Ecco tutto ciò che abbiamo visto al Google I / O 2017

Questo articolo è stato aggiornato il 19/05/2017 da Christian de Looper: Aggiunte le sezioni Android TV, Seurat e Cars. 

Google organizza numerosi eventi durante tutto l'anno, ma I / O è di gran lunga il più grande. È un affare di tre giorni di presentazioni, workshop per sviluppatori e annunci di prodotti, ed è qui che Google ha svelato una serie di innovazioni, tra cui Project Jacquard, Google Home e Daydream.

Ora che il keynote di Google I / O 2017 è terminato, sappiamo quali sono alcune delle più grandi novità di Google per l'anno. Tieni presente che lo spettacolo non è ancora completamente finito: puoi tenere il passo con le presentazioni e le notizie sul sito web di Google I / O e Digital Trends copre tutti i principali annunci di I / O - puoi controllare la nostra copertura qui.

Allora cosa abbiamo visto dallo spettacolo? Dai un'occhiata a tutti i principali annunci di Google da Google I / O 2017.

Tutto ciò che abbiamo visto a Google I / O

Android O

Android ha recentemente raggiunto un traguardo, ora viene installato su ben 2 miliardi di dispositivi e Google non smetterà di lavorarci ora. Google ha svelato molte informazioni su Android O prima di Google I / O, quindi in realtà abbiamo già un'idea abbastanza chiara di come sarà Android O. Il nuovo sistema operativo presenta un sistema di notifica rinnovato e nuovi sistemi di gestione della durata della batteria.

Inoltre, Android O ora presenta alcuni importanti miglioramenti all'audio Bluetooth. I nuovi codec Bluetooth in Android O promettono di portare un suono più chiaro e ricco, in particolare il supporto del nuovo codec wireless Sony LDAC. Android O offre anche nuove funzionalità multi-tasking, inclusa la modalità picture-in-picture. Puoi controllare tutto ciò che è nuovo in Android O qui.

Ma cosa c'era di nuovo da Google I / O? Bene, l'annuncio principale è stato che l'anteprima per sviluppatori Android O è ora disponibile per il download, quindi se sei uno sviluppatore o semplicemente molto avventuroso, puoi scaricarlo sul tuo telefono per te stesso. Tieni presente che il sistema operativo sarà difettoso e alcune funzionalità potrebbero non funzionare correttamente.

Leggi di più qui.

Google Foto

Dennizen / 123RF

Google Foto, la piattaforma fotografica basata su cloud di Google, utilizza l'intelligenza artificiale per organizzare e migliorare le tue foto ed è uno dei servizi più popolari di Google - infatti, Google ha annunciato di aver raggiunto 500 milioni di utenti al Google I / O. Può individuare familiari e amici da scatti di gruppo e selfie, indovinare l'età di qualcuno e persino consigliare modifiche che migliorano il colore, la chiarezza, il livello di luce e il contrasto. Ma ora può fare di più.

Al Google I / O, Google ha annunciato una serie di nuove fantastiche funzionalità per Google Foto. Vale a dire, Google ha reso molto più facile condividere le foto con amici e familiari, quindi non hai più una scusa per non condividere le foto della tua ultima vacanza. Ora, quando carichi una foto su Google Foto, Google suggerirà di condividere la foto, dopodiché puoi toccare un pulsante per fare in modo che l'app lo faccia. C'è anche una nuova scheda nell'interfaccia utente di Foto, che ti consente di ordinare le foto per condividerle e condividerle rapidamente e facilmente.

La condivisione non è l'unica nuova funzionalità di Google Foto. Google riconosce anche che a volte le foto fisiche sono un po 'più appropriate e ha lanciato Photo Books, un servizio che ti consente di creare album di foto e di farli stampare direttamente dall'app Google Foto. I libri con copertina morbida costano $ 10, mentre i libri con copertina rigida costeranno $ 20.

Ultimo ma non meno importante è Google Lens, che viene integrato in Google Foto e ti consente di trovare informazioni in modo intelligente semplicemente puntando la fotocamera su un oggetto. Ad esempio, l'app sarà in grado di tradurre un segno nella tua lingua madre o mostrare recensioni su un'attività in base a te che punti la fotocamera in un negozio o ristorante.

Leggi di più qui.

Google Home

Google Home

Google Home, l'altoparlante intelligente di Google, sta volando via dagli scaffali. Alcuni analisti stimano che l'azienda sia sulla buona strada per vendere un milione di unità entro la metà del 2017. Non sorprende che Google stia lavorando per migliorare Home e al Google I / O 2017, la società ha annunciato una serie di funzionalità per il dispositivo.

Forse la più grande novità di Google Home è che ora consente di chiamare gratuitamente qualsiasi numero di telefono negli Stati Uniti: basta chiedere al dispositivo di chiamare un contatto e lo farà. Per impostazione predefinita, chiamerà da un numero privato, ma puoi anche collegare il tuo numero di telefono in modo che venga visualizzato sull'ID chiamante dell'altro utente.

Google ha anche aggiunto il supporto per più servizi di streaming musicale, tra cui il servizio gratuito di Spotify, Soundcloud e Deezer. Se è presente un altro servizio che non è nell'elenco, Google Home ora supporta anche il Bluetooth, quindi puoi riprodurre l'audio da qualsiasi dispositivo iOS o Android tramite Bluetooth.

Il prossimo è il fatto che Google Home ora supporta le risposte visive. Puoi chiedergli di mostrarti il ​​tuo calendario e invierà le informazioni del calendario al tuo Android TV o telefono Android. Puoi anche dirgli di inviare le indicazioni stradali al tuo telefono, così quando entrerai in macchina quelle indicazioni saranno pronte.

Leggi di più qui.

Assistente Google

Google Pixel XL Julian Chokkattu / Tendenze digitali

L'Assistente Google, il marchio ombrello di Google per l'assistente virtuale sui dispositivi Android più recenti, Google Home, Android TV e Android Wear, è stato lanciato all'I / O 2016. All'epoca, tra le altre attività poteva programmare promemoria e visualizzare gli orari dei film nelle vicinanze. . Ora, tuttavia, può fare molte più cose.

Forse il più grande aggiornamento di Google Assistant è che ora è disponibile su iOS, quindi se sei un utente iPhone e ti piace Google Assistant, puoi comunque usarlo per te stesso.

L'assistente non solo sta arrivando su Android, ma sta anche ottenendo alcune nuove fantastiche funzionalità, come la possibilità di interagire con l'assistente attraverso il testo. Quindi, invece di dover usare la tua voce per controllare l'assistente, il che può essere imbarazzante in pubblico, digita semplicemente ciò di cui hai bisogno attraverso il testo.

Un'altra grande novità è l'integrazione di Assistant con Google Lens, un motore di visione computazionale che utilizza l'intelligenza artificiale per fare cose come tradurre i segnali in movimento o offrire recensioni su un ristorante quando punti la fotocamera in quel ristorante.

Ha senso che Google sia aggiornato Assistente: il servizio è ora disponibile su 100 milioni di dispositivi.

Leggi di più qui.

Daydream e VR

Daydream è il servizio di realtà virtuale di Google, tuttavia, per utilizzare Daydream, dovevi usare uno smartphone che fosse in grado di gestirlo. Presto, tuttavia, le cose potrebbero cambiare.

Al Google I / O 2017, Google ha annunciato che stava lavorando su auricolari Daydream indipendenti, quindi invece di dover utilizzare il telefono, avrai un dispositivo specifico per la realtà virtuale. Google sta attualmente lavorando con HTC e Lenovo su un nuovo auricolare Daydream, quindi dovremmo aspettarci altri annunci relativi agli auricolari nei prossimi mesi. Le cuffie potrebbero avere alcune funzionalità che altri sistemi Daydream non offrono, come, ad esempio, WorldSense, il nuovo sistema di Google che consente il monitoraggio della posizione all'interno di una stanza.

Oltre agli auricolari VR stand-alone, Google ha annunciato che alcuni nuovi telefoni sarebbero presto pronti per Daydream, tra cui il Samsung Galaxy S8 e un futuro smartphone LG, che supponiamo essere l'LG V30.

Leggi di più qui.

Progetto Tango e AR

Mentre la realtà virtuale era al centro di Google I / O 2017, anche la realtà aumentata ha fatto la sua comparsa. Forse il più grande annuncio relativo alla realtà aumentata che abbiamo visto a Google I / O è VPS, o Virtual Positioning System, un sistema che consente agli utenti di essere tracciati in uno spazio attraverso la fotocamera di un telefono.

Un utilizzo pratico del sistema, che Google ha mostrato in fiera, è stato quello di utilizzarlo per trovare un particolare prodotto in un negozio. Una volta identificato l'oggetto che desideri trovare, un telefono può utilizzare la fotocamera per tracciare i tracker posizionali e indirizzarti esattamente dove devi essere nel negozio.

Un altro obiettivo importante per VPS è l'istruzione. Attraverso Google Expeditions, i bambini possono esplorare concetti scientifici, come il funzionamento interno di un cuore umano, come se fossero davanti a loro. È una fantastica applicazione della tecnologia e dovrebbe aiutare a rendere l'apprendimento un po 'più coinvolgente.

Leggi di più qui.

Google for Jobs

Al centro dell'attività di Google c'è la Ricerca Google e Google ha anche annunciato alcuni aggiornamenti alla Ricerca Google al Google I / O. Uno dei principali cambiamenti alla Ricerca Google è che presto Google elencherà i lavori direttamente nella Ricerca, senza bisogno di navigare nei siti web di ricerca di lavoro.

La funzione estrarrà elenchi da una gamma di servizi di ricerca di lavoro, tra cui LinkedIn, Monster e così via, e li consoliderà in un'interfaccia di facile utilizzo. Puoi quindi limitare i risultati in base alla posizione, al tipo di lavoro e altro, in modo da poter trovare facilmente quello che potrebbe essere il lavoro perfetto per te. La funzione verrà lanciata negli Stati Uniti nelle prossime settimane e probabilmente si espanderà in altri paesi nel prossimo futuro.

Leggi di più qui.

TV Android

Dan Baker / Tendenze digitali

Insieme a una versione aggiornata di Android per smartphone, anche Android TV sta ricevendo un aggiornamento. L'aggiornamento è in gran parte estetico, ma Google spera che renderà Android TV un po 'più facile da navigare. L'aggiornamento vedrà anche alcune altre animazioni aggiunte alla schermata principale e, nella parte superiore dello schermo, gli utenti potranno aggiungere le loro app preferite per un accesso rapido.

Il nuovo Android TV rappresenta in realtà una riprogettazione piuttosto massiccia. La nuova interfaccia non mostra solo le app: Google in realtà sta chiedendo agli sviluppatori di trasformare le loro app in "canali", quindi invece di passare prima all'app Netflix per continuare a guardare il tuo ultimo programma, sarai in grado di accenderlo direttamente da la schermata iniziale.

Leggi di più qui.

Seurat

Google sta facendo alcune mosse serie sotto il cofano, in particolare con una nuova tecnologia chiamata Seurat, che è il tentativo di Google di portare la grafica di livello desktop su uno smartphone utilizzando alcuni trucchi dietro le quinte.

La tecnologia fondamentalmente prende scene di realtà virtuale, quindi riduce sostanzialmente la geometria sottostante per rendere la scena in grado di essere renderizzata da uno smartphone. Google ha persino mostrato una demo della tecnologia al Google I / O. In collaborazione con ILMxLab, la società è stata in grado di prendere alcune scene da  Rogue One: A Star Wars Story e creare una scena dettagliata che è solo leggermente declassata rispetto alla scena che si otterrebbe su hardware desktop.

Leggi di più qui.

Macchine

Android Auto non è apparso molto a Google I / O quest'anno, ma quello che potrebbe finire per essere l'evoluzione di Android Auto lo ha fatto. Google ha collaborato con Volvo e Audi per sviluppare la piena integrazione Android nelle auto Audi e Volvo.

La vera differenza tra Android Auto e queste nuove interfacce è che sono molto più specifiche di come Volvo e Audi vogliono che appaiano, ma utilizzano ancora servizi Google come Google Maps e dispongono di cervelli Android. Ci sono anche app per controllare diversi aspetti dell'auto: ad esempio, c'è un'app integrata per controllare il condizionatore d'aria, il che significa che sarai in grado di controllare anche quelle cose usando l'Assistente Google.

Leggi di più qui.