Come le voci di Apple hanno sbagliato così tanto l'iPhone 4S

iphone-5-concept-lacrima

Wow, abbiamo sbagliato. Nessun design a goccia. Nessuno schermo da bordo a bordo. Nessun 4G LTE o NFC. Non ci sono due iPhone. Nessun iPhone 5. Noi, la stampa tecnologica, questa volta abbiamo davvero pasticciato le cose - e io sono colpevole come chiunque altro, forse più di chiunque altro. Con mesi di speculazioni extra prima che Apple finalmente, fortunatamente, annunciasse martedì l'iPhone 4S di quinta generazione, le voci sull'iPhone erano andate selvaggiamente fuori controllo. E visto che le voci per il prossimo iPhone hanno già iniziato a insinuarsi nelle nostre pagine e nelle agende editoriali, è lecito ritenere che i rapporti casuali continueranno solo.

Da parte nostra, è fin troppo facile essere travolti da ogni nuova voce di Apple. Perché? Perché le persone lo adorano. Per evitare notizie non comprovate di Apple significa ignorare ciò di cui i lettori vogliono leggere e il traffico che ne consegue. Traffico che equivale a preziosi dollari pubblicitari che possono consentire a una pubblicazione di assumere più scrittori, partecipare a più eventi e, in definitiva, produrre una migliore copertura. È tanto allettante quanto pericoloso. E deve essere fermato.

Quindi, piuttosto che mantenere il pietoso status quo, ho elencato una serie di punti chiave che ho intenzione di ricordare vividamente quando riporto tutto ciò che riguarda Apple, da qui fino all'eternità. Dovrebbero chiarire cosa è andato storto questa volta tanto quanto ci aiutano a orientarci dritto in futuro. Spero che alcuni dei miei colleghi giornalisti tecnologici si uniranno a me e forse aggiungeranno alcuni dei loro suggerimenti al mix. Per te, lettore, spero di offrire alcuni indizi su cosa cercare quando si leggono le notizie Apple e le notizie infondate in generale.

Non prendere in parola gli analisti

La stampa tecnologica e gli analisti di mercato sono buoni amici. Questo perché è compito di entrambe le parti avere una solida conoscenza del settore tecnologico ed entrambe le parti traggono vantaggio da ciò che l'altra ha da offrire. Gli analisti forniscono una valutazione professionale di cosa aspettarsi dal settore tecnologico ei giornalisti possono aiutare a rafforzare le carriere degli analisti trattandoli come autorità su determinate questioni. Per gli investitori, gli analisti possono aiutarli a sapere come piazzare le loro scommesse sul mercato azionario. Per i giornalisti, l'opinione degli analisti aggiunge validità al reportage.

Sfortunatamente, porta anche a molta disinformazione. Come riporta la mia collega Molly McHugh, l'intera voce sui `` due iPhone '' che ha persistito durante la passata stagione di voci sull'iPhone è nata dall'analista di Deutsche Bank Chris Whitmore, che ha detto ai clienti di aspettarsi sia l'iPhone 5 che l'iPhone 4S. La fortuna ha poi riportato la previsione di Whitmore, e il resto è storia.

Ovviamente non tutti gli analisti si sono sbagliati. Ma non è questo il punto. Il punto è che, solo perché qualcuno è un analista, non significa che abbia uno scoop interno. In effetti, a volte prevedono qualcosa semplicemente perché pensano che abbia senso, non perché hanno prove a sostegno delle loro affermazioni. Le loro opinioni dovrebbero essere trattate con la stessa trepidazione delle informazioni fornite dalla famigerata "persona che ha familiarità con la questione". Il che ci porta a ...

Le fonti anonime non hanno molto peso

Se l'avessi fatto a modo mio, le testate giornalistiche non pubblicherebbero mai un'altra storia basata sui mormorii di una fonte anonima. Ma non succederà. Noi della stampa tecnologica, tuttavia, faremmo bene a non pubblicare una storia ogni volta che qualcuno ha un "suggerimento", o almeno non pubblicare storie basate esclusivamente su dati di persone che non vogliono sostenere le loro affermazioni rinunciando ai loro nomi . Dobbiamo scavare più a fondo e utilizzare le informazioni provenienti da fonti anonime per trovare ulteriori informazioni, che potrebbero, alla fine, portare a prove reali e segnalabili. Dobbiamo farlo o rischiamo di diventare inutili.

Per quanto necessario per la stampa tecnologica, questo cambio di procedura è anche uno dei più difficili da realizzare. Un reporting accurato richiede tempo e denaro: le due cose che poche pubblicazioni online devono risparmiare. Ma vengono in mente istituzioni editoriali più grandi - Reuters, Bloomberg , The New York Times e Wall Street Journal - devono aprire la strada. Molti organi di informazione sulla tecnologia, questo incluso, prendono molti dei nostri spunti dai grandi perché hanno i soldi, la storia, i contatti e le profonde riserve di giornalisti per fare il lavoro duro e costoso. Bene o male, è così che funzionano le cose oggigiorno. E non cambierà presto. Detto questo, ciò che può cambiare è la schiacciante dipendenza dei media da coloro che desiderano rimanere anonimi.

Anche le principali pubblicazioni sbagliano

Solo perché qualche notizia viene riportata da un blog (o anche un tweet, se è per questo) non significa che non sia vero. Allo stesso modo, il fatto che un importante canale di notizie (come quelli sopra elencati) riporti qualcosa non lo rende così.

Un esempio: all'inizio di febbraio, sia Bloomberg che il Wall Street Journal hanno pubblicato storie che affermavano che Apple avrebbe rilasciato quest'anno un nuovo iPhone meno costoso che sarebbe stato venduto per circa $ 200 e sarebbe stato disponibile sbloccato, senza contratto.

Dato lo stato di queste pubblicazioni affidabili, i siti di notizie tecnologiche (di nuovo, questo includeva) ci sono saltati sopra. Certo, abbiamo aggiunto tutti l'avvertenza che la notizia era semplicemente una "voce", ma tutto aveva un'aria di credibilità che probabilmente sarebbe mancata se la notizia fosse arrivata da un blog senza nome. Naturalmente, come ormai tutti sanno fin troppo bene, niente di tutto ciò si è rivelato vero.

Ora, certamente non sto dicendo che i blog tecnologici siano migliori, non lo sono. L'obiettivo dovrebbe essere quello di trattare entrambi con uguale scetticismo, soprattutto quando sono coinvolte fonti anonime.

I casi non significano nulla

Questo è il punto più specifico della lista, ma penso che vada detto: se qualcuno fa una custodia per adattarsi a un iPhone o iPad senza preavviso, non significa che sappia qualcosa che noi non sappiamo.

Quest'anno, abbiamo visto trapelare alla stampa una miriade di presunte custodie per “iPhone 5” e documenti di progettazione delle custodie. Molti di questi sono stati realizzati per adattarsi a un dispositivo con un design più sottile a forma di goccia e uno schermo più grande. E molte persone hanno pensato che questo significasse che avevano una conoscenza privilegiata di ciò che Apple stava producendo, soprattutto perché molte delle custodie provenivano dalla Cina, che è anche il luogo in cui Apple produce l'iPhone.

Si scopre che i produttori di casi hanno fatto una terribile scommessa. Una società, Hard Candy, ha realizzato 50.000 custodie per iPhone 5 complete per adattarsi a un dispositivo con uno schermo da 4,44 pollici. Ha ottenuto le sue informazioni da tre fonti indipendenti, che hanno riportato le stesse misurazioni. E tutti si sbagliavano. Il telefono rilasciato da Apple ha esattamente la stessa forma e dimensione dell'iPhone 4: non è necessario alcun nuovo design della custodia.

Quindi l'anno prossimo, quando cominceranno a emergere custodie per iPhone 5 (o come si chiamerà), ricordati solo: "Niente da vedere qui".

La maggior parte di questi punti probabilmente sembrano palesemente ovvi - e lo sono. In realtà, sono per lo più solo basi del giornalismo. Ma ovviamente, questo non significa che non potremmo tutti usare un po 'di aggiornamento e ricordare come le cose siano diventate così grossolanamente fuori controllo quest'anno.

Le ultime notizie tecnologiche sono ottime per quelli di noi che amano sapere cosa c'è in futuro nell'orizzonte dei gadget. Ma serviamo male noi stessi e i nostri lettori quando lasciamo che le voci guidino lo spettacolo.