Ashton Kutcher fa il "brownface" nell'annuncio virale di Popchips, gli utenti di Twitter gridano al razzismo [video]

Ashton Kutcher Popchips razzista

L'attore, la celebrità di Twitter e il venture capitalist Ashton Kutcher si sono gettati in una pentola fumante di acqua bollente oggi grazie a una nuova campagna di marketing del produttore di patatine Popchips. In un video in particolare - ce ne sono cinque in totale - Kutcher interpreta il ruolo di "Raj", un produttore di Bollywood di 39 anni. Mentre l'accento è pessimo e le battute peggiori, la parte dannosa dell'annuncio è che la pelle di Kutcher è stata scurita per la parte, una mossa che offende molti utenti di Twitter (e blogger e probabilmente molte altre persone).

Ecco alcune delle reazioni che il video ha ricevuto:

Razzista, poco divertente e generalmente terribile. RT @Colorlines: Hey Ashton Kutcher e PopChips: Brownface è ancora razzista bit.ly/ImUTyq

- Megan (@thewherefores) 2 maggio 2012

Sono così deluso in @popchips per questo annuncio offensivo: bit.ly/JDKCSg Qualcuno dovrebbe essere licenziato.

- Tina Chadha (@tinaatmetro) 2 maggio 2012

Ehi @aplusk, che cos'è il video razzista di brownface che sei senza talento, fingendo di preoccuparti del traffico sessuale pezzo di merda?

- DAS RACIST (@dasracist) 2 maggio 2012

Il New York Times è stato il primo a scrivere questa mattina sulla campagna Popchip da 1,5 milioni di dollari. È interessante notare che lo scrittore Stuart Elliott non ha menzionato il passo falso di Kutcher e Popchip - un'altra cosa di cui gli utenti di Twitter sono arrabbiati. Ma è del tutto possibile che Elliott non abbia visto tutti gli annunci che Popchips aveva a disposizione. Inoltre, è del tutto possibile che gli addetti alle pubbliche relazioni di Popchip abbiano deliberatamente scelto di non mostrare quell'annuncio.

Finora, Popchips non ha risposto alle prime critiche che l'annuncio sta ricevendo - almeno, non hanno risposto su Twitter. Anche Kutcher è rimasto in silenzio sulla questione.

Aggiornamento: l'annuncio è stato ritirato, riporta il New York Times.

Che il video sia razzista o meno, o solo un brutto scherzo, è ovviamente una questione di opinione. Se sei offeso, è razzismo. Se non lo sei, è uno scherzo. (Anche se, se ci chiedi, è piuttosto chiaramente razzista, anche se non è stato intenzionalmente così.) In ogni caso, sembra che Popchips abbia un costoso pasticcio di PR tra le mani.

Guarda il video qui sotto e facci sapere se pensi che superi il limite nei commenti.

Aggiornato con informazioni aggiuntive e modificato per chiarezza alle 18:35 ET