Suggerimenti fotografici professionali per lo scatto a mano libera con tempi di posa lenti

Le vibrazioni della fotocamera sono un motivo per le immagini sfocate. Anche le mani più ferme potrebbero inviare vibrazioni alla fotocamera. I sistemi di stabilizzazione ottica dell'immagine compensano il tremolio della mano, ma anche i migliori sistemi non sono sempre infallibili, in particolare durante le riprese in condizioni di scarsa illuminazione. In questo video di 7 minuti, il fotografo professionista Karl Taylor (tramite Picture Correct) offre alcuni ottimi suggerimenti per le riprese a mano libera con tempi di posa lenti. Con queste tecniche, Taylor ti mostra come ottenere i migliori scatti possibili dalla tua DSLR, anche in situazioni di scarsa illuminazione.

Secondo Taylor, la chiave per ottenere uno scatto stabile è supportare adeguatamente sia la fotocamera che l'obiettivo; questo può essere ottenuto trasformando il tuo corpo in un treppiede. Non è necessaria alcuna magia qui: devi renderti conto di quanto sia robusto il tuo corpo e di come ciò possa aiutarti a stabilizzare le tue riprese. Taylor offre questi suggerimenti:

  • Afferra saldamente la videocamera con la mano destra, quindi porta il gomito destro fino alla cassa toracica. Noterai che il tuo gomito (insieme al braccio) è in grado di adattarsi perfettamente alla cassa toracica, creando un ottimo supporto per la fotocamera.
  • Quindi, avvicina il mirino all'occhio e premilo con decisione contro il sopracciglio. Non avrai bisogno di applicare così tanta pressione sul tuo sopracciglio, grazie allo spesso cranio umano. Con la mano sinistra, ti consigliamo di posizionare la fotocamera proprio sotto la base e la base dell'obiettivo, il che aiuterà a sostenere il peso di entrambi dando alle dita la libertà di mettere a fuoco e zoomare l'obiettivo. Infine, separa le gambe della lunghezza di una spalla (o un po 'più piccola se preferisci) per formare una base stabile.

Taylor mostra anche altre tecniche nel video, come sedersi a gambe incrociate, appoggiare i gomiti a terra o tenersi contro un oggetto fisso come un albero.

Secondo Taylor, ci sono alcuni suggerimenti per determinare la velocità dell'otturatore: "Se la lunghezza focale del tuo obiettivo, ad esempio, stai scattando a 200 mm, una buona regola empirica è di non scendere inferiore a 1 / 200 di secondo. Oppure, se stai scattando con un obiettivo da 50 mm, non rallentare di 1/50 di secondo ".

Taylor consiglia anche di controllare la respirazione per aiutarti durante le riprese. “Consiglio di espirare, fare una pausa e poi scattare durante la pausa quando espiri. Se trattieni il respiro, ricevi un po 'di vibrazione, ma se espiri, hai pochi secondi in cui hai quel po' di calma in cui il tuo corpo non si muove così tanto. "

Prova queste pratiche e potresti iniziare a produrre immagini migliori in pochissimo tempo, o almeno quelle che non sono così sfocate. Se stai cercando un'istruzione più approfondita da Taylor, offre vari corsi sul suo sito web di Photography Masterclass.

( Via Picture Correct; immagini tramite Karl Taylor )