La nuova reazione di cura di Facebook è un abbraccio virtuale

Le reazioni di Facebook sono state lanciate come un modo per rispondere rapidamente quando un mi piace semplicemente non era sufficiente - e ora l'ultima reazione della piattaforma è un modo per inviare un abbraccio virtuale durante le distanze sociali.

Venerdì 17 aprile, Facebook ha rivelato una nuova reazione di "cura" per l'app Facebook e Messenger.

La nuova reazione raffigura l'emoji faccina sorridente solitamente gialla di Facebook, ma dà le braccia del personaggio per abbracciare un cuore. Su Messenger, la reazione appare come un cuore viola. Facebook afferma che un abbraccio è una delle reazioni più richieste.

Facebook

"Sappiamo che questo è un momento incerto e volevamo che le persone fossero in grado di mostrare il loro sostegno in modi che permettessero ai loro amici e familiari di sapere che stanno pensando a loro", ha twittato Alexandru Voica di Facebook in un thread condividendo la nuova reazione.

Le reazioni attuali - come, amore, haha, wow, triste e arrabbiato - non sono state cambiate da quando Facebook ha ampliato per la prima volta le reazioni oltre un semplice come nel 2016.

Fidji Simo, responsabile dell'app di Facebook, suggerisce che la reazione di cura va un po 'oltre nel trasmettere simpatia o supporto emotivo, al di là delle risposte tristi o d'amore esistenti.

La reazione si sta già diffondendo su Messenger a partire da oggi, mentre gli utenti dell'app Facebook inizieranno a vedere la nuova emoji abbraccio nell'elenco delle reazioni la prossima settimana.

Creare una nuova reazione implica qualcosa di più della semplice creazione di nuova grafica quando si lavora su una rete di social media mondiale. Simo ha detto che la reazione doveva trasmettere un significato agli utenti in diversi paesi e culture in tutto il mondo. Ma oltre ad essere un modo rapido per rispondere, usare un emoji piuttosto che un linguaggio scritto trasmette un'espressione universale.

"In realtà pensiamo che gran parte del valore delle reazioni è che esprimono sentimenti universali che ci uniscono tutti", ha detto Simo a The National. "Nel progettare questa particolare reazione siamo stati particolarmente ispirati dall'effusione di sostegno globale che abbiamo visto durante la crisi e volevamo fornire un'esperienza che aiutasse le persone a trasmettere sostegno oltre i confini".