Come i social media hanno cambiato il significato di essere una celebrità

paparazzi per smartphoneAnche negli anni '90, il confine tra fama e oscurità era facile da trovare - questo era prima dell'avvento di Paris Hilton e Kim Kardashian, quando eri generalmente famoso per essere un attore o una star dello sport, un politico o un esperto. C'erano molti percorsi per raggiungere la fama, ma tutti implicavano il networking, il passaggio di agenti e "ottenere una grande occasione". Hai avuto la tua occasione, sei diventato un personaggio pubblico, poi hai guadagnato fama.

Ma le regole sono cambiate e i social media e l'ascesa della cultura degli smartphone hanno sostanzialmente modificato il modo in cui vengono trattate le celebrità e il modo in cui le persone ottengono la vasta piattaforma della fama. Le vecchie regole non funzionano. I guasti di Starlets non sono nascosti dai pubblicisti; sono ossessivamente documentati da gawkers e dalle star stesse su Internet. Negli anni '90, il presidente Clinton fu coinvolto in uno scandalo sessuale a causa di audiocassette e prove del DNA. Nel 2011, l'ignominioso imbarazzo "Weinergate" del membro del Congresso Anthony Weiner si è manifestato su Twitter.

Una nuova modalità caotica di celebrità

 Ma le vite delle celebrità non cadono a pezzi solo su Internet: siti come Facebook, Twitter e Instagram possono anche catapultare le persone a livelli di fama che altrimenti non avrebbero mai raggiunto.

Ad esempio, Justin Bieber è spesso definito la prima superstar di YouTube, e in modo accurato: il sogno dell'adolescente ha iniziato pubblicando video, non attraverso la macchina dell'idolo degli adolescenti (anche se lo ha fatto in seguito, con l'aiuto di Usher). E i devoti Belieber di Bieber sono ancora più ardenti per la loro star dell'R & B acconciata e sfoggiata perché è un utente Twitter così attivo. Hanno un accesso diretto alla sua attenzione, anche se probabilmente perde la stragrande maggioranza dei tweet che riceve solo a causa dell'enorme volume.

Bieber è balzato al più alto livello di fama immaginabile e non è solo. Molte persone hanno utilizzato i social media per ritagliarsi nicchie solo sulla base dei propri tweet o foto; per esempio, Megan Amram è ora una famosa scrittrice televisiva per Parks and Recreation , ma ha iniziato a scrivere sceneggiature tramite Twitter. Dopo essersi laureata ad Harvard nel 2010, ha creato un account Twitter abbastanza divertente da ottenere oltre 90.000 follower, il che ha portato a lavori di scrittura retribuiti. Ora ha quasi 350.000 follower.

Amram non è l'unica persona a lanciarsi nell'industria dell'intrattenimento tramite Twitter. Kelly Oxford era una casalinga a Calgary, Alberta, che ha aperto un account Twitter nel 2009. Il suo account conciso ha attirato l'attenzione di persone come Roger Ebert e Jimmy Fallon, e ora ha venduto diversi piloti e recentemente ha scritto un libro (e si è trasferita a LA ). Senza Internet, e in particolare Twitter, probabilmente sarebbe ancora in Canada.

Web MD è come un libro Scegli la tua avventura in cui la fine è sempre il cancro.

- kelly oxford (@kellyoxford) 24 gennaio 2013

 Bieber - e, in misura minore, Amram e Oxford - sono passati da Internet ai grandi campionati grazie a siti come Twitter. Non tutti quelli che diventano "famosi su Twitter" fanno questa transizione, ma godono comunque di una piattaforma molto più ampia di quella che altrimenti avrebbero nel loro angolo di Internet.

Anche le persone a cui piacciono i social media più grandi della media nelle loro nicchie godono di un livello elevato di celebrità locale. Ad esempio, Buzzom ha profilato un uomo in Bangladore chiamato V Shakthi che non è un artista, uno scrittore o un esperto: gli piacciono molto gli affari e la tecnologia, e ha guadagnato oltre 60.000 follower su Twitter semplicemente grazie ai suoi tweet intelligenti. La popolarità di Shakthi esemplifica come le persone possono accumulare un seguito semplicemente pubblicando cose interessanti - e significa che ora ha un pubblico potenziale molto più ampio da raggiungere se vuole dire qualcosa.

Insta-paparazzi

E le persone comuni che non diventano famose sui social media stanno ancora lasciando il segno nella cultura delle celebrità usando Internet per diffondere storie e foto su personaggi famosi. I fotografi dilettanti e gli appassionati di gossip con gli smartphone stanno interferendo sul mercato tradizionale del paparazzo vendendo le loro foto scattate con l'iPhone e svalutando il costo delle immagini condividendole liberamente su Internet. E mentre le celebrità sono più invase che mai, hanno anche Twitter e altri forum per esprimere la loro rabbia pubblicamente e direttamente.

I paparazzi hanno aumentato notevolmente il loro gioco di stalking negli ultimi dieci anni, passando da Pink Panther allo status di squadra SWAT - Digital Trends ha recentemente intervistato un paparazzo che penzolava da un elicottero per catturare il matrimonio di Brooke Shield, e le cose sono solo peggiorate, con un fotografo che muore inseguimento di Justin Bieber.

Oltre a diventare più aggressivi e tenaci, i paparazzi sia professionisti che dilettanti beneficiano immensamente dei social media e dell'ascesa dello smartphone. Prima dovevi comprare una macchina fotografica costosa per ottenere gli scatti, ma ora hai solo bisogno di un iPhone e di un talento per avvistare le celebrità.

Siti come Twitter e Instagram servono come strumenti di auto-pubblicazione e quasi tutti in Nord America hanno fotocamere telefoniche con zoom potenti e risoluzioni pixel impressionanti, in grado di scattare foto abbastanza buone da apparire sulle copertine delle riviste (o almeno su Internet). 

Ciò significa che le celebrità possono essere fotografate ovunque e in qualsiasi momento. Allontanarsi dalla luce sorprendente dell'enorme flash di una fotocamera a treppiede è molto diverso dall'evitare che qualcuno scatti di nascosto una tua foto su un tapis roulant in palestra. 

Solo su Instagram, ci sono 1.159 foto taggate con #celebsighting, e la maggior parte di esse cattura celebrità ignare che fanno cose normali - Diane Kruger che cammina goffamente in un parcheggio, Michelle Pfeiffer con suo figlio al MoMa, Tom Hanks che passeggia per la strada, Katie Holmes che cerca di portare tranquillamente Suri in un caffè. Schermata 05/04/2013 alle 16:42.43La maggior parte delle foto è banale, ma è comunque il tipo di cosa che pagavi per vedere su US Weekly e altre riviste di lifestyle di celebrità. Quelle riviste esistono ancora, ma Internet consente a chiunque e a tutti di pubblicare notizie di gossip, quindi invece di avere una manciata di posti per vedere foto come questa, ne abbiamo centinaia. E chiunque abbia un account Twitter può aggiungere al mix di foto.

Una recente rara istantanea di Beyoncé con sua figlia Blue Ivy è apparsa sui tabloid il mese scorso, ma è nata su Instagram e Twitter, scattata da un passante che si trovava nel posto giusto al momento giusto.

Il New York Times ha esaminato come la proliferazione di scatti amatoriali sui social media stia svalutando il mercato - poiché le persone di solito vedono queste foto rare su Facebook, Instagram e altri siti, hanno prezzi meno impressionanti.

Le celebrità reagiscono

In casi come l'ultimo coinvolgimento di Evan Rachel Wood con i paparazzi, la linea di ciò che è troppo personale per i social media viene oltrepassata: Tabloid Daily Mail è riuscita a controllare la sua ecografia mentre era in ospedale. Non hanno usato Instagram: qualcuno ha semplicemente scattato una foto dell'ecografia (anche se probabilmente era su un telefono, poiché sono molto meno evidenti di una fotocamera).

Ovviamente, i social media non sono una strada a senso unico. Né è una strada a doppio senso. È un miscuglio molto caotico di un miliardo di strade diverse che si intersecano in posti strani.

Così Evan Rachel Wood è andato su Twitter per chiamare i ladri di foto rovinosi:

Hai scattato una foto alla mia foto ecografica ??? !!!! Non potrei essere più furioso adesso. Voglio piangere. Mio figlio non è ancora nato.

- Evan Rachel Wood (@evanrachelwood), 13 febbraio 2013

Ma mettere all'opera i paparazzi non è l'unica funzione dei social media per le celebrità. Siti come Twitter e Instagram consentono alle celebrità di avere un filo diretto con i loro fan, in modo che possano aggirare i paparazzi anticipando i pettegolezzi. Sembra che anche al notoriamente avverso ai paparazzi Alec Baldwin non dispiaccia avere foto intime disponibili per il consumo pubblico, a patto che sia sua moglie Hilaria a distribuirle.Schermata 05/04/2013 alle 18,18,08

E anche le celebrità che appaiono più o meno del tutto indifferenti nei confronti dei paparazzi, come Rihanna, usano Instagram come strumento di auto-promozione e un modo per salvare la faccia.

Il modo in cui Rihanna gestisce la stampa è una buona cosa da considerare se vuoi capire come i social media stanno cambiando la cultura dei paparazzi. Ha invitato i giornalisti musicali a salire a bordo dell'aereo per il suo 777 Tour nel 2012. E mentre questi giornalisti avevano a disposizione molti degli stessi strumenti del paparazzo professionista e amatoriale (telefoni, attrezzatura fotografica, vicinanza a una superstar), il le foto più accattivanti emerse dal tour sono state scattate dalla stessa Rihanna e pubblicate su Instagram. 

Schermata 05/04/2013 alle 6.36.29Ma Rihanna non si limita a scattare foto che sono più intime dei paparazzi, ma fondamentalmente le raccoglie. Quando era in ritardo per un concerto di beneficenza in un sobborgo di Chicago, ha precluso a chiunque di rintracciare la sua auto e scattare la sua foto pubblicando una foto lei stessa. Inoltre, ha mostrato l'auto bloccata nel traffico come un modo per scusarsi per il ritardo.

I social media stanno danneggiando i paparazzi tradizionali, ma stanno aiutando più dilettanti a rendere pubblicizzati i loro scatti segreti di celebrità, il che significa che le celebrità devono prestare particolare attenzione quando escono di casa, poiché quasi chiunque può fotografarle in qualsiasi momento. D'altro canto, ora hanno un modo per rilasciare il tipo di informazioni che vogliono che siano rese pubbliche direttamente ai fan.

La nuova cultura della fama

Quindi i social media e una cultura costantemente connessa hanno indotto tre cambiamenti sostanziali alla celebrità: piattaforme come Twitter offrono alle persone normali l'opportunità di guadagnare fama e danno anche alle celebrità monitorate da vicino l'opportunità di entrare in contatto con i fan e esprimere le loro lamentele. E la nostra cultura della condivisione di tutto significa che i cittadini medi continueranno probabilmente a soppiantare i paparazzi tradizionali. Ciò significa che è più facile che mai diventare famosi, ma più di una seccatura mantenere la tua privacy una volta che sei diventato oggetto di controllo. 

Ma l'idea che tweet e selfie possano renderti famoso rafforza semplicemente l'elemento narcisistico dei social media. Le persone stanno vivendo le loro vite come se fossero già famose, dal momento che è più facile dedicarsi allo sguardo digitale dell'ombelico se dici a te stesso che tutti vogliono conoscere le minuzie della tua vita.