Come la localizzazione del gioco può insegnare ai giocatori altre culture

Yakuza 6Yakuza 6

Nel rapporto degli azionisti di SEGA Sammy dello scorso anno, è stato rivelato che Yakuza 6 , l'ultima entrata nella serie criminale giapponese rilasciata a febbraio, aveva venduto tanto all'estero quanto in Giappone. Allo stesso modo, Persona 5 , lanciato nell'aprile del 2017, ha venduto il doppio della quantità prodotta in Giappone, oltreoceano. La notizia è stata una sorpresa: questi franchise sono popolari in Giappone ma considerati giochi relativamente di nicchia nei mercati di lingua inglese. Nel rapporto, SEGA ha attribuito le vendite elevate alla forza dei team di localizzazione, ritenendo che la loro traduzione sia il fattore principale per i giochi che trovano un pubblico così ampio.

La localizzazione è un aspetto cruciale del settore; aziende come Nintendo e Square Enix devono gran parte del loro appoggio culturale ai loro traduttori. Ma per quanto la localizzazione sia una disciplina importante, è una la cui influenza può spesso essere trascurata o minata. Yakuza 6 e Persona 5 sono entrambi giochi con prospettive profondamente radicate nel loro paese d'origine. Il loro successo è emblematico del potere di una buona traduzione, una pratica che può colmare le divisioni culturali e mettere titoli più distinti nelle mani dei giocatori.

Le serie Yakuza e Persona non sono facili da vendere in Occidente; fanno molto affidamento sulla prospettiva giapponese e sulla vita quotidiana.

Per il team di Yakuza 6 , le vendite sono una piacevole conclusione di un lungo viaggio. "Abbiamo sempre considerato Yakuza 6: The Song of Life la vetta della montagna in tre parti che stavamo scalando con Yakuza 0 e Yakuza Kiwami " , ha detto a Digital Trends Scott Strichart, Localization Producer di Yakuza 6 . "Quindi vedere che ciò accadesse è stato molto convalidante."

Yakuza 0 e Yakuza Kiwami sono stati entrambi rilasciati in tutto il mondo nel 2017 e il processo per 6 è iniziato prima che Kiwami diventasse oro. Strichart è stato coinvolto in diversi giochi, incluso il suddetto, tutti con un programma di rilascio incredibilmente serrato. Si era formato un arretrato all'interno della serie Yakuza e un altro gioco che Sega voleva pubblicare. Ma far uscire Yakuza 6 era una priorità, e per questo a Strichart è stata assegnata la sua squadra più numerosa. Questo team comprendeva tre traduttori - Dan Sunstrum, Nagisa Mihara e Mino Iwasaki - e due redattori assistenti - Jon Riesenbach e Rich Brady.

Yakuza 6Yakuza 6Yakuza 6

È stato un periodo frenetico e difficile. "Avevamo rilasciato Yakuza 0 nel gennaio 2017, Kiwami nell'agosto 2017, e non ci aspettavamo che lo stesso pubblico aprisse i loro portafogli in meno di sei mesi per acquistare un altro titolo", ha detto. "Eravamo molto a metà tra l'incudine e il martello in Occidente, ma penso che l'abbiamo affrontato come meglio abbiamo potuto rispetto ai fan e ai rivenditori".

Hanno fatto molto bene, esibendosi al di sopra delle aspettative grazie a quelle che SEGA considera le "visioni del mondo uniche" di questi giochi. Le serie Yakuza e Persona non sono facili da vendere nei territori occidentali a causa della loro particolare dipendenza dalla prospettiva giapponese e dalla vita quotidiana. Sono giochi sulla vita in Giappone e gran parte della loro consegna presuppone che i giocatori capiscano quella cultura. Ma mentre Yakuza 6 ha certamente le sue eccentricità, queste sono state viste come cose da celebrare piuttosto che sminuire, ed è questa strategia che ha funzionato finora.

" Persona 5 è davvero un gioco che parlava ai giapponesi dei problemi giapponesi in termini di lavoro, società e politica alle loro condizioni."

"Quello strano umorismo e melodramma è una parte fondamentale dell'identità di base del gioco, quindi se fossimo preoccupati per quegli aspetti del suo mancato arrivo, probabilmente non sarebbe prudente pubblicare il gioco", ha detto Scott. "Abbiamo pubblicato questi giochi con la completa fiducia che questa qualità distintiva è ciò che lo separa dal gruppo e, finora, è atterrato ogni volta."

Tra tutte le battute bizzarre e il tono accresciuto, Yakuza 6 è rafforzato dalla sua ricreazione di luoghi giapponesi. Il modo in cui Tokyo e le aree circostanti vengono replicate può essere molto potente, sia per i residenti attuali che per coloro che ammirano da lontano. "C'è un'attenzione ai dettagli nel design estetico che evoca ricordi molto reali per le persone che hanno vissuto lì", ha spiegato Tom James, un traduttore di giochi freelance. "Oppure evoca un senso più profondo di ciò che il Giappone è per le persone che non ci sono state di quello che potresti ottenere da qualcosa che è stato stilizzato più deliberatamente."

'Persona 5' Hands On

Tom lavora come traduttore dal giapponese all'inglese da diversi anni, con crediti in giochi come Monster Hunter G enerations Ultimate e Tales of Beseria . Avendo vissuto in Giappone e una specie di specialista in fatto di titoli giapponesi, Tom crede che Persona 5 sia uno dei giochi più audaci delle sue dimensioni, che affronta idee difficili nella vita giapponese.

" Persona 5 è davvero un gioco che parlava ai giapponesi dei problemi giapponesi in termini di lavoro, società e politica alle loro condizioni", ha detto a Digital Trends. "In un modo che non si vede spesso con i giochi e i media in generale, con quel tipo di budget e scala."

Il dialogo e la caratterizzazione sono sorprendentemente specifici nel modo in cui fanno riferimento a determinate ansie, in particolare al pubblico di 15 anni in su in Giappone. "Hai visto un copione molto più franco di quello che di solito esci dai media lì, e risuonare all'estero è una testimonianza di quanto siano prevalenti questi problemi".

Anche se ciò che veniva detto sembrava un po 'strano, è stato mantenuto, sperando che i giocatori lo apprezzeranno, prendendosi delle libertà solo dove necessario.

Persona 5 segue un gruppo di adolescenti che cercano di impedire a un politico corrotto di prendere il potere con mezzi nefandi, e non è difficile vedere dove i problemi si sovrappongono. Ma assicurarsi che le stesse idee siano percepite allo stesso modo può essere complicato. Tom elogia la traduzione di Yakuza per aver mantenuto intatta l'inflessione specifica, osservando che i gangster giapponesi non si comportano allo stesso modo degli stereotipi italo-americani con cui il pubblico occidentale ha familiarità, anche con molte somiglianze.

“Ci sarà sempre un po 'di misoginia, in mancanza di una parola migliore. Devi evocare, a volte, idee simili ma da un luogo diverso, al fine di convincere il pubblico all'estero a comprendere la mentalità generale, soprattutto in termini di come questi personaggi esprimono la loro mascolinità e cosa no. "

Persona 5persona 5 suggerimenti trucchi guida per principianti netPersona 5persona 5 consigli per la guida ai confidenti romantici ohyaPersona 5

Preservare la maggior parte del lavoro del team originale era un obiettivo centrale per Yakuza. Per la maggior parte dei dialoghi, il principio guida era l'audio della voce, il che significa che anche se ciò che veniva detto suonava un po 'strano, è stato mantenuto, sperando che i giocatori lo apprezzeranno, prendendosi delle libertà solo dove necessario.

"Sono sicuro che alcuni giocatori pensano che esageriamo un po ', mentre altri apprezzano che prendendoci quella che potrebbe sembrare una libertà occasionale, stiamo raccontando la storia del gioco in un modo che è sempre stato inteso per essere avvincente", Rifletté Scott. "Riguarda il rispetto del materiale di partenza: per ogni piccolo fascino che potremmo aver perso nella traduzione, si spera che ci fosse un po 'di fascino da guadagnare altrove per natura convertendolo in inglese."

"La bellezza di questo ... settore è che impariamo costantemente dalle cose che gli altri fanno giuste o sbagliate per promuovere il nostro mestiere."

Yakuza 6 non ha lasciato molto spazio di manovra per un contesto aggiunto a prescindere, e Steve ammette che non puoi prevedere a cosa graviteranno le persone. Con i meme e le battute che la serie ha generato, lui e la sua squadra sono felici che i giocatori stiano ridendo di un gioco che vuole essere divertente. La squadra ha fatto un elenco di piccole aggiunte, come la faccia di Lenny nella chat dal vivo in-game e la "K" rovesciata che indica uno strikeout quando si gioca a softball, che secondo loro hanno aiutato le situazioni a scoppiare e gli anglofoni a capirlo meglio.

Ci sono stati anche alcuni casi in cui il linguaggio ha richiesto una quasi revisione. "Abbiamo localizzato il minigioco della chat da bar direttamente, solo per renderci conto che era letteralmente ingiocabile in quel modo e abbiamo dovuto riscrivere le selezioni dei dialoghi con un nuovo approccio", ha descritto Strichart. "La forma di conversazione giapponese è così unica che i giocatori possono capire se la conversazione debba essere continuata con un" Capisco ", un" Oh "o un" È così? " che l'inglese semplicemente non supporta. Cose del genere sono ciò che questa squadra mette in campo per assicurarsi che i giochi siano giocabili nel nostro mercato ".

Persona 5

Poiché questi tipi di giochi diventano sempre più popolari, Tom crede che possiamo aspettarci un effetto valanga. "Il modo in cui è il mercato interno giapponese, con i giochi per console in particolare, è molto difficile per loro per la maggior parte del tempo recuperare i soldi a causa delle tendenze generali della popolazione e del mercato che si sta spostando verso il dominio dei dispositivi mobili", afferma. "Una volta superato un certo ambito di gioco, gli sviluppatori stanno già assumendo che dovranno localizzare solo per poter potenzialmente recuperare i loro soldi, figuriamoci realizzare un profitto, sia che ciò significhi fare più lingue asiatiche o mercati di lingua inglese. "

La crescita aggiuntiva per i giochi localizzati è qualcosa in cui Scott spera, considerando il processo come uno sforzo di gruppo da cui tutti beneficiano. “La bellezza di questo minuscolo angolo del settore è che impariamo costantemente dalle cose che gli altri fanno bene o male per promuovere il nostro mestiere. Tanti team in questo spazio svolgono un lavoro straordinario, ma tutti abbiamo filosofie e processi di localizzazione diversi, anche tra i nostri marchi ".

"Ciò che funziona per i miei titoli non funzionerebbe per tutti i titoli là fuori, quindi non è che io possa individuare qualcosa di specifico, ma il semplice atto di riprodurre altri titoli localizzati è quasi come collaborare con squadre che non hai mai incontrato. È fantastico. "