Come Apple ha trasformato la fontana della giovinezza in una fontana di denaro

Studente iPad

Gli studenti universitari non sono mai stati così popolari come oggi. No, non in termini di amici di Facebook, anche se probabilmente è anche vero. Piuttosto, è a causa del loro ruolo nel mercato dell'elettronica di consumo. Tutti i principali produttori di CE si rivolgono alla loro fascia demografica. David Roman, il nuovo CMO di Lenovo, ha ammesso di recente che "l'unico modo per costruire un marchio di consumo è essere rilevante per il mercato dei giovani", tuttavia, il mercato dei giovani tende a essere sfuggente a tutti tranne che ad Apple.

Sentirsi di nuovo giovane

Le generazioni più anziane, o perché vogliono essere alla moda o perché non comprendono le tecnologie in rapida evoluzione, cercano una direzione dai 18 ai 24 anni. Apple è proprio lì, attirando un ampio spettro di consumatori. I prodotti dell'azienda "funzionano e basta", il che attrae il pubblico non esperto di tecnologia, ma le loro offerte hanno anche un design elegante, che piace agli utenti più esperti di tecnologia. In un sondaggio di febbraio, comScore ha rilevato che quasi la metà degli utenti di iPad negli Stati Uniti guadagna più di $ 100.000 all'anno. Non conosco molti studenti universitari che fanno quel tipo di soldi. Sebbene Apple venda l'iPad alle generazioni più giovani e impieghi giovani membri del personale presso le sue filiali di vendita al dettaglio, la verità è che la maggior parte dei clienti Apple è più vicina a 40 rispetto a 20. Più del 50% degli utenti di iPad negli Stati Uniti ha più di 35 anni, mentre il 27% ha 25-34 anni e solo 15.Il 2% ha tra 18 e 24 anni.

Chi è l'utente iPad?

Chi-è-l'utente-iPad

Lezione per i produttori: seguiranno i target di età compresa tra i 18 ei 24 anni e i loro genitori.

Scommesse su Apple

La cosa migliore per le vendite di MacBook è stato il successo degli iDevices entry-level di Apple; l'iPod, l'iPhone e l'iPad, che servono come un modo per introdurre gli utenti di PC tradizionali al marchio Apple e alla piattaforma iOS, aumentando le vendite a monte. Nel secondo trimestre fiscale, Apple ha registrato entrate per 24,67 miliardi di dollari (+ 83%) e venduto 2,75 milioni di MacBook (+ 53%, anno su anno), 4,69 milioni di iPad e 18,65 milioni di iPhone (+ 113% anno su anno). Quindi non sorprende che ogni produttore di elettronica di consumo nel mondo stia tenendo riunioni cercando di capire come essere più come Apple. Se non lo sono, dovrebbero esserlo! Ho menzionato 24,67 miliardi di dollari di vendite trimestrali ?!

La gente dimentica che il MacBook Air non ha venduto bene fino a quando Apple non ha ridotto il prezzo e ha offerto un'opzione da 11 pollici per meno di $ 1.000. Da allora Apple ha avuto successo con la sua linea di MacBook Air e poco dopo è arrivata una marea di imitazioni, facendo abbassare il prezzo medio dei notebook da 11 pollici. Dopotutto, se Apple vende quella taglia, deve essere quello che vogliono i consumatori, giusto?

Prezzo medio del notebook in base alle dimensioni del display

Prezzo medio del notebook in base alle dimensioni del display

Cosa deve fare un produttore?

Le vendite di Apple sono stimolate dal successo dei negozi al dettaglio dell'azienda e i concorrenti se ne sono accorti. Microsoft ha assunto George Blankenship, ex capo immobiliare di Apple, per lanciare i suoi punti vendita. Ad aprile, Sony ha iniziato a rinnovare i suoi negozi Sony Style con un nuovo formato completo di piattaforme di visualizzazione bianche e una maggiore interazione con i clienti, rispecchiando da vicino il formato di Apple. E le azioni di JC Penney sono aumentate di oltre il 17 percento in un giorno, in concomitanza con la recente notizia che Ron Johnson, ex vicepresidente senior della vendita al dettaglio di Apple, avrebbe assunto la carica di CEO. Persino gli azionisti credono che la copia di Apple possa pagare i dividendi (gioco di parole).

Ultrabook Asus UX21I prodotti della concorrenza hanno iniziato ad assomigliare ai prodotti Apple. Intel ha recentemente annunciato il suo concetto di "ultrabook", che la società prevede di raggiungere il 40% del mercato dei notebook entro il 2012. Gli Ultrabook vengono commercializzati come sottili, portatili, con una lunga durata della batteria, un tempo di avvio rapido ... suona familiare? Non sono ultracompatti o ultra economici, ma sono molto simili al MacBook Air di Apple e praticamente a tutti i tablet. Intel detiene attualmente una quota dell'80% del mercato dei notebook, quindi ha la leva per dire ai produttori cosa fare. Detto questo, l'obiettivo del 40% dell'azienda per gli ultrabook è ambizioso (leggi: un sogno), quindi perché non scommettere su Apple?

I concorrenti di Apple stanno iniziando ad adottare le strategie dell'azienda:

  • Lo sforzo di rebranding globale di Lenovo si concentra sul mostrare cosa possono fare i suoi prodotti, piuttosto che solo le sue specifiche e il suo aspetto.
  • Samsung ha cercato un sistema operativo popolare e facile da usare, collaborando con Google e abbracciando pienamente sia Android che Chrome.
  • Sony, oltre a migliorare i suoi negozi al dettaglio, continua a concentrarsi su design eleganti e utilizza i suoi altri prodotti di intrattenimento tra cui TV, lettori Blu-ray, fotocamere, videocamere e persino le sue console Playstation, per creare un'esperienza di intrattenimento senza interruzioni.
  • Intel sta portando l'esperienza dell'utente al livello dei componenti con i suoi chip ultrabook, che consentiranno a un'ampia gamma di produttori di sfruttare la tecnologia.
  • HP sta creando un ecosistema attorno a webOS, consentendo a più dispositivi e fattori di forma di accedere e sincronizzare i contenuti.

Cavalli più veloci

Henry Ford, che rese popolare l'automobile all'inizio del 1900, ammise: "Se avessi chiesto al pubblico cosa voleva, avrebbe detto un cavallo più veloce". Nello stesso modo in cui Ford ha sconvolto la fiorente industria dei cavalli, Apple continua a sconvolgere i mercati (smartphone, giochi, musica, PC), mentre ne crea di nuovi tutti insieme (tablet). Nel 1998, Steve Jobs disse: “È davvero difficile progettare prodotti per focus group. Molte volte le persone non sanno cosa vogliono finché non glielo mostri. " Dice che l'innovazione riguarda "le persone che hai, come sei guidato e quanto lo ottieni".

Apple lo capisce. In effetti, i designer Apple ottengono così bene il mercato dei giovani che sono in grado di dire loro cosa vogliono prima che sappiano di volerlo. E sarebbe davvero fastidioso se le vendite non lo dimostrassero ogni trimestre.

Informazioni sull'autore: Deron Kershaw è un analista di mercato per Gap Intelligence, una società di ricerca tecnologica indipendente con sede a San Diego che si impegna ad aiutare i produttori di prodotti e i rivenditori a comprendere le tendenze attuali del mercato al dettaglio al fine di rispondere alle richieste dei clienti man mano che si verificano. Può essere contattato all'indirizzo [email protected]