La ricerca sicura di Twitter ora nasconde automaticamente i contenuti "sensibili" su Android

risposte alla ricerca di sicurezza su twitterDopo essere arrivato sul desktop all'inizio di questo mese, la ricerca sicura è ora disponibile su Twitter per Android. La funzione, che nasconde i contenuti ritenuti "sensibili" dai risultati di ricerca, fa parte degli sforzi dell'azienda per reprimere gli abusi sulla sua piattaforma.

L'opzione "ricerca sicura" viene abilitata automaticamente sia sul Web che su Android. Tuttavia, gli utenti non hanno la possibilità di disabilitare la funzione.

Per accedere alla ricerca sicura sul desktop, accedi alla ricerca e fai clic sul pulsante di overflow. Verrà visualizzato un menu a discesa con "impostazioni di ricerca" in cima all'elenco: fai clic su di esso e ti verrà data l'opzione di disattivare la funzione o lasciarla invariata per mantenerla attiva. Gli utenti desktop devono anche fare clic su "salva modifiche". La ricerca sicura sarà presto disponibile anche su Twitter per iOS.

L'aggiornamento riporta alla mente il filtro SafeSearch di Google, esso stesso progettato per consentire alle persone di bloccare la visualizzazione di immagini violente o per adulti nei risultati di ricerca.

Gli utenti possono disabilitare la funzione di ricerca sicura

Twitter sta anche collassando risposte potenzialmente offensive e di "bassa qualità" dalle conversazioni sul desktop. Di conseguenza, quando fai clic per espandere un tweet con un lungo elenco di risposte, non vengono più mostrati contenuti sensibili in correlazione con altre risposte, soprattutto se ritenuto irrilevante per il thread. Gli utenti possono comunque accedere a questi tweet scorrendo una conversazione e selezionando "mostra risposte meno rilevanti" in fondo all'elenco.

Un portavoce di Twitter ha dichiarato a Digital Trends che la società sta utilizzando algoritmi di apprendimento automatico per identificare, analizzare e segnalare i tweet offensivi. Fino ad ora, Twitter si è concentrato principalmente sul miglioramento e il potenziamento delle sue funzioni di reporting per gli utenti. Il suo nuovo approccio suona simile ai modelli utilizzati da Facebook per quanto riguarda il suo feed di notizie. Tuttavia, il grande social network blu ha subito la sua giusta dose di contrattempi quando si tratta di rimuovere materiale che viola le sue linee guida.

A differenza di Facebook, Twitter insiste sul fatto che non sta eliminando del tutto i cosiddetti contenuti sensibili dal suo sito. Invece, i suoi sforzi ruotano attorno a "collassare" (fondamentalmente nascondere) oggetti offensivi. Facendo riferimento al nuovo processo per quanto riguarda la ricerca, Ho ha detto quanto segue nel suo post sul blog: "Anche se questo tipo di contenuto sarà rilevabile se vuoi trovarlo, non ingombrerà più i risultati della ricerca".

Inoltre, la società sta reprimendo i recidivi. Twitter afferma di non tollerare più la creazione di nuovi account da parte degli utenti sospesi in modo permanente. La sua nuova politica si rivolge agli utenti che impostano più profili esclusivamente per abusare e molestare gli altri. Anche Twitter ha recentemente iniziato a porre un timeout di 12 ore sugli account che si comportano in modo offensivo nei confronti dei non follower.

La società ha intensificato il suo approccio alle molestie a novembre, poco dopo che un rapporto BuzzFeed ha affermato che la sua risposta ritardata al problema stava causando il caos interno.

A dicembre, ha colmato un'enorme lacuna nel suo dipartimento di gestione dei prodotti assumendo un nuovo vicepresidente del prodotto - una posizione esecutiva che era stata lasciata vacante per quasi un anno - sotto forma di ex-alum di Google Keith Coleman. Sia Ho che Coleman hanno twittato sui nuovi cambiamenti nelle ultime due settimane.

Aggiornato il 23/02/2017 da Saqib Shah: Aggiunte informazioni sulla disponibilità della ricerca sicura su Android.