Come la tecnologia e le auto elettriche trasformeranno la Volkswagen

Scatti ufficiali del concept Volkswagen ID Vizzion Rendering concept Volkswagen ID Vizzion

Nel 2016, Volkswagen ha fondato una famiglia di concept car futuristiche denominate ID. Abbiamo visto per la prima volta una berlina delle dimensioni di una Golf, seguita da un crossover con una linea del tetto simile a un fastback, un'interpretazione moderna dell'emblematico autobus con motore posteriore e un berlina che presto siederà al vertice della gamma dell'azienda. Con l'eccezione della R, un'auto da corsa progettata per Pikes Peak, ogni ID viaggia su una piattaforma modulare chiamata MEB.

“Esiste un vero mercato per le auto elettriche. Dobbiamo solo capire cosa vogliono vedere i clienti ", ha dichiarato a Digital Trends Christian Senger, responsabile della mobilità elettrica di Volkswagen. Ha elencato la Norvegia, dove il 30% delle auto nuove funziona con l'elettricità, come un ottimo esempio.

“I sussidi non sono tutto. Ci auguriamo che siano ancora disponibili alcuni programmi di supporto, ma il business case non si basa su questo ".

MEB consentirà a Volkswagen di sperimentare diversi tipi di veicoli elettrici e vedere cosa funziona. È abbastanza flessibile da sostenere qualsiasi cosa, dalla berlina ID alla Vizzion, che è grosso modo grande quanto la maestosa A8 di Audi.

L'ID Buzz cavalca un'evoluzione rinforzata della piattaforma MEB che Volkswagen potrebbe utilizzare anche per costruire un SUV a sette posti sulla scia dell'Atlante.

Negli ultimi anni, gli incentivi governativi hanno sostenuto le vendite di veicoli elettrici e ibridi in mercati chiave come Europa e Stati Uniti. Molte case automobilistiche hanno inviato freneticamente segnali SOS lo scorso anno quando il governo americano ha annunciato che avrebbe potuto terminare il programma di incentivi perché erano preoccupati che le vendite si sarebbero imbarcate in una caduta libera. La Volkswagen non scommette sugli incentivi per rendere popolari i suoi veicoli elettrici.

“I sussidi non sono tutto. Ci auguriamo che siano ancora disponibili alcuni programmi di supporto, ma il business case non si basa su questo. Immagina, quando Volkswagen dice che abbiamo in programma di costruire un milione di auto elettriche all'anno; è la dimensione di alcuni OEM. Riesci a creare un'attività basata sulla ricezione di sussidi o sulla fiducia nei programmi di sostegno del governo? Assolutamente no, ti uccideresti ", disse Senger.

volkswagen idr ev pikes peak rg id in pista 2Volkswagen ID RVolkswagen ID RVolkswagen ID R

Nemmeno gli ingegneri si chiudono in un unico tipo di cella. Le menti più brillanti dell'industria automobilistica concordano che i pacchi batteria agli ioni di litio alimenteranno i veicoli elettrici nel prossimo futuro, ma queste stesse menti stanno anche lavorando duramente per rendere le batterie allo stato solido una realtà.

In teoria, MEB è compatibile con diversi tipi di batterie fintanto che la dimensione di base del pacco rimane la stessa. È anche pronto per la guida autonoma, indipendentemente dal fatto che il livello cinque arrivi nel 2025 o nel 2050. Gli ingegneri hanno lasciato spazio sufficiente nella piattaforma per installare le enormi ECU necessarie per programmare un'auto che si guida da sola.

Gli ingegneri hanno lasciato spazio nella piattaforma MEB per installare le enormi ECU necessarie per programmare un'auto che si guida da sola.

Finora, una netta somiglianza familiare ha collegato tutti i concetti, anche la R, nonostante sia un modello unico che non condivide parti con i suoi fratelli più semplici. Alcuni spunti stilistici faranno il passaggio dal concetto alla produzione, ma i prodotti finali potrebbero avere un aspetto diverso dagli studi di design che li vedono in anteprima mentre gli stilisti continuano a apportare modifiche.

“La maggior parte delle auto ID non ha ancora un blocco del design. Se si guarda all'aspetto delle auto dell'ultimo anno e mezzo, è stata un'evoluzione, e presumo che continueremo a ottimizzare il linguaggio del design ", ha detto a Digital Trends il capo della Volkswagen of America Hinrich Woebcken.

Volkswagen inizierà a costruire la berlina ID - un nome che potrebbe non passare alla produzione - nel 2019. La Crozz seguirà poco dopo e potrebbe essere assemblata nella fabbrica dell'azienda di Chattanooga, nel Tennessee. Il Buzz arriverà dopo la fine del decennio e il Vizzion completerà la prima parte dell'offensiva del modello nel 2022.

La Volkswagen Buzz La Volkswagen Buzz

Woebcken ha rivelato che, come i suoi rivali, Volkswagen sta valutando la possibilità di lanciare un servizio di abbonamento negli Stati Uniti. È un'opzione che rimane sul tavolo ma la sua squadra non ha ancora preso una decisione definitiva. Woebcken, Senger e altri decisori con cui abbiamo parlato per prevedere che le auto ID aiuteranno a trasformare la Volkswagen, proprio come ha fatto la Golf originale quando ha preso il testimone dal venerabile Maggiolino.

“Abbiamo ridotto i tempi di sviluppo. È un programma quadriennale. Stiamo progettando una nuova piattaforma, un nuovo gruppo propulsore e una nuova elettronica. Di solito non combini tutto questo. Per ricreare davvero la Volkswagen, abbiamo deciso di fare tutto insieme ", ha concluso Senger.