In che modo Microsoft prevede di risolvere il problema dell'app Surface Neo e Surface Duo

Surface Duo e Surface Neo correranno o moriranno sulle loro app, proprio come fanno tutti i dispositivi mobili.

Ma questi non sono i tuoi tablet o telefoni normali. L'esclusivo design a doppio schermo rende il trasferimento delle app ancora più impegnativo del normale. Inserisci la richiesta di supporto sia per Windows 10 che per Android, la breve sequenza temporale e il famigerato record di Microsoft, e hai molti motivi per preoccuparti.

In vista della giornata degli sviluppatori, Microsoft ha condiviso come avrebbe messo a tacere queste preoccupazioni e creato una soluzione reale per Surface Neo e Duo.

Windows, Android, chi se ne frega?

Fin dall'inizio, Microsoft ha sostenuto che Surface Neo e Surface Duo eseguiranno applicazioni a doppio schermo da quasi tutte le fonti possibili. Più specificamente, sono i milioni di app Android dal Google Play Store su Surface Duo e tutte le app Windows esistenti su Surface Neo. Con i precedenti errori di gap tra le app con Windows RT e Windows 10 Mobile, Microsoft si è affrettata a garantire che questi dispositivi avranno successo grazie al software sottostante.

Al Microsoft 365 Developer Day, Microsoft ci ha finalmente mostrato esattamente come sarebbe successo. Prima di tutto, dovrebbe essere eseguita qualsiasi app indipendentemente dalla piattaforma su cui è stata creata. Ciò include vecchie app Win32, app UWP, app Web e app Android (su Duo).

Ciò non significa, tuttavia, che queste app trarranno magicamente vantaggio dal fattore di forma a doppio schermo e dalle diverse posture di questi nuovi dispositivi Surface. Microsoft sta distribuendo una serie di strumenti e SDK per aiutare gli sviluppatori a realizzare questo obiettivo, oltre a creare nuove app da zero con questo fattore di forma in mente.

Per Duo e Neo, gli sviluppatori avranno accesso a un nuovo SDK a doppio schermo per il framework Xamarin.Forms. Xamarin esiste da anni ed è un framework open source progettato per la creazione di app multipiattaforma, inclusi iOS, Android e Windows. Utilizza anche .NET da una singola base di codice condivisa.

In sostanza, gli sviluppatori potrebbero usarlo per creare app a doppio schermo multipiattaforma su Windows 10X e Android. Questo grazie alla sua capacità di consentire agli sviluppatori di creare interfacce utente in XAML con code-behind in C #. Queste interfacce vengono visualizzate come controlli nativi performanti su ogni piattaforma.

Ciò significa che gli sviluppatori possono creare app iOS, Android e Windows con un solo codice e non dovranno riscrivere l'app per una piattaforma specifica.

Ancora meglio, con un controllo TwoPane View e altre API e strumenti integrati in Xamarin.Forms, gli sviluppatori sono anche in grado di adattare le loro app ai dispositivi Windows 10X a doppio schermo e Surface Duo automaticamente.

Ciò dovrebbe garantire che tutte le app scaricate su Windows 10X e Surface Duo funzionino non solo in modalità schermo singolo, ma anche quando si spanning, ruotando e utilizzando uno dei tanti modelli unici disponibili su questi dispositivi.

Microsoft promette che le app di Windows in questa nuova versione di Windows 10 verranno eseguite in contenitori. Ciò significa che verranno eseguiti virtualizzati in background e in modo rapido e più affidabile. Microsoft ha annunciato il suo contenitore Win32, che consente alle vecchie app Win32 di funzionare perfettamente in Windows 10X. Tuttavia, Windows Central segnala che mentre la maggior parte delle app Win32 tradizionali funzionerà in Windows 10X, i programmi che manipolano i dati del sistema operativo non funzioneranno. Inoltre, i driver verranno gestiti esclusivamente tramite Windows Update, il che significa che non sarà possibile installare i driver manualmente.

Inoltre, ciò significa aggiornamenti meno intrusivi, un sistema più affidabile e una maggiore durata della batteria.

Gli sviluppatori possono testare tutto questo oggi con il nuovo emulatore Microsoft, che dovrebbe aiutare nello sviluppo e nel test di app per Windows 10X e per app a doppio schermo su Surface Duo.

Le app web sono il futuro

Le app di Microsoft Store o Google Play Store non sono la storia completa su come Microsoft risolverà il problema dell'app Surface Neo e Surface Duo. Con il rilascio di un nuovo browser Edge e di nuovi strumenti per sviluppatori in grado di simulare ed eseguire il debug in remoto di dispositivi a doppio schermo, la società scommette anche sulle app Web, meglio conosciute come Progressive Web Apps (PWA).

Microsoft ha sottolineato che una delle app più utilizzate su qualsiasi dispositivo è il browser web. Ciò è particolarmente importante, poiché le PWA sono essenzialmente pagine Web, che sono più semplici da codificare e mantenere. Tuttavia, possono essere eseguiti in modo simile a un'app scaricata in Microsoft Store. Hanno anche lo stesso accesso alle funzionalità di Windows 10, come supporto offline, notifiche e altro.

Ecco perché Microsoft sta spingendo gli sviluppatori a partecipare anche alle app Web. Microsoft vuole fornire agli sviluppatori Web più strumenti per migliorare le app Web per i dispositivi a doppio schermo. La maggior parte dei PWA sono basati su HTML, CSS e JavaScript, ma Microsoft scommette sul futuro. L'azienda sta lavorando con CSS Working Groups presso il World Wide Web Consortium per garantire che, con la crescente popolarità delle PWA, gli sviluppatori siano in grado di costruirle anche per dispositivi a doppio schermo, attraverso browser web e sistemi operativi.

La piattaforma UWP (Universal Windows Platform) era assente dalla soluzione Microsoft, che ha consentito agli sviluppatori di codificare app che funzionano su dispositivi Windows. Sebbene non sia stato menzionato, Microsoft ha affermato in passato che le app UWP saranno supportate in Windows 10X.

Che si tratti di app Android su Surface Duo, app Windows 10X, app Web o UWP, Microsoft sembra impegnata a trovare una soluzione di app adeguata per Surface Neo e Duo. Potrebbe creare confusione con tutte queste diverse opzioni, ma una cosa è certa: non mancheranno le app su questi nuovi dispositivi a doppio schermo.