Twitter elimina il video documentato di Trump per questioni di copyright

Twitter ha rimosso un video falsificato della CNN twittato dal presidente Donald Trump per violazione del copyright. Inizialmente lo aveva segnalato solo come "media manipolato".

La mossa arriva dopo che Jukin Media, una società di contenuti che possiede la licenza di distribuzione per il filmato che l'amministrazione Trump aveva utilizzato illegalmente, ha presentato un avviso di rimozione del copyright DMCA (Digital Millennium Copyright Act) per conto del creatore del video. Twitter ha confermato con Digital Trends che il tweet del presidente "è stato applicato a causa di un avviso DMCA da parte di un titolare dei diritti".

Mentre il tweet di Trump, che al momento della scrittura è stato visto da oltre 20 milioni di persone e apprezzato da più di 450.000 utenti, continua a rimanere aggiornato sul social network, il video allegato è stato disabilitato con un errore sovrapposto che recita: "Questo media è stato disattivato in risposta a una segnalazione del titolare del copyright. "

La clip condivisa dal presidente era stata falsificata per accusare la CNN di diffondere disinformazione razziale e provocatoria ed era ricoperta da un falso chyron della CNN che recitava: "Il bambino terrorizzato fugge da un bambino razzista". Il video si concludeva con il messaggio: “Il problema non è l'America. Le notizie false lo sono. Solo tu puoi prevenire gli incendi nei cassonetti di notizie false. "

Jukin Media, in una dichiarazione a Digital Trends, ha affermato che né il proprietario del video né l'azienda ha dato al presidente il permesso di pubblicare il video.

"Dopo la nostra revisione, riteniamo che il suo utilizzo non autorizzato del contenuto sia un chiaro esempio di violazione del copyright senza un uso corretto o altra difesa valida. Abbiamo inviato una notifica di rimozione DMCA per conto del creatore del video e in conformità con le norme di Twitter. Separatamente, in nessun modo sosteniamo o perdoniamo il video manipolato o il messaggio che trasmette ", ha aggiunto il portavoce.

La denuncia è stata esaminata dal Lumen Database dell'Università di Harvard, un gruppo di ricerca di terze parti su cui Twitter fa affidamento per rispondere alle lettere di cessazione e di cessazione.

Tim Murtaugh, direttore delle comunicazioni per la campagna Trump, in una dichiarazione inviata a Digital Trends , ha dichiarato: “La guerra oltraggiosa al presidente Trump condotta dalla mafia della Silicon Valley continua. L'intero punto del video era dimostrare come il video possa essere facilmente manipolato dai media e da altri, quindi l'etichettatura del video come "manipolato" conferma comicamente l'intera premessa. Lo scherzo è su Twitter. "

Questa è la seconda volta che Twitter ha ritirato un video twittato dal presidente Trump per violazione del copyright. All'inizio di questo mese, la società ha rimosso i video pubblicati da due profili della campagna di rielezione dell'amministrazione Trump, Team Trump e Trump War Room, per violazione dei diritti d'autore. Andrew Clark, un portavoce della campagna Trump, all'epoca disse che questo era "un altro promemoria del fatto che Twitter sta inventando le regole mentre vanno avanti".