La donna dell'Ohio usa il periscopio per trasmettere lo stupro di un amico

produttore di periscopio live streamingUna diciottenne dell'Ohio è stata incriminata per aver utilizzato il servizio di streaming video di Twitter Periscope per trasmettere lo stupro del suo amico di 17 anni. Marina Lonina non ha fatto nulla per assistere il minore durante l'aggressione, ma ha invece deciso di trasmettere in streaming in diretta l'incidente ai suoi seguaci. Lonina e l'aggressore, Raymond B. Gates, 29 anni, sono stati entrambi accusati di due accuse di stupro, tre accuse di assecondare questioni sessualmente orientate che coinvolgono un minore e un conteggio ciascuno di rapimento e violenza sessuale.

Lo stupro è stato denunciato da uno degli amici di Lonina, che si trovava all'estremità ricevente del flusso di Periscope in uno stato completamente diverso, e che ha denunciato l'attacco alle autorità. Il procuratore Ron O'Brien afferma che non è chiaro quante persone siano state in grado di vedere il video. Ha inoltre osservato che questa è stata la prima volta nella contea di Franklin, Ohio, in cui un crimine di questo tipo è stato trasmesso in live streaming.

Al momento dell'incidente, O'Brien dice che Gates, Lonina e la vittima stavano socializzando davanti a un drink, dopodiché Gates si è imposto sul diciassettenne. Poiché nella situazione era coinvolto l'alcol, il pubblico ministero ha osservato che la capacità della vittima "di resistere o acconsentire era sostanzialmente compromessa".

O'Brien attribuisce anche il live-streaming di Periscope all'ebbrezza di Lonina. In una dichiarazione, ha concluso che "l'alcol spiega la stupidità di ciò che è stato fatto con il live-streaming".

Se Gates e Lonina fossero condannati a tutti i costi, potrebbero rischiare oltre 40 anni di carcere. Lonina deve affrontare un'accusa aggiuntiva di "uso illegale di minori in materiale o performance orientate alla nudità", poiché presumibilmente ha scattato fotografie della vittima nuda la sera prima dell'aggressione.

Periscope ha fatto atterrare alcune persone in acqua calda prima: a febbraio, una donna si è effettivamente concessa una sospensione della patente di sei mesi e 150 ore di servizio alla comunità quando si è diretta in streaming mentre guidava ubriaca.