(in) Sicuro: come Mastercard sta facendo soldi veri più simili a Bitcoin

MasterCard

(in) Secure è una colonna settimanale che approfondisce l'argomento in rapida crescita della sicurezza informatica.

Blockchain, la tecnologia alla base di Bitcoin, ha catturato l'interesse di tutti, da Facebook a Microsoft. Uno dei maggiori investitori nella tecnologia è stato Mastercard, che detiene quasi trenta brevetti blockchain a suo nome.

Cosa vuole fare un'azienda come Mastercard con tutta quella tecnologia blockchain? Vuole rendere il futuro del denaro un po 'più simile a Bitcoin.

Fermare gli schiumatoi

Secondo l'ATM Industry Association, ogni anno nel mondo si verificano due miliardi di perdite dovute allo “skimming” delle carte di credito. Utilizzando un dispositivo di scrematura in luoghi come distributori di benzina e bancomat, i ladri possono facilmente rubare i dati della carta di credito a coloro che l'hanno precedentemente utilizzata. Sebbene le chip card abbiano fatto molto per risolvere questo problema, aziende come Mastercard devono sempre stare un passo avanti rispetto agli hacker.

"Utilizzando la tecnologia blockchain, Mastercard sarà in grado di sradicare molte delle attività fraudolente"

"Ogni anno miliardi di dollari vengono rubati tramite furto di identità e scrematura di carte di credito", ha detto a Digital Trends Arran Stewart, esperto di blockchain di Job.com. "Utilizzando la tecnologia blockchain, Mastercard sarà in grado di sradicare molte delle attività fraudolente che avvengono attraverso l'abuso dei loro servizi di carte."

Stewart è il co-proprietario della piattaforma di reclutamento Job.com, che implementa uno smart contract sulla blockchain per facilitare le informazioni private, non diversamente da come Mastercard si propone di farlo.

Il brevetto di Mastercard metterebbe le carte di credito su una blockchain pubblicamente accessibile, che può quindi verificare i pagamenti in modo sicuro. Stewart ha spiegato che Mastercard potrebbe porre rimedio al problema codificando un'immagine di una carta di pagamento sulla blockchain e quindi crittografandola con una chiave pubblica e privata. Al termine del pagamento, il sistema decrittografa l'immagine della carta utilizzando quelle chiavi private.

MasterCard

Nonostante i numerosi casi d'uso dimostrati della blockchain, la sua applicazione nelle finanze è sempre stata importante. È la spina dorsale di come funziona una criptovaluta come Bitcoin: un database pubblico che consente alla valuta di esistere senza la supervisione diretta di una singola entità, nota come "registro distribuito".

Tuttavia, l'interesse di Mastercard per la blockchain va ben oltre questo singolo brevetto. In effetti, l'azienda è uno dei maggiori detentori di brevetti relativi alla blockchain al mondo.

Soldi blockchain

Negli ultimi mesi, Mastercard ha creato un programma che consente agli sviluppatori di creare nuove applicazioni in aggiunta al proprio set di API. Ciò aiuta Mastercard a lavorare più a stretto contatto con aziende come PayPal e Apple e apre nuove interessanti opportunità che portano la blockchain ancora oltre.

Considera il settore del turismo e dell'ospitalità. Mastercard ha sviluppato una piattaforma che consentirebbe ai viaggiatori di pianificare e informazioni personali in privato, e quindi raccogliere la ricompensa di trovare le migliori offerte per il loro viaggio.

Mastercard ha creato un programma che consente agli sviluppatori di creare nuove applicazioni in aggiunta al proprio set di API

"Mastercard ha riconosciuto il valore nel settore dei viaggi e sta fornendo una piattaforma che consente ai vacanzieri / persone in cerca di viaggi e altri di dire al mondo del turismo dove desiderano andare in privato attraverso la crittografia blockchain", ha affermato Stewart. "Compagnie aeree, compagnie di viaggio, hotel e molti altri potranno fare offerte per offrire a tale utente il miglior prezzo e servizio possibile rispetto ad altri fornitori di offerte concorrenti, tutti basati sulla blockchain di Mastercard".

È un'idea affascinante, ma il turismo è solo la punta dell'iceberg. Mastercard ha una serie di applicazioni, dall'invio di denaro, alla definizione dei budget attraverso gli assistenti vocali, al pagamento istantaneo e sicuro dei dipendenti e, cosa più interessante, a qualcosa che chiama "prova di provenienza". È un modo per creare una catena di approvvigionamento trasparente a cui avranno accesso sia i consumatori che i grossisti. Ciò potrebbe aiutare sia i ristoranti che le persone comuni a tenere traccia della provenienza del cibo nel loro piatto.

"La trasparenza nella catena di approvvigionamento è stata qualcosa che consumatori e grossisti hanno cercato sin dall'inizio della fornitura di beni", ha affermato Stewart. “La prova della provenienza è il futuro del sapere dove e come beni e servizi arrivano nelle mani del consumatore. Blockchain sarà la spina dorsale di questo e un importante esempio di ciò che viene messo in pratica sarà Amazon che utilizza questa tecnologia per fornire prove della fornitura dei propri beni. Questa tecnologia ridurrà anche perdite, danni, furti e tempi di consegna all'interno di qualsiasi catena di fornitura ".

MasterCard

Ovviamente, Mastercard non è l'unica società finanziaria a sviluppare nuove tecnologie sulla blockchain. I concorrenti come Visa e American Express non sono molto indietro ed entrambi hanno numerosi brevetti garantiti nel mondo blockchain. Nonostante Mastercard sia in testa alla concorrenza, Visa ha brevettato una "rete di risorse digitali" basata su blockchain nell'agosto dello scorso anno. Quello che farà con questi brevetti non è ancora chiaro, ma sembra che Mastercard non sarà l'unico giocatore nel gioco.

Anche se non dovremmo aspettarci che le istituzioni finanziarie adottino presto la criptovaluta, è chiaro che in futuro i nostri soldi funzioneranno molto più come Bitcoin che come banconote da un dollaro.