Trump punta su altre aziende cinesi oltre a TikTok

Il presidente Donald Trump sta apparentemente mettendo gli occhi su più aziende cinesi, forse incluso il conglomerato tecnologico Alibaba, dopo le azioni della sua amministrazione contro TikTok e Huawei di ByteDance.

In una conferenza stampa, a Trump è stato chiesto se sta prendendo in considerazione divieti contro altre società cinesi, tra cui Alibaba. "Beh, stiamo guardando ad altre cose, sì", ha risposto il presidente, ha riferito Reuters.

La Casa Bianca non ha fornito ulteriori spiegazioni al commento del presidente, secondo il Financial Times, ma arriva mentre il rapporto di Trump con la Cina continua a inasprirsi sulla colpa della diffusione della pandemia COVID-19 e sulle presunte minacce alla sicurezza nazionale presentate da il Partito Comunista Cinese.

Digital Trends ha contattato Alibaba per commenti sulla questione, incluso se la società ha ricevuto comunicazioni dal governo degli Stati Uniti in merito a possibili azioni. Aggiorneremo questo articolo non appena ci risponderemo.

Trump contro le aziende cinesi

L'amministrazione Trump ha in precedenza seguito ByteDance, la società madre cinese dell'app di condivisione video TikTok e il produttore di smartphone Huawei. Venerdì Trump ha emesso un ordine esecutivo che concede a ByteDance 90 giorni per vendere le risorse statunitensi di TikTok e richiede anche la distruzione di tutti i dati utente acquisiti dall'app e dal suo predecessore Musical.ly. Nel frattempo, la licenza temporanea che consentiva ad alcune società statunitensi di fare affari con Huawei è scaduta, influenzando probabilmente il supporto che Google fornisce agli smartphone Android di Huawei.

Resta da vedere se l'attuale amministrazione prenderà effettivamente di mira altre società cinesi nel periodo precedente alle elezioni nazionali, poiché Trump cerca di rimanere in carica contro l'ex vicepresidente Joe Biden.