Gioca gratis o muori duro: come i giochi online gratuiti stanno devastando i giochi di ruolo a pagamento

League of Legends

Lo spazio dei giochi online è in rapida evoluzione. C'è una ragione per cui Blizzard Entertainment ha recentemente aperto il suo mondo di gioco multiplayer online (MMO) di World of Warcraft (WoW) gratuitamente a chiunque voglia giocare fino al livello 20. Il campione in carica dei giochi in abbonamento sente le ripercussioni di una crescita ondata di giochi free-to-play di aziende come Riot Games, GamersFirst e Turbine.

Una nuova ricerca del servizio di social gaming Xfire mostra che World of Warcraft è stato ufficialmente detronizzato come il gioco numero uno del suo popolare servizio di tracciamento dei giochi, che tiene traccia delle ore di gioco trascorse dai suoi oltre 19 milioni di giocatori. Il nuovo titolo più giocato è League of Legends di Riot Game con sede a Los Angeles . Mentre WoW continua ad attrarre oltre 11 milioni di giocatori in abbonamento in tutto il mondo, il gigante del gioco ha perso circa 600.000 giocatori durante l'ultimo trimestre. E l'esplosione di offerte free-to-play, inclusi molti nuovi giochi svelati all'E3, potrebbe erodere ulteriormente quei giocatori fedeli.

World of Warcraft ha tenuto l'ambito primo posto di Xfire dal 2005 al 17 giugno 2011. Sebbene ci sia stato un breve aumento dei giocatori di WoW tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011, ciò è stato in gran parte dovuto al rilascio del pacchetto di espansione Cataclysm, poiché l'aumento rapido rifiutato successivamente. Questo calo ha mostrato che i giocatori di WoW stavano finendo rapidamente il gioco, ma non tornavano a riprodurlo. Nel settembre 2009, c'erano 60.000 giocatori WoW unici (DAU) attivi ogni giorno su Xfire; oggi quel numero è di circa 30.000 giocatori DAU - un calo del 50%, mentre League of Legends è cresciuto fino a oltre 34.000 giocatori DAU Xfire a causa di diversi fattori chiave, incluso il suo modello di business free-to-play. World of Warcraftcosta $ 20 per l'acquisto, oltre ai pacchetti di espansione a pagamento e una quota di abbonamento mensile di $ 15.

WOW Cataclysm

“I nostri 19 milioni di utenti hanno giocato avidamente a World of Warcraft negli ultimi sette anni; sapevamo che alla fine sarebbe stato superato, ma ciò che ci ha veramente sorpreso è stata la rapida ascesa di League of Legends e dei giochi free-to-play in generale ", ha dichiarato il presidente di Xfire, Mark Donovan. "Il modello free-to-play sta diventando molto più prolifico nel settore dei giochi e una delle principali tendenze che stiamo vedendo è che ci sono un vasto numero di giochi inizialmente sviluppati come titoli in abbonamento che non sono riusciti a guadagnare massa critica, poi lanciato con un modello free-to-play con grande successo. I risultati di molti giochi free-to-play, tra cui All Points Bulletin di GamersFirst : Reloaded e Turbine's Lord of the Rings Online sono stati estremamente positivi ".

Donovan ritiene che la recente mossa di Blizzard di aprire gratuitamente il mondo di Azeroth dimostri che comprendono l'entità del cambiamento che sta rapidamente rimodellando lo spazio dei giochi online.

"È solo molto più facile per i concorrenti dei giochi free-to-play fornire esperienze davvero buone", ha detto Donovan. "Blizzard ha riconosciuto la necessità di fornire un servizio gratuito esteso per offrire agli utenti un periodo di prova molto più lungo in modo che possano venderli in un secondo momento."

Lego Universe

Anche il Lego Group ha adottato questo approccio con il suo gioco MMO Lego Universe. Dopo aver venduto solo 65.000 copie del suo gioco per PC da $ 50 negli Stati Uniti, secondo The NPD Group, il produttore di giocattoli interromperà le vendite al dettaglio del gioco ad agosto e lo renderà disponibile come download digitale gratuito. I giocatori possono accedere gratuitamente a due zone di avventura e a un'area di proprietà del giocatore per tutto il tempo che desiderano. Coloro che desiderano un'esperienza completa possono acquistare un pacchetto di abbonamento.

L'E3 ha visto la resurrezione di molti giochi che sono stati a lungo considerati morti, ma sono rinati con il modello free-to-play. All Points Bulletin: Reloaded ha raggiunto il numero sei su Xfire dopo il suo rilancio beta free-to-play, che ha anche mostrato un aumento del 200% rispetto al suo giorno più giocato come titolo a pagamento. Nemmeno il potere di marketing di Electronic Arts potrebbe generare interesse per l'MMO di Realtime Worlds come gioco a pagamento. Lo sviluppatore del gioco è andato in bancarotta, ma i giocatori stanno affollando la nuova versione gratuita.

Turbine, l'editore di Lord of the Rings Online, ha recentemente annunciato che il gioco ha quadruplicato la sua base di utenti attivi e triplicato le entrate quando è passato al modello free-to-play. Altre prime storie di successo hanno spinto molti giochi ad annunciare il passaggio al modello free-to-play, tra cui Cross Fire, Fallen Earth, Age of Conan, City of Heroes e Hellgate London.

Il Signore degli Anelli Online

"La cosa più interessante da considerare dopo che un gioco è cambiato nel modello free-to-play è che un titolo come l'utilizzo di APB su Xfire era due volte quello che era al suo apice come un gioco a pagamento", ha detto Donovan. "Il Signore degli Anelli è passato dal numero 20 al numero 8 su Xfire a novembre con il modello free-to-play e Turbine ha quadruplicato la loro base di utenti e triplicato anche i loro ricavi".

Non c'è esempio migliore del modello free-to-play di successo che in Asia, in particolare Corea, Sud-est asiatico e Cina. Nel mercato coreano, che molti considerano la capitale mondiale dei giochi per PC, non sono rimasti quasi editori che addebitano commissioni anticipate per i giochi online e il modello di entrate principale sono le micro-transazioni. Anche i modelli freemium e micro-transazione sono diventati standard nello spazio dei giochi sociali. Aziende come Zynga stanno generando enormi entrate regalando i loro giochi gratuitamente e monetizzando piccole quantità della loro base di giocatori.

Nexon, che offre tutti i suoi giochi gratuitamente, ha oltre 1 miliardo di account in tutto il mondo con giochi di successo come Maple Story, Dungeon Fighter Online, Dragon Nest e Vindictus. Min Kim, vice presidente del marketing di Nexon America, ritiene che questo sia solo l'inizio.

Maple Story

"Il mercato nordamericano sta davvero iniziando a decollare e vediamo il 2015 come il nostro anno di punta", ha affermato Kim. “Quello è l'anno in cui come tutti questi ragazzi del Club Penguin iniziano a crescere, e avranno già queste esperienze sociali, e probabilmente lo vorranno dai loro giochi. Pensiamo che questi prossimi anni saranno anni eccezionali per noi e per altre aziende che hanno lo stesso successo nell'adozione di questo modello ".

Donovan ritiene che questo modello di entrate freemium possiederà la parte del leone nel mercato dei giochi nel lungo periodo. Disney Online è stata attiva in questo spazio con enormi franchise di Hollywood come World of Cars Online , Pirates of the Caribbean Online e Disney Faeries Pixie Hollow .

Sony Online Entertainment ha visto il suo gioco Free Realms per famiglie attirare oltre 17 milioni di abbonati sia su PC che su PlayStation 3. Il presidente dell'azienda, John Smedley, ritiene che Free Realms potrebbe raggiungere i 100 milioni di abbonati nei prossimi sei anni.

"Con la stagnazione delle vendite di giochi per console tradizionali, anche gli operatori storici come Activision ed Electronic Arts stanno prestando attenzione e subiscono pressioni per sviluppare i propri titoli free-to-play", ha aggiunto Donovan.

Tutto questo è una buona notizia per i giocatori, perché molti dei nuovi titoli che hanno avuto una seconda vita online non hanno fallito a causa della mancanza di gameplay. Il modello di abbonamento ha tradizionalmente ostacolato i buoni giochi perché i consumatori non avevano i fondi per investire in più titoli. Senza alcun costo di iscrizione, più giocatori possono provare più titoli.