WTF, Internet? Alcuni posti sono vietati ai selfie

Selfie Internet WTF

È incredibilmente facile odiare sul selfie. È una dimostrazione di adorazione di sé ridicola, narcisistica e alla ricerca di attenzione e l'America lo adora completamente. Un numero incredibilmente alto di foto che scattiamo e condividiamo tramite dispositivi mobili è - sorpresa - delle nostre facce stupide.

Ora c'è da aspettarsi l'occasionale indulgenza per i selfie: hai un nuovo taglio di capelli o nuovi occhiali o la tua abilità artistica di Snapchat non poteva passare inosservata. Ma ci stiamo rapidamente spostando in un territorio in cui tutto è degno di un selfie: il "Sono al posto di guida!" autoscatto. Il "Sto mangiando qualcosa!" autoscatto. Il "è un martedì e sono alla mia scrivania!" autoscatto.

C'è un dannato tempo e un dannato posto, gente. Non è ogni momento di veglia, o anche ogni momento di veglia abbastanza interessante.

E di certo non è ai memoriali.

Un intero genere di "Sono al memoriale di un evento sconvolgente accaduto nella storia del mondo!" è stato portato alla luce questa settimana e qui spero che noi umani saremo abbastanza vergognosi da queste immagini per fermarlo già.

Una faccia da papera al Memoriale del Vietnam e il vomito a Pearl Harbor non sono per niente a posto. È come se ogni senso di rispetto fosse andato fuori dalla finestra quando ci hanno consegnato i telefoni con le fotocamere frontali.

"Aspetta ... a cosa serve questa fotocamera?"

"Questo è così puoi scattare foto di te stesso."

"Aspetta ... e cos'è questa app?"

"Si chiama Instagram. Rende le immagini belle e le persone le commentano. "

E poi improvvisamente, proprio così, siamo diventati piccoli mostri ignari che hanno bisogno di documentare i nostri volti di fronte a ogni dannata cosa - apparentemente incluso il Memoriale dell'Olocausto e Chernobyl. O il funerale di tua nonna. Con tua nonna - nella sua bara - sul retro della foto.

Whyyyyyyyyyyyyyyyyy?

Non per avere tutto il TEMPO su di voi ragazzi, ma il livello di depravazione qui è piuttosto astronomico. E non è solo il fatto che (apparentemente) stiamo scattando questi selfie in luoghi selvaggiamente inappropriati - questo accadrà naturalmente quando la percentuale di foto che stiamo scattando riguarda i nostri volti è così alta. È che non stiamo nemmeno registrando il significato di questi luoghi o eventi - è solo lo sfondo dell'evento principale! Quei monumenti e memoriali e (seriamente, sussulti) scrigni si trovano lì. Anne Frank chi? Questa era casa sua? Non dici: scusa se ero impegnato a cercare di ottenere una foto qui, il mio gioco di faccia è davvero attivo oggi.

Non penso nemmeno che ci troviamo in questi luoghi storici incredibilmente importanti che ci motiva a fare un selfie. No, è solo il tuo autoritratto quotidiano e banale. Sarebbe successo ovunque tu fossi, che fosse Starbucks o Jefferson Memorial. Importa davvero?

Dai un'occhiata veloce al tuo profilo Instagram. Quando dai un'occhiata o dai un'occhiata a quelle tessere mutevoli nella foto di copertina, ti vedi solo fissarti? Assomiglia a qualcosa di simile?

selfie sfocati finaliQuesto fa sembrare che tu non vada mai da nessuna parte per cui valga la pena scattare una foto, che non conosci nessuno con cui vorresti una foto o con cui ti piacerebbe. Quello che stai essenzialmente dicendo è "sì, sì, la mia tazza è più importante del Vietnam Memorial o del matrimonio di mia sorella".

Perché, te lo prometto, c'è stata una riunione. Ne abbiamo parlato e tu ... devi solo fermarti.