#AntiSelfieMovement sta combattendo il narcisismo online

se fare selfie è una tendenza, dovresti odiarli anche tuIl mese scorso, l'Oxford Dictionary ha formalizzato l'inclusione del termine "selfie" nel suo illustre database di parole inglesi accettabili, e avevano assolutamente ragione a farlo: l'atto di scattare un selfie, che è definito come "una fotografia che si ha preso di sé, tipicamente uno preso con uno smartphone o una webcam e caricato su un sito di social media ”, sta diventando più che una moda passeggera. Per alcuni è uno stile di vita. Anche se questo può essere dimostrato da una rapida ricerca sul tuo sito di social network preferito, che sia Facebook, Twitter o Instagram, uno sguardo più ufficiale sulla tendenza mostra in realtà che dalla fine del 2011 le persone sono diventate sempre di più interessato ai selfie.

grafico di tendenza selfie

Secondo un recente sondaggio, infatti, per i ragazzi dai 18 ai 24 anni, il 30 per cento di tutta la fotografia è composta da selfie scattati con il cellulare.

L'origine del selfie è un po 'poco chiara, ma come va con tutto ciò che diventa popolare sul Web, questa mania per l'autoritratto ha raccolto una sfilza di haters. Secondo uno studio recente, la maggior parte dei tuoi amici è stanca di vedere la tua tazza abbellita e accuratamente filtrata pubblicata online.

Allora in che modo i detrattori stanno attaccando il selfie-egoismo? Come questo.

O questo.

O più precisamente, questo.

#antiselfie

Un post condiviso da Boofhead1980 (@ boofhead1980) il 17 agosto 2013 alle 22:07 PDT

Queste sono solo alcune delle foto taggate #antiselfie su Instagram, foto che deridono il trabocco di selfie "reali" facendo intenzionalmente brutte espressioni facciali, nascondendo i loro volti o semplicemente chiamando gli amici ossessionati dai selfie. Alcuni che si rifiutano di partecipare con un autoritratto, anche brutto, stanno adottando l'hashtag #uglyselfie e realizzando i loro casi su Twitter:

Possiamo avere una giornata antiselfie ?! Sto per smettere di seguire le persone su Instagram foreal tho ????

- Isa (@issacherry_) 19 giugno 2013

E tutto questo sfiora la superficie dei segni dell'attivismo anti-selfie in fermento.

Nel suo programma radiofonico The Current, la personalità della CBC Anna Maria Tremonti ha recentemente discusso dell'ossessione che circonda il selfie con tre oratori ospiti. Mentre la scrittrice con sede a New York Sarah Nicole Pricket era tutta per prendere selfie e considerarli una forma d'arte e un modo adeguato di auto-promozione per una carriera migliore, gli autori Andrew Keen e Hal Niedzciecki percepiscono entrambi la moda come una forma di narcisismo, uno che è intensificato dall'amore delle persone per la cultura popolare.

Oltre a far crollare le relazioni, è stato anche scoperto che scattare selfie causa problemi di fiducia negli adolescenti, il che non è poi così sorprendente: il potere del pulsante Mi piace è così forte che in realtà ha causato dipendenze da Internet molto gravi. "Penso che le persone impazziscano per i selfie per diversi motivi, ma penso che il più grande sia che è facile diventare dipendenti dal feedback dei social media", afferma la blogger Chinie H. Diaz, che ha una serie di fumetti basata sulla Anti-Selfie League . “In realtà crea dipendenza, dal momento che riceviamo una piccola scossa di dopamina ogni volta che a qualcuno piace o commenta qualcosa che pubblichiamo. Più feedback riceviamo, più ne vogliamo e più pubblichiamo, e così inizia il ciclo infinito ".

Diaz crede che non ci sia niente di sbagliato nei selfie di per sé, siamo noi il problema. “Non esiste qualcosa come un selfie accettabile o inaccettabile. Il tuo muro, le tue regole, giusto? Posta via. Tuttavia penso che quando il feed dei social media di qualcuno non è costituito da nient'altro che  selfie, c'è qualcosa di più che un po 'strano in questo. Perché davvero, ci deve essere qualcosa di più nella tua vita di questo. "

Diaz e i suoi amici hanno iniziato a usare #antiselfieleague su Twitter e Instagram dopo una divertente notte di scherzi ai diversi tipi di selfie che avrebbero visto online. "La 'lega' doveva essere composta da persone che non avevano mai pubblicato un selfie online, ma ho infranto quella regola circa un mese dopo perché ho dovuto usare un selfie per uno dei miei post sul blog", condivide Diaz. Ha disegnato diverse illustrazioni di selfie di cui hanno discusso e ha creato nomi intelligenti per loro, tutti sul suo account Instagram.

Fortunatamente l'offesa contro i selfie non è trollarli o condirli con commenti negativi, ma prenderli in giro gentilmente. Twitter, Instagram e Facebook sono disseminati di hashtag #antiselfiemovement, #antiselfie e #antieselfieleague, pieni di autoritratti "brutti", a volte senza filtri, alcune riappropriazioni sarcastiche di pose selfie cliché. Ci sono molti modi per sottolineare il tuo dissenso.

facce brutte di ragazze caldeAnche se il movimento sta assolutamente prendendo in giro chi fa selfie, sta anche prendendo in giro se stesso - tutto hgufemana un'atmosfera da "non prenderti così sul serio". Reddit potrebbe essere servito da ispirazione per questo tipo di odio per i selfie, con il suo forum che incoraggia le belle ragazze a fare facce brutte; ed è uno dei subreddit più popolari con oltre 20.000 lettori.

Quindi vedremo presto i selfie morire per mano di questi attivisti? Improbabile. Se c'è qualcosa che i social media ci hanno fatto, ci ha reso terribilmente egoisti. Ma forse il movimento anti-selfie ci aiuterà a riportarci un po 'alla realtà, di ritorno dall'orlo dei filtri del tostapane e delle app per abbellire la pelle. Un po 'di realtà gettata in faccia non può farci male, giusto? Un po 'di auto (cioè) deprecazione non ha mai fatto male a nessuno.