Come Red Medicine LA ha ripreso il potere dei social media nelle sue mani

nessuna intestazione delle prenotazioniUna sequenza temporale comune dell'esperienza culinaria moderna include la prenotazione su OpenTable, l'arrivo al ristorante, la consultazione di Foursquare per consigli sui piatti, l'inserimento di un piatto su Instagram, il mangiare, la partenza e l'accesso a Yelp per rivedere la tua esperienza. È un ciclo sociale che ha lo scopo di aiutare gli altri a formulare opinioni su un ristorante sconosciuto, ma l'apertura di questi siti rende i commenti difficili da giudicare. Non è possibile filtrare le recensioni positive da quelle a pagamento, mentre le recensioni negative sono spesso basate su un'esperienza meschina e occasionale.

Il ristorante di Beverly Hills Red Medicine è stufo e stanco di quella merda. I social media hanno restituito il potere nelle mani dei consumatori, ma hanno trascurato di consentire alle aziende di controllare la propria presenza sul Web o di riconoscere che a volte anche i clienti possono essere colpevoli. Quindi ha deciso di cambiare il modo in cui ha utilizzato i social media per tutto questo tempo.

espulsione di cinguettio di medicina rossa

All'improvviso, il potere si è trasformato in Yelp inverso. Ristoranti come Red Medicine si sono resi conto che anche loro possono recensire i clienti che hanno torto loro.

“La maggior parte dei commensali non si rende conto dell'impatto che nessuno spettacolo ha su un ristorante. Perdere numerosi tavoli principali, oltre a danneggiare un'azienda, non è giusto nei confronti degli ospiti che accettano una prenotazione prima o dopo di quanto volevano in origine ", mi dice un rappresentante di Red Medicine. “Sappiamo che le emergenze si verificano, ma la maggior parte dei commensali che non si presenta molto probabilmente non ci pensa due volte. Vorremmo che si rendessero conto che una breve chiamata per annullare può fare una grande differenza ".

Abbiamo contattato alcuni ristoranti OpenTable negli Stati Uniti per vedere se sono d'accordo con questa tattica.

"A nome dei proprietari di Nopa e Nopalito, posso parlare con assoluta convinzione dicendo che questa non è una pratica che avremmo mai intrapreso", afferma Stephen Satterfield, che rappresenta i ristoranti di San Francisco. “Come uno che gestisce i social media qui, l'approccio sembra un po 'troppo meschino e combattivo. Preferiamo concentrare le nostre energie su contenuti edificanti, educativi e più spensierati ".

Santos Uy, proprietario del Papilles Bistro di Los Angeles, non è d'accordo, paragonando la mancata presentazione all'essere in piedi. “Molte persone a LA non sanno cosa mangiare fuori o semplicemente non hanno rispetto per i ristoranti. Luoghi piccoli come noi e Red Medicine che sono luoghi di destinazione che non dipendono dal traffico pedonale ... Quel tavolo perso potrebbe aver pagato il costo del lavoro per la giornata ", ha detto al Los Angeles Times. "Applaudo Red Medicine e spenderò ancora di più dei miei soldi guadagnati duramente lì."

Altri ristoranti sono rimasti sul vago. "Qui ad Austin usiamo Twitter per la pace, l'amore e il rock and roll", afferma Scott Walker, vice presidente delle operazioni per il Congresso con sede in Texas.

"Se le persone sono d'accordo con la nostra reazione, speriamo che attiri l'attenzione su come tutti i ristoranti sono influenzati dalla mancata presentazione", dice Red Medicine. Il ristorante ha notato che la rimozione del tweet non sarà una politica in corso.

Questo non è il primo esempio di come i ristoranti stiano iniziando a riprendere in mano i poteri dei social media; All'inizio di quest'anno, diversi ristoranti di New York City hanno imposto ai clienti il ​​divieto di pubblicare il loro cibo su Instagram, citando che la fotografia con il flash influisce sull'esperienza culinaria interna. "Ci mettiamo subito d'accordo con quelle persone, altrimenti è come un circo", ha detto al New York Times David Bouley di Bouley NYC.

Con i ristoranti che iniziano a prendere i social media nell'offesa, la tendenza ci lascia a chiederci se ora inizi l'era dell'internet ostile. Se ti riservi il diritto di lamentarti di un'azienda, anche le aziende ti escluderanno per i tuoi modi sconsiderati. All'improvviso, il Web non è più un luogo utile per consigli locali, ma una raccolta di persone con cui non scherzare. Ci fa riflettere due volte sul sapore amaro che lasciamo dietro di noi in qualcosa di piccolo come una recensione di Yelp.