I chip RFID impiantati sotto la pelle trasformano la GIF art in body art

l'uomo con il gif in mano il tatuaggio digitale

Farsi un tatuaggio fa male, ma se segui l'esempio dell'artista Anthony Antonellis, le cose stanno per diventare ancora più dolorose: ha ottenuto il primo "tatuaggio digitale" al mondo, un chip RFID impiantato nella sua mano - e il processo è un po 'più complicato che applicare l'inchiostro sulla pelle. 

Antonellis ha fatto impiantare il minuscolo chip da un artista di modificazione del corpo di Brooklyn, che ha aperto la sua mano, ha inserito l'impianto in una piccola capsula di vetro e l'ha cucita per chiuderla. Puoi guardare il video se vuoi confermare che non vuoi mai e poi mai fare questo al tuo corpo. 

Anche se l'impianto sembra crudele, l'effetto finale è piuttosto interessante.

Quando Antonellis posiziona il telefono sopra il suo impianto, viene visualizzata una delle sue GIF personalizzate, quindi l'impianto funziona come unità di archiviazione per l'arte digitale. Antonellis può modificare il contenuto del chip sul suo telefono, quindi non deve recuperarlo fisicamente ogni volta che vuole inserirvi una nuova grafica. Spera di far crescere il progetto per coinvolgere altri artisti. 

"Questa GIF animata, che è la mia favicon, è in realtà la prima immagine che ho caricato e non l'ho ancora modificata", afferma Antonellis. E il chip non contiene solo GIF. “Può archiviare file diversi dalle GIF, come JPG, file MIDI o persino arte ASCII. Risolvo i problemi con l'app e faccio esperimenti utilizzando tag NFC non impiantati. Una volta che inizio il punto cruciale del progetto, la micro-cura, gli artisti possono inviare qualsiasi formato purché lavori entro i limiti di dimensione ", ci dice Antonellis. 

Antonellis sta sviluppando un'app che funzionerà con questo tipo di impianto. "L'app funge da interfaccia per scaricare la GIF dal chip a un dispositivo Android senza dover essere online", afferma. “Mostra anche informazioni estese sull'opera d'arte come una descrizione o collegamenti al sito web dell'artista. Poiché l'app è ancora in fase di scrittura, è possibile una versione semplificata delle sue funzionalità utilizzando i dati NDEF. Il messaggio NDEF dei chip carica un URL che mostra una copia speculare di ciò che è sull'impianto ".  

Antonellis ha grandi progetti per il progetto. Prevede di utilizzare Arduino, una piattaforma aperta per la creazione di oggetti interattivi. “La mia presenza attiverebbe l'oggetto. Arduino verrà utilizzato per interfacciarsi e interagire con le altre funzioni dei chip ", spiega. "Con Arduino posso costruire display digitali indipendenti in grado di ricevere e mostrare il contenuto del chip. L'archiviazione GIF utilizza solo una possibilità dell'impianto e ce ne sono molte altre che non vedo l'ora di esplorare. Mi piace trovare modi creativi per lavorare entro restrizioni e limitazioni, e in questo modo il chip ha molti parallelismi con il formato file GIF ". 

Anche se potrebbe sembrare là fuori impiantare un chip nel tuo corpo, non è così diverso che ottenere piercing o tatuaggi normali: l'incisione è piccola e, considerando quante persone subiscono un intervento di chirurgia plastica invasiva, un piccolo chip in mano non lo fa misura esattamente come modificazione corporea estrema.

Altre persone hanno già impiantato dei chip, anche se non con il preciso scopo di diffondere l'arte. Il primo impianto RFID è avvenuto nel 1998, quando il professore britannico Kevin Warwick gli ha messo un chip nel braccio in grado di aprire le porte, spegnere le luci e, secondo quanto riferito, persino raffreddare il suo vino.

La tendenza ha preso piede. Una società di sorveglianza ha inserito gli impianti nei lavoratori e l'interesse degli hobbisti è abbastanza forte che un video "come fare l'impianto fai da te" è arrivato a Forbes. Non devi essere un esperto tecnico per utilizzare la tecnologia; Antonellis dice di aver imparato molto sull'RFID man mano che procedeva. “È stata un'esperienza di apprendimento, sono entrato in questo con una conoscenza quasi zero dell'RFID seguita da un mese di ricerca ossessiva della tecnologia sottostante e dell'impianto fisico. È stato interessante conoscere la storia dell'impianto ", dice. 

 Quindi il prossimo capitolo nella storia dell'impianto presenterà l'arte dell'impianto RFID come un movimento o una nota a piè di pagina? È troppo presto per dirlo (e la maggior parte di noi è troppo schizzinosa per averne uno), ma sarà interessante vedere cosa faranno gli artisti digitali avventurosi con questa tecnologia.