Presto Periscope ti consentirà di salvare e cercare trasmissioni

Twitter periscopio collegamento live streamingL'ascesa di Periscope al vertice del mucchio di servizi di video in streaming live ha avuto più a che fare con la sua facilità d'uso che con la profondità delle funzionalità: il servizio non aveva un modo per disattivare gli avvisi invadenti al lancio, ad esempio, e per diversi mesi è stato senza un client Android. Ma stimolata dalla concorrenza, l'app di trasmissione di proprietà di Twitter sta finalmente intensificando il suo gioco di funzionalità. Lunedì ha annunciato la ricerca, l'archiviazione dei video e l'integrazione con i droni DJI.

L'attenzione ai dettagli all'interno della ricerca, forse la più visibile delle funzionalità in arrivo di Periscope, è evidente. Puoi ordinare le emittenti e le trasmissioni in un numero praticamente infinito di modi: in base all'hashtag di tua scelta, utilizzando tag specifici come "emittenti per la prima volta" e "riprese aeree" o in base alle categorie suggerite da Twitter (ad es. Musica, cibo, arte e viaggi). L'utilità della ricerca si basa sulla partecipazione dell'emittente, ovviamente - solo i live streaming con hashtag nei loro titoli sono ricercabili - ma è un primo tentativo incoraggiante per dare un senso alla manichetta antincendio di Periscope di contenuti in tempo reale. E, cosa più importante, è quella che il co-fondatore Kayvon Beykpour ha detto a The Verge che si impegna a migliorare. "Stiamo ancora grattando la superficie, ma questo è il nostro punto di partenza", ha detto.

Oltre alla ricerca, Periscope sta cambiando il modo in cui gestisce i live streaming. Invece di eliminare i filmati dopo le prime 24 ore di disponibilità, come era il comportamento precedente, le emittenti ora hanno la possibilità di conservarli a tempo indeterminato. L'avvio di un flusso video con l'hashtag #save nella descrizione attiva una registrazione: dopo la trasmissione, rimarrà disponibile sui profili degli utenti di Periscope e all'interno dei tweet a cui era collegato. Puoi ancora scegliere di eliminare le sessioni in streaming live o impostarle in modo che scompaiano per impostazione predefinita, ovviamente, ma soprattutto, l'opzione di archiviazione avanzata porta Periscope alla pari con le offerte concorrenti di Facebook e altri.

L'impulso per allontanarsi da una finestra di 24 ore, ha detto Beykpour, è stata l'evoluzione delle percezioni - e una crescente accettazione - delle trasmissioni spontanee e improvvise. "All'epoca in cui abbiamo avviato Periscope, la gente non aveva davvero apprezzato il video dal vivo", ha detto a The Verge. "Sembrava un'attività incredibilmente stressante: perché mi sarei messo sul palco con le persone?" Ma da allora, ritiene Beykpour, gli utenti hanno "superato quel mondo". Ha detto: "Siamo francamente scioccati dal fatto che il mondo si sia evoluto così rapidamente, ma è fantastico".

L'economia è stata un'altra probabile motivazione. Logisticamente, i video effimeri rappresentano una barriera alla monetizzazione e, sebbene Periscope finora si sia astenuto dal mettere qualsiasi forma di pubblicità davanti alla sua legione di bulbi oculari, Twitter vede un'opportunità di monitoraggio nella maturazione del servizio. Recentemente ha assunto Evan Hansen, ex redattore di Medium and Wired, come redattore capo, un ruolo che Periscope ha detto implicherà la coltivazione di partnership con le organizzazioni dei media e la costruzione di nuovi prodotti narrativi.

L'ultima grande aggiunta del servizio, il supporto per i famosi quadricotteri telecomandati di DJI, giocherà senza dubbio un ruolo nell'attirare l'attenzione di dette organizzazioni. I modelli Phantom Inspire, Phantom 4, Phantom 3 Professional o Advanced dell'azienda cinese possono ora riprodurre in streaming i filmati direttamente sul servizio (l'app per smartphone Periscope sul telefono funge da telecomando, consentendo di eseguire panoramiche, inclinazioni e zoom dal livello del suolo). La nuova funzionalità, in tandem con l'integrazione GoPro di Periscope, promette un livello di libertà incalcolabile per emittenti ben attrezzate: puoi passare senza problemi da una videocamera GoPro a una Phantom durante i live streaming.

Se l'annuncio di Periscope sembra tempestivo in modo evidente dopo l'espansione di Facebook dello streaming video in diretta, è perché lo è. In effetti, le nuove funzionalità - ricerca, archiviazione video a lungo termine e integrazione DJI Phantom - si leggono come una lunga lista di risposte al rilancio del servizio Live di Facebook. Live offre una robusta funzione di ricerca che evidenzia le sessioni di streaming di amici e di tutto il mondo. Live ti consente di salvare le trasmissioni trascorse. L'API di Live è aperta a sviluppatori e produttori di fotocamere di terze parti.

È importante sottolineare, tuttavia, che Periscope ha favorito la crescita organica nel senso che, a differenza di Facebook, non paga le emittenti per i contenuti. È riuscito a raggiungere 200 milioni di trasmissioni nel primo trimestre di quest'anno in questo modo, ma il tempo ci dirà se l'approccio può resistere agli investimenti dei suoi concorrenti.