In che modo PAYD e la telematica possono influire sulla tua assicurazione auto

tassi di assicurazione telematica auto come può influire sulla tua autoLe compagnie di assicurazione auto non sono tuoi amici. Non importa quanto possano sembrare amichevoli, divertenti o protettivi, le compagnie di assicurazioni sono fuori per fare soldi, molto. Fornisci quel denaro e la concorrenza per il tuo dollaro è alta, motivo per cui si vendono a te con adorabili animaletti parlanti, rassicuranti figure paterne e deliziosamente stravaganti donne di nome Flo. Ma dopo aver firmato sulla linea tratteggiata, la tua compagnia di assicurazioni auto ha tutti gli incentivi per dimostrare che sei un guidatore rischioso e aumentare le tue tariffe prima di presentare un reclamo.

Ora, grazie alla fiorente tecnologia della telematica per auto, mirano a monitorare i conducenti più da vicino che mai.

Una storia di sorveglianza

Le compagnie di assicurazione eseguono abitualmente analisi multivariate sulla base di una varietà di fattori personali tra cui età, sesso, stato civile, livello di istruzione, tipo di lavoro, posizione dell'abitazione, punteggio di credito, chilometraggio annuale percorso, storia di biglietti e incidenti, durata dell'esperienza di guida e tipo di veicolo assicurato. Tale analisi fornisce un'immagine straordinariamente accurata della loro esposizione al rischio per qualsiasi guidatore.

Gli assicuratori hanno anche messo i pollici sulla bilancia donando pistole radar e altre apparecchiature di monitoraggio alle forze di polizia in tutto il paese. L'obiettivo dichiarato è ridurre le violazioni del codice stradale che portano a reclami, ma il rovescio della medaglia di quel programma è che i conducenti che ricevono i biglietti vedono aumentare i loro premi assicurativi e i governi locali ottengono un aumento delle entrate dalle multe.

Questo sistema di controllo del traffico era - ed è - inefficiente. I conducenti superano i limiti di velocità più o meno costantemente, ma il guidatore medio viene catturato solo una volta ogni due anni. La proliferazione di telecamere a luci rosse, telecamere radar fotografiche e altri strumenti di controllo automatici ha aumentato i tassi di citazione e ridotto il costo dei poliziotti per strada, ma sono ancora limitati a un posto alla volta.

L'avanzamento dell'elettronica e della connettività automobilistica negli ultimi 20 anni ora consente alle compagnie di assicurazione di eliminare completamente i poliziotti dall'equazione e potenzialmente raggiungere la consapevolezza totale delle informazioni. Vogliono sapere dove sei e cosa stai facendo in ogni momento. Ma per farlo, devono convincerti ad accettare di essere guardato.

Comprensione dei sistemi "Pay As You Drive"

L'idea che si debba pagare l'assicurazione solo per le miglia effettivamente percorse ha molto senso. Una persona con un tragitto di 50 miglia è più esposto agli incidenti di una persona con un tragitto di un miglio, giusto? Perché dovrebbero pagare lo stesso importo per l'assicurazione?

La risposta breve è che non lo fanno, ma le compagnie di assicurazione storicamente facevano affidamento sui loro clienti per segnalare il loro chilometraggio annuale guidato. Il primo passo verso la rivoluzione delle informazioni assicurative è arrivato con dispositivi che riportavano il chilometraggio effettivo. È noto nel settore assicurativo come Usage-Based-Insurance (UBI) o Pay As You Drive (PAYD).

Starlink

Ma in questi giorni, la tecnologia sta dando loro una mano in più. Il GPS del sistema di navigazione della tua auto (o del tuo telefono) sa esattamente dove ti trovi in ​​ogni momento e le auto più recenti registrano forze G, forza frenante, posizione dell'acceleratore, velocità complessiva e così via. La tua auto è anche in grado di trasmettere tutte queste informazioni attraverso la sua connessione dati. Il termine generale per tutto ciò è "telematica", che è la fusione di telecomunicazioni e informatica. Motorsport utilizza queste informazioni per misurare le prestazioni, ma il risultato è che il settore assicurativo vuole utilizzare la telematica per passare a un modello di Pay How You Drive (PHYD), ed è qui che le cose si complicano.

Cosa ti offrono per iscriverti

Per convincere i clienti ad adottare la reportistica telematica, le compagnie di assicurazione offrono sconti generalmente che vanno dal 5% al ​​30% sui premi in cambio dei vostri dati. Questa è l'esca, ma il gancio è che quegli sconti dipendono dal fatto che alla compagnia di assicurazioni piaccia quello che vede da te.

Il gancio è che quegli sconti dipendono dal fatto che alla compagnia di assicurazioni piaccia quello che vedono da te.

Ad esempio, Liberty Mutual ha recentemente annunciato un nuovo programma "RightTrack" in collaborazione con Subaru e il suo servizio di connettività Starlink per segnalare i dati di guida in cambio di sconti.

“Una volta iscritti a RightTrack, tutti i clienti riceveranno uno sconto sul premio iniziale del 5% per il veicolo registrato. Dopo aver completato il periodo di revisione di 90 giorni, riceveranno uno sconto finale sul premio RightTrack fino al 30% su base futura ", ha dichiarato a Digital Trends Jeff Wright, Vice President of Usage Based Insurance di Liberty Mutual. “Non ci sono penalità per l'utilizzo di questa nuova tecnologia, solo la possibilità di sconti ancora maggiori. Questo programma è progettato per incentivare i consumatori ad assumere un ruolo maggiore e più interattivo negli sconti assicurativi che possono ricevere ".

Non è un cattivo affare, e alcuni regolatori governativi stanno applicando regolamenti che limitano gli assicuratori a sconti per buoni conducenti, non penalizzando quelli "cattivi". Rivolgiti alla tua commissione assicurativa statale per scoprire quali regole si applicano a te.

Istantanea progressiva

Ma anche se il tuo stato impone limiti alla telematica assicurativa, dovresti ricordare che gli standard che devi soddisfare per ricevere i tuoi sconti sono completamente sotto il controllo della compagnia di assicurazioni e possono cambiare nel tempo. Ancora più importante, non tutti gli assicuratori garantiranno uno sconto se non gradiscono la tua guida. Ad esempio, ecco cosa ha da dire Progressive nelle sue Domande frequenti su Snapshot Common:

"La maggior parte dei clienti Snapshot guadagna uno sconto in base alla propria guida sicura; tuttavia, le abitudini di guida più rischiose basate su questi fattori indicano una maggiore probabilità di subire un incidente e possono comportare un tasso più elevato al rinnovo, a seconda dello stato in cui vivi e di quando ti sei registrato a Snapshot. "

Ancora una volta, l'utilizzo di questa tecnologia potrebbe finire per costarti.

Cosa possono monitorare le compagnie di assicurazione?

Molti guidatori sarebbero scioccati nell'apprendere quante informazioni personali possono essere trasmesse da un'auto moderna. Molti assicuratori offrono ai loro clienti monitorati telematicamente un "cruscotto" online che registra ogni viaggio, con una mappa del percorso e il numero di incidenti di ciò che la compagnia di assicurazione considera guida non perfetta. La telematica del tuo assicuratore è in grado di registrare ogni luogo in cui guidi e il percorso che utilizzi per arrivarci. Il Grande Fratello non è mai stato così bello.

La telematica del tuo assicuratore è in grado di registrare ogni luogo in cui guidi e il percorso che utilizzi per arrivarci.

Non tutti i sistemi telematici sono in grado di riportare gli stessi dati. Alcuni sistemi telematici vengono ora guidati dal tuo smartphone, mentre alcuni sono implementati tramite il sistema di infotainment nella tua auto e alcuni funzionano tramite un dispositivo plug-in nella porta OBD-II della tua auto. Ad esempio, il tuo telefono non può leggere in modo affidabile l'accelerazione o la frenata, ma l'elettronica dell'auto sì. Inoltre, diverse compagnie di assicurazione scelgono di monitorare diversi fattori.

“Lo sconto RightTrack si basa sulle seguenti abitudini di guida: il numero di miglia percorse, l'ora del giorno o della notte che un cliente guida, accelerazione rapida e frenata brusca. Lo sconto è una combinazione di questi quattro fattori e spiega la necessità di reagire in modo diverso in circostanze speciali ", afferma Wright.

I fattori monitorati elencati da varie compagnie assicurative e gruppi del settore assicurativo includono:

  • Velocità del veicolo
  • Accelerazione
  • Frenata
  • In curva
  • Posizione
  • Ora del giorno
  • Altre informazioni sullo stato del veicolo come il consumo di carburante

Il modo in cui questi dati vengono interpretati è fondamentale. Le compagnie di assicurazione insistono sul fatto di capire che i buoni conducenti occasionalmente devono fare soste di panico, quindi alcuni incidenti di frenata brusca non intaccano la tua reputazione. Inoltre, il sistema di Liberty Mutual offre consigli in tempo reale per mantenerti nella buona zona. Tuttavia, la maggior parte della telematica non rivela come vogliono che tu guidi dietro gli angoli o cosa considerano una tendenza preoccupante ad accelerare troppo velocemente.

La posizione e l'ora sono set di dati particolarmente interessanti, perché potresti essere etichettato come un rischio più elevato in base alla cronologia dei sinistri delle strade che usi o dei quartieri che attraversi, nessuno dei quali si basa sulla qualità della tua guida. Viene valutata anche l'ora del giorno in cui guidi, perché le compagnie di assicurazione hanno storie di sinistri più elevate dalle 23:00 alle 5:00 circa. Ciò significa che potresti essere declassato se lavori con una pianificazione insolita.

Chi può vedere i tuoi dati?

La linea di fondo sui dati personali si riduce sempre all'accesso. Devi sapere chi può vedere i dati generati dalla tua auto e cosa gli è consentito fare. Le compagnie di assicurazione generalmente concordano sul fatto che i tuoi dati saranno mantenuti riservati, fino a un certo punto.

La tua compagnia di assicurazioni potrebbe essere tenuta a consegnare i tuoi dati alle forze dell'ordine.

“Liberty Mutual apprezza e rispetta la privacy dei nostri clienti. Non condivideremo i dati di utilizzo identificabili personalmente che raccogliamo con terze parti tranne che per servire le politiche automobilistiche dei nostri clienti, per la ricerca o come richiesto dalla legge ", afferma Wright.

La frase chiave è "richiesto dalla legge", il che significa che i tuoi dati di guida potrebbero essere soggetti a citazione da un tribunale, o la compagnia di assicurazioni potrebbe essere tenuta a consegnare i tuoi dati alle forze dell'ordine per conformarsi alle future leggi statali o federali. Questo non è teorico, ma non è nemmeno del tutto negativo. Ad esempio, i dati telematici di un veicolo rubato hanno aiutato l'FBI a rintracciare i terroristi che hanno bombardato la maratona di Boston e molte case automobilistiche possono disabilitare a distanza la tua auto se viene rubata.

Sebbene non sia correlato al settore assicurativo, dovresti anche essere consapevole del fatto che tutti i dati raccolti dalla tua auto potrebbero anche essere ritrasmessi ai concessionari e alla casa automobilistica. La stessa tecnologia che consente al concessionario di avvisarti quando è il momento della manutenzione ordinaria, o di avvisarti se la tua auto segnala un componente difettoso, può anche riportare informazioni dettagliate sulla tua cronologia di guida.

Come andrà a finire?

Un white paper del 2011 di IHS Technology prevedeva che "entro la fine del 2018, la percentuale di nuove auto disponibili per la vendita nel mercato statunitense con telematica incorporata salirà all'80%". Semmai, quella previsione era conservativa, poiché le case automobilistiche si affrettano a democratizzare le caratteristiche della tecnologia. Quindi, secondo un rapporto del 2013 del servizio di intelligence tecnologica ABI Research, "si prevede che gli abbonamenti telematici assicurativi globali [si prevede] cresceranno a un tasso annuo composto dell'81%, dai 5,5 milioni alla fine del 2013 ai 107 milioni nel 2018".

Ci sono buone probabilità che la tua auto sia già attrezzata per riferire sulla tua guida. La domanda principale è se concederai il permesso per farlo. Assicurati di leggere le scritte in piccolo prima di accettare di partecipare a qualsiasi programma di monitoraggio e decidi tu stesso se il vantaggio offerto vale la privacy che stai firmando.