Tesla sta insegnando alle sue auto come parlare ai pedoni

Tesla ha annunciato che presto insegnerà alle sue auto a parlare con altri utenti della strada e pedoni. Il co-fondatore e CEO dell'azienda Elon Musk ha pubblicato un breve video di una Model 3 parlante sul suo account Twitter personale e ha osservato: "Questo è reale".

"Beh, non restare lì a fissare, sali a bordo", afferma la berlina elettrica con una voce maschile con un soave accento britannico mentre gira a passo d'uomo. Quindi pronuncia un'altra frase che il video non raccoglie. Musk, che ha cambiato il suo nome in Buff Mage su Twitter in un apparente riferimento a World of Warcraft, ha risposto al suo tweet originale usando un'emoji per sottolineare che anche le auto di Tesla acquisiranno la capacità di scoreggiare. Questa non è la prima volta che il dirigente si impegna a premiare i proprietari con una funzione di flatulenza, sorprendentemente, quindi è probabile che lo faccia sul serio.

Come spesso accade, il video pone più domande che risposte. Non sappiamo quando Tesla insegnerà alle sue auto a parlare, ad esempio, come verrà chiamata la funzione e se sarà gratuita o inclusa nel pacchetto Premium Connectivity per cui addebita ai proprietari una tariffa mensile. Anche se nella migliore delle ipotesi suona frivolo, ci sono diverse situazioni in cui questa rotazione unica del concetto di comunicazione da veicolo a infrastruttura tornerà utile.

Tesla parlerà presto con le persone se vuoi. Questo è vero. pic.twitter.com/8AJdERX5qa

- Buff Mage (@elonmusk) 12 gennaio 2020

Non è troppo inverosimile immaginare che i conducenti di Uber o Lyft possano utilizzare la funzione per annunciare il loro arrivo, specialmente nelle aree affollate. Sentire "ciao, Cecilia, sono arrivato" sarebbe più veloce e più diretto che cercare di trovare una Toyota Corolla argentata in un mare di Toyota Corolle argentate, o girovagare per controllare la targa di ciascuna macchina.

Guardando al futuro, Tesla si è impegnata a fornire auto completamente autonome il prima possibile e dare a una Model 3 il potere della parola risolve molti problemi di comunicazione. Altre case automobilistiche hanno sperimentato diversi modelli di illuminazione che consentono a un'auto di informare un pedone o un motociclista delle sue intenzioni. Il discorso è più diretto; un'auto autonoma potrebbe dire "vai avanti e attraversa, mi fermo" o "sto girando a sinistra qui".

Quando arriverà, che sia tra un anno o 10, la piena autonomia aprirà le porte a servizi di ride-hailing che operano instancabilmente 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, e Tesla sta già pianificando di monetizzare questi servizi. Alla fine del 2019, ha annunciato l'intenzione di implementare una massiccia flotta di robo-taxi a guida autonoma, anche se la tempistica per il suo lancio rimane vaga, e scommetto che ogni auto in essa (che sia di proprietà aziendale o privata) avrà il capacità di parlare.

Tesla rilascerà ulteriori informazioni sulle sue auto parlanti simili a Knight Rider nei prossimi mesi. Non c'è alcuna indicazione che la funzione richieda modifiche hardware, quindi i proprietari dovrebbero ottenerla tramite un aggiornamento software over-the-air.