Come fotografare i bambini: una guida per i genitori sul congelamento dell'infanzia

Hillary Grigonis

Essere genitori è complicato ed estenuante, ma è uno dei migliori motivi per imparare a fotografare. Alcuni dei migliori fotografi dilettanti sono genitori. Si addentrano nell'hobby perché hanno una nuova aggiunta alla famiglia, ma presto si rendono conto che - come molti altri aspetti della genitorialità per mamme e papà per la prima volta - non hanno idea di cosa stanno facendo. I flash riflettono questo e quello; appaiono ombre che non sono mai esistite prima; e le tonalità della pelle sembrano sbiadite, spente o del tutto innaturali. Per fortuna, imparare a scattare foto ai bambini crea un hobby semplice e divertente che puoi divertirti senza assumere una babysitter - e quale genitore non ne ha bisogno? Ecco come fotografare i bambini.

L'attrezzatura di cui avrai bisogno

Mentre alcuni elementi per scattare foto migliorano con l'acquisto di una nuova fotocamera, non è davvero necessario spendere un centesimo se padroneggi l'attrezzatura che hai già. Certo, l'aggiornamento da una fotocamera per smartphone a una DSLR o una variante mirrorless offrirà ancora più miglioramenti man mano che impari a fotografare i bambini, ma non spendere ancora i fondi per il pannolino per una nuova fotocamera.

Allora di cosa hai bisogno, idealmente, per scattare buone foto ai bambini? I bambini sono veloci: se hai un figlio sopra l'età gattona, questo è ovvio. Ma i soggetti veloci necessitano di un buon autofocus e di una velocità di scatto veloce. Molti dei momenti più memorabili per i bambini avvengono anche in condizioni di illuminazione tutt'altro che ideali: un obiettivo luminoso aiuterà sia in condizioni di scarsa illuminazione, sia creerà quello sfondo cremoso e sfocato.

Una reflex digitale è più veloce; ti permette di fare cose più creative con le tue foto offrendo un controllo infinito sulla composizione; avrà una lente intrinsecamente più lunga; e scatta foto migliori nove volte su dieci, anche se usi semplicemente la modalità Auto e lasci che la fotocamera faccia il resto. Certo, queste fotocamere sono più costose, ma la qualità delle immagini ne varrà la pena per gli anni a venire.

OK: una fotocamera con zoom con modalità manuali o una fotocamera impermeabile che non verrà distrutta se tuo figlio la lascia cadere nella toilette. Prova l'Olympus TG-5, la Panasonic FZ80 o la Panasonic FZ2500.

Buono: una reflex digitale o una fotocamera mirrorless entry-level con obiettivo in kit. Prova la Nikon D3400 o Canon EOS Rebel SL2.

Migliore: una DSLR di livello medio con un obiettivo luminoso a focale fissa. Prova ad abbinare la Nikon D5600 o la Fujifilm X-T20 con un obiettivo a focale fissa da 50 mm f / 1.8.

Migliore: uno sparatutto veloce con un obiettivo luminoso. Questi sono costosi, ma se hai un budget elevato, considera la Nikon D500, Canon EOS 5D Mark IV o Sony A7 III.

Bloccato con uno smartphone fino a quando non acquisti più i pannolini? Scarica un'app di fotografia gratuita con modalità manuali e segui i passaggi successivi per migliorare le tue foto con la tecnica, non con i contanti.

Passaggio 1: impara a conoscere la tua fotocamera

Più conosci la tua fotocamera, migliori saranno le tue foto. Sai come scattare più foto in rapida successione? Come fai a far scattare il flash? La tua fotocamera offre file RAW per un maggiore controllo sulle modifiche alle foto? Prenditi il ​​tempo per sederti e notare dove sono tutti i quadranti e pulsanti e esplorare il menu delle altre impostazioni. Per imparare a fotografare i bambini, in particolare, vuoi trovare:

Modalità Burst: scatta più foto di seguito invece di una singola foto. Questo è essenziale per ottenere il tempismo giusto, dal cogliere il sorriso di un bambino per catturare la prima pratica della palla a T.

Flash: la maggior parte dei nuovi fotografi ha paura del flash, ma ti consigliamo di scoprire dove si trova il tuo per scatti in condizioni di scarsa illuminazione e anche per migliorare le foto all'aperto nel bel mezzo della giornata.

RAW: se hai un programma di fotoritocco, scattare in RAW è una buona idea. Se non hai il software (o, per molti genitori, il tempo), segui i JPEG.

Modalità autofocus: prendi nota di dove sono le tue modalità autofocus. Quando i tuoi figli si muovono, ti consigliamo l'autofocus continuo o AF-C (Canon si riferisce a questo come AI Servo). Ma in quelle poche occasioni in cui sono effettivamente seduti, passa all'autofocus singolo o AF-S (AI Focus su Canon).

Compensazione dell'esposizione: foto troppo chiara o troppo scura? La compensazione dell'esposizione consente di regolare anche prima di aver imparato a utilizzare le modalità manuali.

Passaggio 2: esplora le modalità di scatto

La maggior parte delle fotocamere dedicate ha una modalità per bambini all'interno delle diverse opzioni di scena che è un buon punto di partenza. Ma, per prendere davvero il controllo delle immagini, inizia a scavare in modalità manuale. Non provare a immergerti a capofitto nel manuale completo. Inizia con la modalità priorità diaframmi, di solito la A sulla ghiera delle modalità. Una piccola apertura o un numero f fa entrare più luce e crea quegli sfondi morbidi e sfocati, perfetti per sfocare quel mucchio di biancheria sullo sfondo fino all'oblio. La maggior parte delle volte, quando si fotografano bambini, è preferibile un numero f basso. Per mantenere più nitida la foto, ad esempio se stai fotografando più bambini in uno scatto o se la scena è particolarmente interessante, ti consigliamo di utilizzare un numero f più grande come f / 8.

Una volta che sei a tuo agio con l'apertura, approfondisci la velocità dell'otturatore: velocità dell'otturatore più elevate sono le migliori per i bambini veloci, ma avrai bisogno di velocità dell'otturatore più lente all'interno e in condizioni di scarsa illuminazione. La regola generale è raddoppiare la velocità dell'otturatore per l'obiettivo, quindi un obiettivo kit da 50 mm dovrebbe essere almeno 1/100. I bambini attivi, tuttavia, generalmente hanno bisogno di almeno 1/250, quindi gioca con la velocità dell'otturatore. L'ultimo pezzo del puzzle è l'ISO, ovvero la sensibilità della fotocamera alla luce. Se c'è molta luce, tienila bassa, ma nelle condizioni più buie usa quei numeri alti come ISO 1600.

Quando scatti in manuale, il misuratore all'interno del mirino ti dice se la foto è troppo chiara o troppo scura, essenziale per le riprese in manuale completo. Se non riesci mai a disattivare le modalità di apertura e priorità dell'otturatore, non preoccuparti: quelle modalità, combinate con la compensazione dell'esposizione, funzioneranno bene per fotografare i bambini il 95 percento delle volte.

Passaggio 3: zoom

L'apertura non è l'unica cosa che influisce sulla profondità di campo o sulla sfocatura dello sfondo. L'uso di un obiettivo zoom crea anche questo effetto e aiuta anche i genitori a catturare foto più spontanee poiché è meno probabile che i bambini notino la fotocamera quando sei più lontano.

"Il sensore di una fotocamera compatta non consente una profondità di campo ridotta o qualsiasi profondità di campo per quella materia", afferma Steve Heiner, Senior Technical Manager di Nikon Inc. "Più lungo è l'obiettivo, maggiore è la lunghezza focale, più questa profondità di campo ridotta è possibile. "

Ad esempio, se esegui lo zoom indietro fino all'estremità 55 mm del tuo obiettivo kit 18-55 mm che è molto probabilmente incluso con la tua nuova DSLR, puoi ottenere un ammorbidimento molto piacevole dello sfondo. Se scatti con l'estremità da 18 mm dell'obiettivo, lo sfondo sarà a fuoco. Per divertirti di più con la profondità di campo, puoi acquistare uno zoom ancora più lungo, come un obiettivo da 55-300 mm, per ridurre ulteriormente la profondità di campo. Questi teleobiettivi sono anche meravigliosi per scattare foto molto sincere dei tuoi figli, che spesso entrano in modalità tartaruga o fanno una tazza per la fotocamera se sanno di essere fotografati.

Passaggio 4: trova o crea una luce eccezionale

L'illuminazione può facilmente creare o distruggere il tuo scatto. Man mano che impari, puoi creare la tua luce, ma quando inizi, impara a riconoscere la buona luce. All'aperto in una giornata nuvolosa, scattare una buona foto è facile. In una giornata di sole, trovare l'ombra è spesso la soluzione migliore. Come principiante, evita gli scenari in cui la luce arriva direttamente dietro il bambino finché non conosci le modalità flash e manuale. Una volta che sai come aggiungere un flash a bassa potenza o esporre solo per il soggetto, tuttavia, la retroilluminazione può creare bellissime foto per bambini.

Se sei come la maggior parte dei genitori, scopri che scattare foto in interni, specialmente di notte, produce i peggiori scatti possibili. È allora che il fastidioso flash si riflette su tutto, dai frigoriferi in metallo al vetro, per non parlare di quelle facce spettrali. Innanzitutto, prova a tenere spento il flash e utilizza un ISO alto: spingi l'ISO abbastanza in alto da ottenere una velocità dell'otturatore di almeno 1/60.

Naturalmente, i flash sono nostri amici, in ultima analisi. Esistono per un motivo, e uno di questi è eliminare quelle fastidiose ombre. Dì che sei in vacanza al Grand Canyon e il suo mezzogiorno. La luce solare intensa proveniente direttamente dall'alto fa sembrare tutti i tuoi bambini occhi piccoli e nasi lunghi a causa delle ombre che il sole proietta. Accendi il flash e si adatterà alla quantità di luce naturale e riempirà delicatamente quelle ombre, facendo apparire di nuovo i volti normali. I flash possono anche aiutare a riempire i dettagli su una faccia sotto quel nuovo cappello da cowboy o da pompiere.

Al chiuso, se è necessario utilizzare un flash per prevenire la sfocatura, provare a regolare l'intensità del flash utilizzando la compensazione del flash: la maggior parte delle volte, è necessario un numero negativo per ridurre il flash e sbarazzarsi di quelle strane ombre.

Un flash esterno è anche un buon investimento. Questi flash flessibili possono essere angolati verso il soffitto in modo che la luce rimbalzi e si diffonda in tutta la stanza, eliminando l'aspetto di un “cervo nei fari”. “Se non vuoi o non puoi permetterti di acquistare un flash ausiliario, prova a mettere una tazza di caffè in polistirolo asciutta e pulita sopra il flash integrato nella fotocamera. Diffonderà la luce quanto basta. E puoi anche disegnare una piccola faccina sorridente sulla tazza per intrattenere i bambini ", dice Heiner. "Assicurati solo che la tazza non venga effettivamente a contatto con il flash, che può scioglierlo e potenzialmente causare danni."

Passaggio 5: scendere al loro livello

Come scattare foto ai bambiniCome scattare foto ai bambini

Uno dei più grandi errori commessi dagli adulti quando fotografano i bambini è scattare dal livello degli occhi. Il problema è che probabilmente sei molto più alto di tuo figlio; in ogni foto, le guardi dall'alto in basso, il che le fa sembrare più piccole di quanto non siano in realtà.

Per creare foto più intime che catturino il mondo come lo vede un bambino, regola la tua altezza in modo che corrisponda alla loro inginocchiandoti, sedendoti o, sì, sdraiandoti sullo stomaco per fotografare quel nuovo crawler. In questo modo, potrai vedere meglio il viso del bambino, uno sfondo migliore e più dettagli. Ci sono alcune occasioni in cui potresti voler essere più alto (o anche più basso) del soggetto di tuo figlio, come quando vuoi mostrare il casino lasciato da quel primo scontro con la torta di compleanno. Ma, il più delle volte, il livello degli occhi è il migliore. Guarda entrambe le foto sopra come due esempi di questo.

Passaggio 6: gioca

Avrai più successo con la fotografia e foto migliori e più creative, se giochi come un bambino mentre fotografi i bambini. Non aver paura di scendere a terra con i tuoi figli o di dire loro di fare cose divertenti, come fare facce buffe, saltare o comportarti in modo sciocco. Quando giochi con loro, abbasseranno la guardia. Salta il "dì formaggio" e ottieni veri sorrisi fotografando mentre giochi. Se hai problemi a farti sorridere, recluta l'aiuto: una delle mie foto preferite di mio figlio è stata scattata quando sua nonna lo faceva sorridere giocando a sbirciatina.

Come fotografare i bambini Hillary Grigonis Hillary Grigonis

Divertiti con diverse tecniche di composizione. Ad esempio, i ritratti fuori centro sono generalmente più interessanti di quelli centrati. Cerca quei momenti di transizione, in cui un bambino sta per fare qualcosa, come toccare un fiore o saltare da un gradino. Ricorda che se vuoi che un bambino sorrida o guardi la telecamera, parole sciocche e rumori sono i tuoi migliori amici.

Mentre componi lo scatto, o decidi cosa rimane e cosa è escluso, concentrati sulla varietà. Naturalmente, scatta molte foto, incluso il viso e tutto il corpo, ma non dimenticare di avvicinarti ancora di più ai dettagli e fotografare le mani paffute che afferrano le conchiglie che hanno appena raccolto o le bolle che si attaccano ai loro capelli durante il bagno. Allo stesso modo, prendi anche alcuni scatti ampi. Quando junior è al college, probabilmente vorrai ricordare quell'orsacchiotto che ha sempre avuto, o che tua figlia una volta era in grado di entrare in un secchio.

Come scattare foto ai bambiniCome scattare foto ai bambini

Passaggio 7: guadagna fiducia

Uno dei nostri fotografi preferiti è Richard Menzies, che scatta foto incredibilmente sincere che sono il più lontano possibile dalla fotografia di ritratto. Menzies, che ancora preferisce la pellicola al digitale, si è allenato a girare velocemente. Non solleva mai la fotocamera davanti agli occhi finché non è sicuro della composizione e dell'esposizione. “Mia zia Belva, al contrario, rimaneva lì a guardarmi attraverso il mirino per quelle che sembravano ore. Da bambino avevo paura che mi facessero una foto e, sfortunatamente, lo faccio ancora. Perché? Non mi fido del fotografo ", dice Menzies. "Con una fotocamera digitale che fa la maggior parte del lavoro per te, non ci sono scuse per restare lì tenendo la fotocamera davanti al viso mentre il soggetto diventa irritabile e il momento decisivo si dissolve."

L'esperienza di Menzies, a quanto pare, sta cristallizzando quei momenti accattivanti in cui i bambini non "rapinano" la macchina fotografica. Menzies consiglia di non fare una grande produzione quando si scatta una fotografia, ma piuttosto di avere la macchina fotografica a portata di mano, pronta a partire in ogni momento.

Menzies sottolinea anche l'economia dei telai. Con le fotocamere digitali, non c'è limite alla quantità di fotogrammi che puoi scattare, ma ciò non significa che dovresti sottoporre i tuoi figli a infinite ore mentre cerchi di catturare lo scatto giusto. “Conquista la fiducia dei tuoi figli scattando loro belle foto. Non mostrare quelli che non sono buoni. Muoviti normalmente, lavora velocemente e senza intoppi. E solo perché la tua fotocamera scatta 10 milioni di fotogrammi prima che sia il momento di ricaricare, non significa che devi scattare 10 milioni di fotogrammi ", afferma Menzies.

Passaggio 8: modifica

Sebbene sia sempre facile farlo correttamente nella fotocamera (specialmente quando sei un genitore e non c'è mai abbastanza tempo), alcune piccole modifiche possono fare una grande differenza, sia che si utilizzi un programma desktop come Lightroom o un'app fotografica mobile. Stai lontano dalle cosiddette modifiche di bellezza e mantieni quelle facce paffute proprio come le ricordi. Concentrati sul miglioramento della foto in generale regolando l'esposizione, il colore, il contrasto e la nitidezza. Usa lo strumento di ritaglio per eliminare qualsiasi distrazione e raddrizzare lo scatto (poiché è difficile tenere una fotocamera perfettamente dritta).

Ricorda solo che i bambini sono ottimi soggetti. Divertiti, conosci la tua fotocamera, sperimenta, guadagna la fiducia dei tuoi soggetti e impara alcune nozioni di base e scatterai delle foto fantastiche che varrà sicuramente la pena appendere al muro.

Questa storia è stata aggiornata il 9 maggio 2018 per includere suggerimenti aggiuntivi e nuovi consigli sull'hardware.