I bambini possono ora avviare una richiesta di amicizia su Messenger Kids

La controversa app Messenger Kids di Facebook ora consente ai giovani di avviare le proprie richieste di amicizia utilizzando un processo che richiede ancora l'approvazione di un genitore. L'app di messaggistica sotto i 13 anni ha recentemente aggiunto un'opzione che consente agli utenti di chiedere ai propri genitori di aggiungere un nuovo amico alla piattaforma utilizzando una passphrase. L'ultimo aggiornamento di Messenger Kids ha iniziato a essere rilasciato lunedì 13 agosto.

La funzione genera una passphrase univoca per ogni bambino. Il potenziale amico deve inserire quel codice per avviare una richiesta di amicizia. I genitori di entrambi i bambini devono approvare la richiesta prima che i due utenti siano collegati alla piattaforma.

Generando un passcode, Facebook probabilmente mira a prevenire richieste di amicizia indesiderate pur semplificando il processo di aggiunta di amici sulla piattaforma. Poiché entrambi i genitori devono approvare la richiesta, l'aggiornamento non altera le regole che Messenger Kids aveva già in vigore.

Quello che fa l'aggiornamento è semplificare le richieste di amicizia, in particolare nei casi in cui i genitori non sono anche amici. Prima dell'aggiornamento, i genitori dovevano invitare altri genitori in modo che i bambini potessero connettersi all'app per bambini. (Messenger Kids originariamente richiedeva anche che i genitori di entrambi i bambini fossero amici prima di connettersi sulla piattaforma, una regola che è cambiata all'inizio di quest'anno.) Messenger Kids richiede ancora ai genitori di avere un account Facebook, ma l'aggiornamento può aiutare a semplificare le richieste di amicizia.

La richiesta di amicizia con il passcode è una funzione opzionale che è disattivata per impostazione predefinita, il che significa che se i genitori non entrano e modificano le impostazioni di Messenger Kids, nulla è cambiato. Attivare la funzione potrebbe portare a meno fastidi per aggiungere un amico e un processo più breve.

L'aggiornamento segue le modifiche all'inizio di quest'anno che consentono ai genitori di impostare una modalità di sospensione, che blocca i bambini in determinati momenti della giornata o consente ai genitori di limitare il tempo che i bambini trascorrono utilizzando l'app.

Messenger Kids è progettato per consentire ai bambini di interagire sotto la supervisione dei genitori raggiungendo gli utenti di età inferiore all'età minima di 13 anni per l'iscrizione di Facebook. I critici dell'app citano il crescente tempo che i bambini trascorrono sui dispositivi mobili, nonché caratteristiche come il modo in cui l'app indica di amici approvati che sono online e che non lo sono.