Come l'industria spaziale sta creando più spazio per le donne

Le donne stanno facendo cose piuttosto sorprendenti qui sulla Terra, ma le donne nel settore spaziale stanno facendo il possibile per creare una presenza femminile più forte nello spazio e oltre. Mentre, come sulla Terra, c'è ancora molto lavoro da fare per quanto riguarda l'uguaglianza e l'inclusività, le donne hanno fatto molta strada nel tracciare il nostro spazio all'interno dell'industria spaziale.  

Ci sono programmi che forniscono istruzione e risorse per le donne che cercano di entrare nel campo, le donne stanno assumendo un ruolo attivo sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e sempre più donne stanno prendendo decisioni importanti nel settore aerospaziale.

Un piccolo passo per le donne ...

La prima donna ad andare nello spazio è stata l'astronauta russa Valentina Tereshkova nel 1963. L'astronauta della NASA Mae Carol Jemison è stata la prima donna afroamericana ad andare nello spazio nel 1987. La prima donna a far parte dell'equipaggio della ISS è stata Susan Helms , che era un ingegnere di volo nella missione Expedition 2 nel 2001.

Potresti non riconoscere questi nomi tanto quanto le loro controparti maschili come Neil Armstrong o Buzz Aldrin, ma i loro risultati hanno aperto la strada alle donne nel settore spaziale.  

A ottobre, la prima passeggiata spaziale tutta al femminile si è svolta fuori dalla ISS con la partecipazione degli astronauti della NASA Christina Koch e Jessica Meir

Da allora Koch ha battuto un nuovo record di durata per una singola missione spaziale di una donna dopo aver trascorso 328 giorni nello spazio sulla ISS.  

Gli astronauti Jessica Meir (da sinistra) e Christina Koch hanno fatto la storia eseguendo la prima passeggiata spaziale tutta al femminile.

Sulla Terra, diverse donne gestiscono importanti compagnie aerospaziali. Secondo Yale Insights, tre delle prime cinque società aerospaziali sono guidate da donne, tra cui Marillyn Hewson, CEO di Lockheed Martin; Phebe Novakovic, presidente e CEO di General Dynamics; e Kathy Warden, CEO e presidente di Northrop Grumman.  

Lori Garver era solo la seconda vice amministratore donna della NASA quando ha ricoperto il titolo dal 2009 al 2013. Ora, lei e i suoi colleghi co-fondatori gestiscono il Brooke Owens Fellowship Program, che accoppia donne con stage retribuiti presso aziende aerospaziali come NASA, Boeing, Blue Origin, SpaceX e altro ancora.  

"I programmi che aiutano a concentrarsi sulle [donne] possono essere molto positivi", ha detto Garver a Digital Trends. "Abbiamo assistito a una grande accoglienza per l'assunzione di queste donne."

"I programmi che aiutano a concentrarsi sulle [donne] possono essere molto positivi."

Garver ha detto che c'è una lista d'attesa delle aziende interessate a partecipare al programma, il che rafforza ulteriormente il fatto che le donne hanno un posto nello spazio.  

"Sono davvero grata e voglio celebrare il successo che abbiamo avuto, mentre allo stesso tempo, c'è ancora un lungo cammino da percorrere", ha detto. "Mi piacerebbe concentrarmi maggiormente sul valore che i programmi spaziali apportano."

Un altro programma incentrato sulle donne è il Sensoria Space Program, che fornisce formazione, sviluppo professionale ed esperienza di ricerca a equipaggi guidati da donne ea maggioranza femminile. Un team di sole donne ha appena terminato il periodo inaugurale di due settimane del programma in un simulatore dell'habitat di Marte il mese scorso.  

Il dottor Sian Proctor faceva parte della simulazione del mese scorso, così come un membro del primo equipaggio nello stesso habitat nel 2013. Allora c'erano solo tre donne.

Sensoria

"Tornare sette anni dopo e avere una troupe tutta al femminile, e stare con donne spettacolari che stanno facendo cose incredibili ... mi dà speranza e gioia per il futuro ed essere parte del cambiamento che sta avvenendo", ha detto disse.  

Trovare un Oprah per lo spazio

Portare allo scoperto queste storie incentrate sulle donne e consentire alle donne di avere le stesse opportunità degli uomini quando si tratta di esplorazione dello spazio richiede tempo.  

Secondo Space.com, delle 566 persone che sono volate nello spazio finora, solo 64 erano donne e dei 38 astronauti della NASA attualmente attivi, solo 12 sono donne.  

Anche quando le donne hanno opportunità, devono ancora affrontare la discriminazione in un campo dominato dagli uomini.  

"Le donne nel nostro programma hanno ancora troppe storie sull'essere l'unica donna nel loro programma e sull'essere accusate di essere uomo", ha detto Garver. "Dobbiamo solo esaminare i pregiudizi non intenzionali e lavorare per superarli collettivamente".  

Proctor ha affermato che la soluzione è portare le donne in prima linea nello spazio e negli sforzi scientifici in occasione di conferenze e conferenze, nonché nel settore dei media e dell'intrattenimento.

"Le donne nel nostro programma hanno ancora troppe storie sull'essere l'unica donna nel loro programma e sul fatto di essere accusate."

"Se vuoi davvero un grande cambiamento culturale, allora hai bisogno di donne in spettacoli che sono popolari [e] che parlano e fanno scienza", ha detto.  

Un esempio utilizzato da Proctor è che quando pensiamo a grandi nomi nel settore spaziale e scientifico, pensiamo immediatamente a Neil deGrasse Tyson o Bill Nye. Ha detto che abbiamo bisogno anche di donne in quei ruoli pubblici.  

“Chi è l'Oprah della comunità spaziale? Non ce n'è uno ", ha detto.  

Proctor ha anche affermato che il riconoscimento di tutte le donne di tutte le razze è particolarmente cruciale per l'inclusione nel settore spaziale.  

"È importante che le donne di colore abbiano anche una voce all'interno delle donne nel movimento spaziale", ha detto Proctor. "Diventa più grande delle sole donne ... arriva al punto di equità, accesso e inclusività."  

La prossima generazione di donne nello spazio  

In definitiva, il futuro delle donne nello spazio è nelle mani delle donne che stanno attualmente entrando nel campo. Man mano che sempre più persone capiscono che l'inclusività deve espandersi nel settore oltre la semplice assunzione di più donne, il cambiamento avverrà.  

Proctor ha detto che è particolarmente importante per le donne avere le stesse esperienze che hanno avuto gli uomini.  

"Molte delle conversazioni sono state: 'siamo stati sulla luna, l'abbiamo fatto', ma quando parliamo di accesso, in realtà solo un piccolo numero di maschi bianchi è stato sulla luna", ha detto. "Solo perché gli esseri umani lo hanno fatto, nega il posto degli altri nell'accesso a quelle esperienze."  

Fortunatamente, la NASA ha in programma di inviare la prima donna sulla luna attraverso la sua missione Artemis entro il 2024.  

ragazza americana ragazza americana

Per quelle bambine là fuori che sperano di atterrare sulla luna un giorno, o anche semplicemente di essere trattate alla pari delle loro controparti maschi, Proctor e Garver hanno detto che il futuro è ancora luminoso.  

"Incoraggio le donne a entrare in campo ... abbiamo bisogno di loro", ha detto Garver. "Saranno in grado di avere un impatto, e penso che ci sia un'apertura generale all'assunzione e alla promozione di [donne] che non ho visto nella mia carriera".  

"Non ti scoraggiare", ha detto Proctor. "Ci sono molte donne che sono venute prima di te che sono qui per farti da mentore."