Gli astronauti scoprono come cuocere il biscotto perfetto nello spazio

Negli ultimi anni gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno preparato pizza e coltivato verdure. E ora hanno anche preparato i loro biscotti.

L'equipaggio ha preparato i biscotti durante il periodo delle vacanze in quello che è stato descritto come il primo esperimento di cottura nello spazio. La scorsa settimana, i risultati di quell'esperimento - es. biscotti completamente formati, cotti al forno, con gocce di cioccolato - restituiti sulla Terra per essere pungolati e colpiti (e forse beccati) dagli scienziati in un laboratorio.

Cotto utilizzando ingredienti crudi, il test ha cercato di mettere alla prova un forno sperimentale mentre la NASA lavora allo sviluppo di vari metodi per gli astronauti per prendersi cura dei propri bisogni alimentari durante le missioni future - e molto lunghe - con equipaggio su Marte e oltre.

Un biscotto cotto sulla stazione spaziale.Uno dei biscotti dentro una busta di plastica. Christina Koch / NASA

Il forno

Il prototipo Zero G Oven utilizzato per cuocere i biscotti è a forma di cilindro e utilizza il calore elettrico, simile a un tostapane. È il lavoro di NanoRacks, una società con sede in Texas che sviluppa prodotti e offre servizi per l'utilizzo commerciale dello spazio, e Zero G Kitchen, una startup con sede a New York con l'obiettivo di creare elettrodomestici da cucina essenziali per i viaggi nello spazio.

L'esperimento mirava a esplorare le implicazioni sulla sicurezza della cottura di cibi comuni e ampiamente consumati nello spazio, ha detto la NASA, e allo stesso tempo confrontare gli effetti della cottura in un ambiente di microgravità con la cottura sulla Terra. La NASA ha anche notato che gli astronauti possono sperimentare "benefici psicologici e fisiologici" dal mangiare certi tipi di cibo, con qualcosa di delizioso come un biscotto con gocce di cioccolato che sicuramente farà un piacere.

Tempo di cottura

Secondo l'Associated Press (AP), i biscotti, che sono stati cotti uno per uno nel forno Zero G, hanno avuto bisogno di due ore per cucinare correttamente, molto più a lungo di quanto ci vuole in un normale forno terrestre.

Il primo pezzo di pasta per biscotti è rimasto nel forno per 25 minuti a 300 gradi Fahrenheit (149 gradi Celsius), che si è rivelato essere troppo poco tempo. I due successivi sono durati circa 50 minuti, ma anche questo non è stato abbastanza lungo.

Il quarto è rimasto nel forno per due ore intere, con questo in realtà simile a un biscotto vero e proprio quando è uscito. Per il quinto e ultimo sforzo, la temperatura del forno è stata aumentata a 325 gradi F (163 gradi C) per un tempo di cottura di 2 ore e 10 minuti. Questo è stato il migliore del gruppo.

"C'è ancora molto da esaminare per capire davvero cosa sta determinando questa differenza, ma [è] sicuramente un risultato interessante", ha detto Mary Murphy di NanoRacks all'AP, aggiungendo che nel complesso è stato un "primo esperimento davvero fantastico".

Nonostante l'evidente tentazione, gli astronauti hanno resistito a divorare i biscotti, inserendoli invece all'interno di speciali sacchetti di plastica prima di congelarli prima del loro viaggio di ritorno sulla Terra a bordo di un veicolo SpaceX la scorsa settimana.

Una volta che gli scienziati avranno terminato la loro ricerca (che deve sicuramente includere un test di assaggio), uno dei biscotti speciali sarà messo in mostra al National Air and Space Museum della Smithsonian Institution.