Perché Intel sta sviluppando processori ARM e a chi ne trae vantaggio?

processori Intel Arm perché come chi intelarm

 Alla fine di ottobre accadde l'impensabile. Intel ha rivelato che avrebbe costruito processori ARM.

Sono seguite molte strida, urla e vanteria, guidate da un articolo di Forbes che afferma che lo sviluppo ha "inviato onde d'urto attraverso l'industria tecnologica". Questa è, senza dubbio, un po 'esagerata, se non altro perché la scala della produzione che Intel ha accettato è piuttosto piccola.

Tuttavia, la mossa solleva domande ovvie; a prima vista sembra che Intel stia producendo chip in grado di competere con i propri prodotti. Uno sguardo più attento, tuttavia, rivela che la situazione è più complessa e questa mossa è vantaggiosa sia per Intel che per i consumatori.

Cosa ne traggono i progettisti di processori ARM?

Intel è nota per la produzione dei processori consumer più avanzati al mondo, e ciò è possibile in gran parte perché l'azienda possiede anche alcune delle strutture di fabbricazione più avanzate al mondo. L'azienda produce i suoi ultimi chip su una linea di produzione "tri-gate" a 22 nanometri che utilizza transistor tridimensionali per migliorare l'efficienza. Altre società di produzione, come GlobalFoundries (creata quando AMD ha abbandonato la sua divisione di produzione) e TMSC, lottano per tenere il passo con il ritmo di Intel.

alteraarm

Poiché la produzione è direttamente collegata a quanto piccolo ed efficiente può essere un chip, chiunque abbia accesso ad esso ha un vantaggio. Uno dei chip, un processore Cortex-A53 a 64 bit progettato da Altera, una società che crea hardware personalizzato per dispositivi specializzati, sarà prodotto con l'ultimo processo a 14 nm, che non sarà nemmeno utilizzato da Intel fino alla quinta generazione. I processori core vengono rilasciati. I concorrenti non saranno in grado di tenere il passo, a meno che anche loro non firmino con Intel, perché (salvo ritardi di grandi dimensioni e inaspettati) nessun altro produrrà chip a 14 nm nel momento in cui Intel invierà quei chip fuori dalla porta.

Cosa ne ricava Intel?

La flessione delle vendite di PC ha lasciato Intel con una certa capacità di produzione inutilizzata e un apparente desiderio di diversificare. I dirigenti di Intel hanno fatto osservazioni occasionali non registrate sulle negoziazioni con i progettisti di chip ARM (in particolare Apple) nell'ultimo anno. Ora che questi colloqui sono diventati realtà, è chiaro che l'obiettivo di Intel è mantenere i suoi famosi margini di profitto elevati.

Questo è importante per Intel (e, in ultima analisi, per i consumatori) perché l'azienda fa affidamento sulla ricerca di nuove tecnologie per anticipare la concorrenza. I nuovi processori Pentium, quindi Core, sono stati rilasciati in media circa ogni due anni. Questo è stato un enorme vantaggio per i PC, poiché le prestazioni fornite da Intel sono quasi raddoppiate negli ultimi cinque anni. Ma la ricerca e lo sviluppo di una nuova architettura del processore non sono economici, quindi Intel deve assicurarsi che il suo margine di profitto abbia un sacco di imbottitura.

Impianto di fabbricazione Intel in costruzione a Hillsboro, Oregon Impianto di fabbricazione Intel in costruzione a Hillsboro, Oregon

Chi dice di no potrebbe anche ricordare che Intel non sta aprendo i cancelli delle sue strutture di fabbricazione e sta dando il benvenuto a tutti. Gli unici due contratti rivelati finora sono per chip che hanno lavori molto specifici. L'impressionante chip Cortex-A53 a 64 bit e 14 nm prodotto da Altera non verrà mostrato su un tablet Android in qualunque momento presto e non compete in modo significativo con i processori x86. Intel ha espresso il desiderio di assumere più contratti, ma senza dubbio sarà pignola su chi tratterà.

Cosa ottieni da questo?

Direttamente, non molto. Se Intel non è disposta a stringere accordi con i produttori di processori ARM di fascia consumer, come sembra essere il caso, il nuovo accordo non avrà un grande impatto su smartphone e tablet, almeno non direttamente.

Indirettamente, questi sviluppi potrebbero effettivamente rafforzare Intel, rendendo più probabile che vedrai processori Intel x86 nel tuo prossimo dispositivo mobile. Perché? In primo luogo, vendere capacità di produzione a progettisti di chip non competitivi mette semplicemente più soldi nel già formidabile scrigno di guerra di Intel. In secondo luogo, la realizzazione di chip ARM renderà gli ingegneri Intel ancora più familiari sia con la concorrenza ARM che con la produzione di processori piccoli ed efficienti. Accettare di costruire un chip ARM da 14 nm insieme ai propri prodotti x86 può sembrare strano a prima vista, ma il suo effetto sarà quello di fornire all'azienda l'esperienza del mondo reale nella produzione di un'architettura di processore utilizzata dai concorrenti.

intelinsidephone

E poi c'è il futuro alternativo meno probabile (ma possibile) in cui Intel decide di progettare i propri chip ARM. Se Intel avesse mai deciso che è nel suo migliore interesse che il tuo prossimo smartphone abbia un chip ARM, purché sia ​​Intel, allora l'esperienza di produzione con l'architettura non guasterebbe.

Qualunque sia la strategia a lungo termine di Intel, potrebbe essere vantaggiosa per i consumatori se i suoi chip mobili diventassero più competitivi. Con Apple e Samsung che progettano per i propri dispositivi, il numero di aziende che producono hardware di prima qualità a terze parti è piuttosto ridotto. Un nuovo forte concorrente nel segmento, in particolare uno grande come Intel, potrebbe aiutare i produttori di terze parti a tenere il passo con i fantastici chip che escono dai laboratori Apple e Samsung e (esclusivamente) nei prodotti di ciascuna azienda.

Conclusione

La decisione di Intel di produrre architetture ARM non è un'ammissione di sconfitta. L'azienda non va a letto con la concorrenza, sparandosi ai piedi o inserendo qui cliché business-y. In effetti, questa è una decisione semplice che mantiene in funzione le strutture di produzione di Intel, il che è senza dubbio una buona cosa per tutti. Soprattutto tu, se hai intenzione di acquistare un nuovo computer nei prossimi cinque anni.

Negli ultimi anni, gli acquirenti di PC hanno goduto di una durata della batteria raddoppiata insieme a importanti miglioramenti sia nel processore che nelle prestazioni grafiche, il tutto per gentile concessione della bestia chiamata Intel. Per continuare a godere di questi vantaggi, la bestia deve essere nutrita. La produzione di chip ARM su Intel Fab è solo un nuovo modo per spingere più soldi nelle fauci sempre affamate di ricerca e sviluppo.