Come scattare belle foto con il telefono

Le fotocamere degli smartphone stanno diventando più avanzate con ogni nuova generazione, mentre le app utilizzate per catturare, modificare e condividere foto sono diventate più intuitive. Quindi non sorprende che le persone caricino quotidianamente miliardi di foto su Internet, in particolare i social network come Instagram, Facebook e Snapchat. La fotografia è il linguaggio dei social media e lo smartphone è il suo strumento. Ma per sfruttare al massimo la tecnologia della fotocamera sempre più capace inserita negli smartphone, è comunque necessario conoscere alcuni suggerimenti e trucchi di base.

Sia che tu voglia foto migliori della famiglia alle riunioni o che speri di creare un account Instagram per i tuoi impegni culinari, abbiamo alcune cose importanti da tenere a mente mentre elevi il tuo gioco di fotografia mobile.

Mantieni la lente pulita

Unsplash

Questo potrebbe sembrare ovvio, ma è qualcosa che spesso passa inosservato. I telefoni tendono a passare molto tempo in tasca e nelle mani, raccogliendo polvere e impronte digitali che possono coprire l'obiettivo. Una lente sporca produrrà spesso immagini che sembrano nuvolose, poiché gli oli e lo sporco possono diffondere e diffondere la luce che entra nell'obiettivo. Se ti capita di portare con te un panno in microfibra, usalo. In caso contrario, una semplice passata con un'area della camicia pulita e priva di sporco dovrebbe portare a termine il lavoro in un attimo, ma fai attenzione che le fibre dei vestiti potrebbero graffiare la lente.

Prova a usare la regola dei terzi

Unsplash

La "regola dei terzi" è una "regola" compositiva nella pittura e nella fotografia e rimane un utile modello per ottenere una composizione decente, indipendentemente dal soggetto. L'idea alla base della regola è che le foto sono più interessanti quando i loro soggetti si allineano con linee immaginarie che dividono la fotografia in terzi, sia orizzontalmente che verticalmente. Fotografare soggetti leggermente decentrati spesso crea un'immagine più "bilanciata" e dà un maggiore senso di spazio e movimento. Ciò è in contrasto con le foto che mettono il soggetto al centro del punto morto, il che tende a dare come risultato foto che sembrano più artificiali.

Per iniziare, immagina una griglia che divide la tua foto in nove parti. Se non puoi immaginare, non preoccuparti: la maggior parte delle app della fotocamera, comprese le app della fotocamera di serie nei dispositivi Android e iOS, hanno la possibilità di mostrare una griglia tre per tre.

Will Nicol / Tendenze digitali

Nella foto sopra, ad esempio, il tronco della statua dell'elefante è allineato lungo uno degli assi verticali, mentre la strada è allineata lungo un asse orizzontale. Oltre alle linee della griglia, sono utili anche i punti di intersezione lungo le linee. L'occhio dello spettatore è attratto da questi punti; posizionare una caratteristica importante vicino a uno di questi punti di intersezione, ad esempio gli occhi di una persona, focalizzerà l'attenzione dello spettatore su quella caratteristica specifica.

Nonostante il nome, la regola dei terzi è più una linea guida che una regola de facto. A seconda della sensazione che stai cercando di trasmettere in un'immagine, una composizione diversa può essere più utile. Se vuoi catturare la simmetria di un edificio, ad esempio, mettere il soggetto al centro ha senso. La regola dei terzi serve semplicemente a fornire un semplice modello per creare foto interessanti ed equilibrate.

Presta attenzione all'illuminazione

I migliori telefoni con fotocamera: Pixel 2 Julian Chokkattu / Tendenze digitali

L'illuminazione è, senza paragoni, gli aspetti importanti della fotografia. Dopo tutto, la parola "fotografia" si traduce efficacemente in "dipingere con la luce".

La direzione, il colore e la durezza di una fonte di luce possono avere effetti drammatici su una fotografia. Questo è il motivo per cui i fotografi professionisti spesso dispongono di flash, riflettori e altri dispositivi per manipolare l'illuminazione. Se utilizzi il telefono per scattare foto, è probabile che ti trovi in ​​una situazione in cui le fonti di luce sono più o meno fuori dal tuo controllo. In quanto tale, è importante sfruttare la luce che si ha, nel miglior modo possibile.

Una regola generale da seguire è assicurarsi che la principale fonte di luce, sia essa il sole o una lampadina, sia dietro di te, splendente sul soggetto della foto. Prova anche a vedere il soggetto da diverse angolazioni; la luce che colpisce il lato del viso di una persona può produrre un ritratto molto diverso rispetto a quando l'illuminazione colpisce la parte anteriore del viso.

Ovviamente, come per tutti gli sforzi artistici, la sperimentazione può essere molto meglio della rigida aderenza. Prova a sfruttare strane situazioni di illuminazione come i tramonti per foto più uniche.

Evita di usare il flash

Flash wireless iBlazr 2 LED

Mentre il flash è apparentemente buono per scattare foto in ambienti con scarsa illuminazione, in generale tende a rendere le foto dello smartphone peggiori rispetto a se dovessi farne a meno. Quando si scattano foto, il flash può produrre artefatti indesiderati, come occhi luminosi o pelle troppo illuminata, anche sul miglior smartphone. Certo, ci sono situazioni in cui il flash è necessario o addirittura utile (prova a usarlo sotto la luce solare intensa, come un modo per illuminare un soggetto), ma per la maggior parte, cerca di usare la luce naturale il più spesso possibile. Se hai assolutamente bisogno di una sorgente di luce artificiale, considera un accessorio lampada a LED che ti permetta di regolare la temperatura, come quella nella foto sopra (ci piacciono anche le custodie LuMee con LED integrati).

Non utilizzare mai lo zoom digitale

Precedente Successivo 1 di 2 Will Nicol / Tendenze digitali Will Nicol / Tendenze digitali

Un'altra cosa che dovrebbe essere evitata a tutti i costi è la funzione di zoom digitale sulla fotocamera. Questo perché la funzione di zoom sulla maggior parte dei telefoni non funziona come una normale fotocamera. Quando si utilizza una fotocamera con zoom ottico, l'obiettivo regola i suoi elementi ottici interni, consentendogli di aumentare o diminuire la sua lunghezza focale. Lo zoom digitale su uno smartphone non lo fa. Invece, ingrandisce semplicemente la foto ritagliando in modo efficace, facendo apparire i soggetti più vicini, ma con una perdita di fedeltà. Certamente lo zoom digitale negli ultimi telefoni, come l'iPhone XS, è migliorato, ma lo eviteremmo comunque.

L'unico buon modo per fotografare qualcosa di lontano è davvero avvicinarsi. Ad esempio, ecco lo stesso soggetto fotografato con lo zoom digitale e poi fotografato di nuovo da vicino.

Si noti come la prima foto abbia una definizione molto inferiore rispetto alla seconda. I dettagli sono più sfocati, i colori un po 'sbiaditi e nel complesso è un'immagine scadente. Avvicinarsi al soggetto preserva la qualità dell'immagine. Se non riesci ad avvicinarti, faresti meglio a scattare una foto normale e ritagliare l'immagine finale in post-produzione. Stai effettivamente facendo la stessa cosa.

Modalità fotocamera, HDR e RAW

Precedente Successivo 1 di 2

Quando utilizzi l'app fotocamera predefinita, potresti notare che ci sono varie "modalità" tra cui scegliere, oltre a un'opzione automatica. È probabile che la maggior parte delle persone lasci semplicemente l'app in modalità automatica. Ciò consente alla fotocamera di regolare le impostazioni in base a una varietà di fattori dell'ambiente, dall'esposizione alla temperatura del colore. Va bene se stai scattando casualmente qualcosa velocemente. Ma a volte hai bisogno di un po 'di più dalla tua fotocamera.

L'utilizzo di modalità specifiche può aiutarti a scattare ritratti migliori, creare panorami e altro ancora. Prova a sfogliare le varie impostazioni all'interno della tua app della fotocamera e scopri quale modalità si adatta meglio alla scena che stai cercando di catturare o allo stile che speri di replicare.

Una delle impostazioni più utili è HDR o High Dynamic Range. Si tratta di una forma di acquisizione ed elaborazione delle immagini che aiuta la fotocamera a bilanciare le luci e le ombre in una scena, consentendo così di creare immagini che assomigliano meglio a come l'occhio umano vede un'immagine.

Sebbene vari da app a app e da un produttore di smartphone all'altro, il più delle volte la funzione HDR scatta tre foto - un'immagine più scura, un'immagine più chiara e un'immagine neutra - e le frantuma insieme, producendo un'immagine che chiaramente trasmette tutti gli alti e bassi della scena. Questo è uno strumento utile per alcune situazioni, come fotografare paesaggi o scene in controluce, sebbene possa causare problemi quando si fotografano soggetti in movimento o scene con molti colori vivaci.

Gli smartphone e i sistemi operativi più recenti ti consentono di immergerti ulteriormente nelle modalità di acquisizione e creative. Imitano le modalità di scatto che potresti trovare in una fotocamera avanzata, come la priorità dell'apertura, la priorità dell'otturatore e il manuale completo, nonché ISO (sensibilità) e bilanciamento del bianco. L'utilizzo di queste impostazioni manuali offre un maggiore controllo sull'immagine finale, invece di affidare completamente il volante all'autopilota. Gli utenti occasionali troveranno questo eccessivo, ma in determinate situazioni potrebbe tornare utile. Tuttavia, un telefono non è come una fotocamera "normale", quindi non aspettarti le stesse prestazioni, ma offre agli utenti più avanzati una certa flessibilità.

Un'altra caratteristica professionale è l'acquisizione RAW non compressa, che molti telefoni offrono ora. Quasi tutti gli smartphone salvano le foto come JPEG compressi, uno standard di file comune. Mentre i JPEG vanno bene per la maggior parte degli usi, i formati di foto RAW ti offrono maggiori opportunità di post-elaborazione, poiché conserva molti più dati rispetto ai file JPEG compressi. Puoi estrarre più informazioni dalle luci e dalle ombre, regolare più accuratamente il bilanciamento del bianco e, in generale, estrarre di più dall'immagine senza perdere la qualità come faresti con un JPEG.

Sperimenta con diverse app di modifica e salva le foto

Screenshot dalla popolare app di fotoritocco per Android e iPhone VSCO

Una delle reazioni più sprezzanti durante i primi giorni di Instagram è stata quella di lamentarsi di come le persone lanciano semplicemente filtri casuali sulle foto, dando la finzione dell'arte senza alcun tipo di intento più profondo. Sebbene sia vero che Instagram e altre app di modifica delle immagini hanno fornito al fotografo medio per smartphone strumenti che potrebbero non sapere come utilizzare correttamente, ciò non dovrebbe riflettersi male sugli strumenti stessi.

I critici una volta denunciavano la creazione di strumenti elettronici, ma invece di distruggere la musica, hanno solo aggiunto ulteriori livelli al processo creativo. Lo stesso vale per il software di modifica delle immagini. Se usati correttamente, i filtri e l'editing digitale possono essere un ottimo strumento di espressione. Oltre alle app per fotocamera di serie, sono disponibili moltissime altre app per fotocamere per dispositivi Android e iOS, nonché app per la modifica delle foto. Sperimenta con diverse app e strumenti per trovare l'aspetto migliore per il lavoro.

Ricorda che la fotografia è un'arte e, come ogni arte, conoscere le regole è importante, così come infrangerle. Usa i suggerimenti di cui sopra per migliorare le tue foto, ma non aver paura di sperimentare.