Come convertire qualsiasi PC in ChromeOS con CloudReady

Angolo della tastiera del Chromebook Toshiba 2Ti interessa l'idea di un Chromebook ma non sei disposto a fare il grande passo? Con ChromeReady, puoi testare il sistema operativo su un vecchio sistema per vedere di cosa si tratta.

È un ottimo strumento per chiunque stia pensando di acquistare un Chromebook ma desidera provarlo in anticipo. Tuttavia, è anche un diversivo piuttosto interessante per l'utente che è semplicemente curioso del mondo oltre a Mac OS X e Windows 10.

Il processo è più semplice dell'installazione di qualcosa come Linux, ma alla fine avrai un sistema completamente diverso da quello che hai iniziato. Chissà, potresti finire per allargare un po 'i tuoi orizzonti.

Iniziare

Per prima cosa, dovrai raccogliere i tuoi materiali: un paio di componenti hardware e un paio di software. Dovresti anche essere consapevole che se installi CloudReady invece di eseguirlo semplicemente da una chiavetta USB, cancellerà completamente tutto sul tuo computer.

CloudReady è un sistema operativo completo e ciò significa che ha bisogno di una tela bianca su cui essere installato. Per questo motivo, è meglio utilizzare un vecchio PC se stai solo cercando un test drive, per assicurarti di non amare i contenuti importanti sul tuo sistema principale.

Al momento della scrittura, il dual boot non è supportato. Puoi eseguire la versione CloudReady di ChromeOS solo insieme a un altro sistema operativo installandoli su dischi rigidi completamente separati e scegliendo quale avviare tramite UEFI / BIOS di sistema. In teoria, potresti essere in grado di eseguire l'installazione su un'unità virtuale da un altro sistema operativo, ma dobbiamo ancora provare questa opzione.

Dopo aver considerato i pericoli del processo, prendi una memory stick da 8 GB o 16 GB e vai al sito Web di CloudReady. Lì, sarai in grado di scaricare il pacchetto di installazione corretto per il tipo di sistema e OS che stai utilizzando al momento: assicurati di prendere nota di dove il file .bin o .bin.zip scaricato si ferma sul tuo disco rigido guidare.

Quindi, scarica lo strumento di ripristino di Chrome di Google dal Chrome Web Store. Una volta scaricato, avvialo direttamente dalla stessa pagina per assicurarti che sia installato correttamente e di avere tutto ciò di cui hai bisogno per creare il programma di installazione di CloudReady per il tuo sistema.

Creazione di un programma di installazione

Dall'app Chrome Recovery, utilizza l'icona a forma di ingranaggio nell'angolo in alto a destra per accedere al menu delle impostazioni e seleziona Usa immagine locale. Passa alla posizione del pacchetto che abbiamo scaricato dal sito CloudReady in precedenza e seleziona quel file.

L'app dovrebbe chiederti se sei pronto per cancellare il contenuto della tua chiavetta USB, se non lo hai già fatto (formatta quasi sempre il disco e ciò significa eliminare tutto ciò che contiene). Fatto ciò, dovrebbe essere pronto per iniziare a creare la tua immagine di ripristino, lasciandoti con un programma di installazione che puoi utilizzare per eseguire CloudReady. Se formattato e installato con Chrome OS, il disco non sarà in grado di contenere dati aggiuntivi compatibili con Windows o OS X finché non sarà formattato nuovamente, quindi ti consigliamo di utilizzare un'unità che non ti serve per altri scopi.

Tuttavia, per utilizzare quel programma di installazione, dovrai abilitare l'avvio USB sul tuo computer. Il metodo cambierà a seconda del sistema. Sui sistemi più vecchi, dovresti essere in grado di selezionare facilmente l'unità USB come unità di avvio tramite UEFI / BIOS. I sistemi più recenti con Secure Boot abilitato potrebbero richiedere la disattivazione della funzione. I sistemi che non consentono all'utente di rimuovere Secure Boot non saranno in grado di utilizzare CloudReady.

Una volta fatto, assicurati che la tua unità flash sia inserita in una porta appropriata e avvia il programma di installazione da USB.

installazione pronta per il cloud

Ora sarai in grado di utilizzare CloudReady dalla tua chiavetta USB o, in alternativa, iniziare il processo di installazione se desideri rendere le cose più permanenti. Questo cancellerà tutti i dati attualmente sul tuo computer, quindi pensa attentamente se vuoi o meno farlo prima di fare il grande passo.

opzioni di installazione cloudready

I passaggi successivi sono relativamente semplici: segui la procedura guidata. Ma vale la pena tenere d'occhio tutte le fasi del processo di installazione in modo da sapere esattamente cosa stai facendo al tuo sistema. Una volta che hai finito, avrai la cosa più vicina a un ChromeBook che in realtà non è un ChromeBook.

Insidie ​​da evitare

Per la maggior parte, CloudReady è un sistema operativo facilmente installabile, ma ogni volta che armeggi con il sistema operativo di un dispositivo, ci sono cose che possono andare storte. Assicurati di conoscere in anticipo il metodo di installazione e di comprendere che possono verificarsi incidenti.

Se ti stai chiedendo se il vecchio PC in giro nel tuo armadio può eseguire CloudReady, la risposta è probabilmente sì. La maggior parte dell'hardware degli ultimi otto anni circa dovrebbe essere supportata, ma puoi anche fare riferimento all'elenco dei sistemi approvati di Neverware qui.

Detto questo, abbiamo provato CloudReady su diversi sistemi e abbiamo scoperto che non è stato installato su uno (un Asus Transformer Book Flip TP200A). Non c'è una ragione apparente per cui, quindi il fatto che il tuo sistema dovrebbe funzionare non significa che lo farà.

È una buona idea testare CloudReady avviando dall'unità flash prima di un'installazione completa, ma ricorda che potresti non ottenere esattamente la stessa esperienza utilizzando questo metodo. I nostri test hanno rilevato che l'opzione di avvio USB funziona piuttosto lentamente.

Infine, considera un backup completo prima di iniziare a sperimentare con CloudReady, sia che tu stia utilizzando un vecchio PC o il tuo laptop principale. È meglio pianificare il peggio in queste situazioni e raramente c'è uno svantaggio nell'avere un backup recente se le cose dovessero andare storte.