Come un'app per torcia raccoglierà $ 450.000 in 7 giorni

Flashlight App i4softwareÈ stata una settimana redditizia per il crowdfunding. Giovedì scorso, l'iPhone Elevation Dock, un dock per iPhone semplice ma elegante ricavato da un unico pezzo di alluminio aeronautico, è diventato il primo progetto su Kickstarter a superare il mitico $ 1.000.000. Poi il giorno successivo, come per dilungare il punto, Tim Schafer e Ron Gilbert sono andati avanti e hanno raccolto $ 1.000.000 di dollari in meno di 24 ore per il loro nuovo progetto di videogioco. Se i4software, i creatori della popolare app di utilità Flashlight per iOS e Android, hanno la loro strada, gli sviluppatori raccoglieranno $ 450.000 in una settimana, utilizzando un mercato poco conosciuto chiamato Appbackr.

Appbackr è il frutto di alcuni veterani della Silicon Valley, Trevor Cornwell e Sam Zappas. Cornwell, CEO di Appbackr, aveva precedentemente fondato Skyjet, che è stato il primo sistema di prenotazione online per jet privati, e poi lo ha venduto a Bombardier nel 2000. Il sistema è ora chiamato Bombardier Flexjet e, secondo il sito web di Bombardier, addebita circa $ 3950 l'ora (più carburante) per l'utilizzo dei jet privati ​​noleggiati di Bombardier.

Zappas era un dirigente di ARTISTdirect, un portale multimediale online un tempo popolare (YouTube prima di YouTube), che ospitava anche un'etichetta discografica fallita. Più recentemente (e in modo controverso), ARTISTdirect si è fatto un nome acquisendo MediaDefender e MediaSentry, due società che insieme costituiscono oltre il 90% del mercato della protezione contro la pirateria online. MediaDefender, in particolare, è noto per piantare semi esca di materiale copywriter in torrent, un tentativo di catturare i violatori del copyright. 

Tutto questo per non parlare delle prospettive di Appbackr, a parte il fatto che è gestito da due gentiluomini che sono ovviamente abili nel fare un sacco di soldi. Questo agosto, Appbackr ha superato $ 1.000.000 di vendite al dettaglio e afferma di vedere una crescita delle vendite del 149% da un trimestre all'altro, secondo VentureBeat. Hanno persino sviluppato il loro algoritmo, chiamato SmartApps, che presumibilmente è in grado di prevedere quali app saranno in cima alle classifiche di vendita e quali vagheranno per sempre, perse tra le 500.000 app stimate solo nell'App Store di Apple.

Ecco come funziona Appbackr: gli sviluppatori si rivolgono a loro con un concetto per un'app o un'app completamente sviluppata, rifinita e perfezionata. In ogni caso, gli sviluppatori cercano finanziamenti extra, per realizzare le loro idee o per ottenere un po 'di forza pubblicitaria dietro il loro prodotto finito. Appbackr quindi colloca l'app sul proprio mercato all'ingrosso, dove i "backrs" (cioè tu e noi) sono in grado di acquistare l'app per una frazione dell'eventuale prezzo al dettaglio. Ecco il problema: i backr in realtà non stanno acquistando l'app da utilizzare (sarebbe sciocco). Quello che stanno facendo è invece speculare che l'app venderà bene quando finalmente arriverà sul mercato (sia nell'App Store iOS che nel Marketplace di Android) e solo allorarealizzeranno una percentuale del profitto se l'app avrà successo. I backrs acquistano nel sistema in tempo reale: ad esempio, acquista dieci app a 50 centesimi l'una oggi, quelle dieci app vendono sull'App Store in un mese a 99 centesimi ciascuna e puof - guadagna!

Naturalmente, c'è sempre la possibilità che l'app non venga mai venduta, o in quantità così limitate che nel momento in cui vieni rimborsato ... beh, non lo farai.

I concetti pagano più dei prodotti finiti e Appbackr prende un taglio da ogni transazione. Gli sviluppatori di app vengono pagati in anticipo, come in qualsiasi mercato reale, e i backr restituiscono i loro soldi solo quando le app effettive vengono vendute al dettaglio.

Torna alla torcia. Lo sviluppatore di quella popolare utility, che si dice si accenda più velocemente di qualsiasi altra app torcia sul mercato, ha utilizzato Appbackr per vendere in precedenza 255.000 copie, ottenendo profitti dal 16 al 27 percento per i suoi backr. Questa volta, i4software prevede di rilasciare 1.000.000 di copie all'ingrosso ad Appbackr e prevede di raccogliere $ 450.000. Flashlight ha già venduto oltre 1.000.000 di copie tramite l'app store di Apple ed è attualmente l'utilità a pagamento numero uno nel mercato statunitense. Attualmente ha un prezzo di 99 centesimi.

Sebbene Appbackr indubbiamente abbasserà la barriera di accesso per gli sviluppatori indipendenti, dobbiamo chiederci cosa rimarrà per loro una volta che tutti avranno preso il loro taglio: Apple con un solido 30 percento in cima, poi il 10 percento di Appbackr da un lato e il 3 percento dall'altro, i singoli backrs - l'elenco potrebbe continuare. Un'altra idea innovativa per garantire che gli sviluppatori siano in grado di trarre profitti sani dalle loro creazioni e continuare a creare ottime app per tutti noi sarebbe quella di controllare meglio i mercati delle app stessi, mantenendo le copie delle app e altre che hanno successo semplicemente pagando somme forfettarie agli operatori di marketing per le classifiche degli app store. Quindi ci sarà più spazio per le grandi app per farsi notare e alla fine avere successo.