una corretta attribuzione, le altre - che includevano il Washington Post, la CBS e la ABC, tra le altre - hanno concordato con Morel in via extragiudiziale per somme non divulgate. E ora AFP e Getty dovranno pagare la multa salata.

In una dichiarazione, l'avvocato di Morel ha spiegato l'entità del caso. "Riteniamo che questa sia la prima volta che questi imputati o altri importanti licenziatari digitali sono stati ritenuti responsabili per la violazione intenzionale dei diritti d'autore di un fotoreporter sulle sue opere".

Ci viene costantemente ricordato che una volta che inviamo qualcosa nell'etere dei social media, Internet lo possiede. Ma si scopre che a volte i tuoi tweet possono essere protetti.