Lo studio suggerisce che gli emoji ti fanno apparire più amichevole, anche al lavoro

Gli emoji hanno fatto molta strada dall'usare i due punti e chiudere le parentesi per condividere un sorriso: un recente sondaggio suggerisce che gli emoji possono aiutare a trasmettere la sensazione di essere amichevoli e disponibili utilizzando un'interfaccia digitale, anche in un ambiente professionale. In occasione della Giornata mondiale delle emoji, il 17 luglio, Adobe ha condiviso i risultati dell'Emoji Trend Report, un sondaggio di 1.000 utenti di emoji negli Stati Uniti progettato per evidenziare i personaggi digitali ormai universali.

Nello studio, l'81% ha convenuto che gli utenti di emoji sembrano più amichevoli e più accessibili. Anche se condividere cuori e faccine gialle potrebbe non sembrare professionale come un testo tradizionale, il sondaggio suggerisce che nemmeno gli emoji dovrebbero essere lasciati fuori dal posto di lavoro. Quasi l'80% ha affermato che l'utilizzo di un'emoji ha aumentato la simpatia, mentre il 63% ha affermato che gli emoji hanno anche un impatto positivo sulla credibilità sul lavoro.

In linea con l'utilizzo degli emoji per apparire più amichevoli, il sondaggio ha evidenziato le lacrime di gioia emoji come il preferito dominante, seguito dal cuore rosso e dal viso che lancia un bacio tra gli intervistati. La maggior parte ha affermato di utilizzare emoji per alleggerire l'atmosfera - intorno al 93% - seguita da vicino da "mostrare supporto" al 91%.

Mentre il rapporto evidenzia la positività incentrata sugli emoji, la maggior parte degli intervistati - il 65% - preferiva usare gli emoji per esprimere emozioni piuttosto che fare una telefonata. Quei numeri erano ancora più alti tra i membri della generazione Z all'83%.

Gli utenti di emoji hanno convenuto che gli emoji potrebbero aiutare a comunicare attraverso le barriere linguistiche e condividere istantaneamente i pensieri, ma potrebbero essere migliori. Circa il 78% ha affermato che gli emoji dovrebbero lottare per una maggiore inclusività, un tema importante tra i nuovi emoji diretti a iOS e Android con simboli per disabilità tra cui apparecchi acustici, cani per la vista e protesi.  

Mentre molti emoji consentono di personalizzare opzioni come il colore della pelle, nel sondaggio, il 73% ha affermato di volere più opzioni di personalizzazione relative all'aspetto e all'identità personale. Gli emoji più recenti includono anche una manciata di personaggi neutri rispetto al genere.  

Il sondaggio ha anche esaminato il modo in cui gli emoji influiscono sulle aziende: secondo il sondaggio, il 44% ha maggiori probabilità di acquistare un prodotto se è pubblicizzato con un'emoji, mentre più della metà ha maggiori probabilità di aprire quell'email di massa se c'è un'emoji nel linea tematica.

Il rapporto completo sulle tendenze Emoji 2019 è disponibile online da Adobe.