Vuoi navigare sul Web in privato? Ecco come farlo per davvero

Quando si tratta di navigare sul web senza lasciare tracce, c'è molto rumore là fuori. I consigli variano dall'ottenere una VPN alla disabilitazione dei cookie all'utilizzo della modalità di navigazione privata all'interno del browser di tua scelta. Tuttavia, quale di questi strumenti funziona e come funzionano? La verità è che diversi strumenti impediscono diversi tipi di tracciamento.

Per capire come funzionano questi strumenti, devi prima capire cosa può essere monitorato:

  • Il tuo indirizzo IP: si  tratta di una serie di numeri generalmente impostati dal tuo ISP e sono necessari per accedere a Internet. Qualsiasi sito che visiti può registrare il tuo indirizzo IP, che potrebbe successivamente identificarti.
  • Account a cui hai effettuato l'accesso: aziende come Instagram o Facebook utilizzano i tuoi dati per monitorare la tua attività su quei rispettivi siti, insieme ad altre pagine web, grazie al codice incorporato. Cose come Google Analytics o l'onnipresente pulsante "Mi piace" potrebbero, in teoria, monitorare le tue attività di navigazione per conto di quelle società.
  • Cookie: si  tratta di piccoli file di testo generati dai siti per salvare, tra le altre cose, le tue preferenze sui siti. Il Web sarebbe molto fastidioso da utilizzare senza di essi, ma a volte i cookie vengono utilizzati anche per tracciare gli utenti a fini pubblicitari.
  • La tua impronta digitale online o la stringa dell'agente utente: questi dati sono costituiti da tutte le informazioni che il tuo computer invia ai server web durante la richiesta di un sito web. Queste informazioni includono il browser e il sistema operativo in uso, nonché la risoluzione. Questo sito ti consente di vedere a cosa assomigliano queste informazioni. La tua impronta digitale non è necessariamente unica, ma può essere utilizzata per rintracciarti anche quando tutto il resto è stato nascosto.

Esistono altri metodi, ma questi sono i principali strumenti di monitoraggio al momento della stesura di questo documento. Sapere quali strumenti per la privacy utilizzare dipende da quale di queste cose ti interessa mantenere la riservatezza. Esaminiamo tutti i diversi strumenti che puoi utilizzare per navigare sul Web in privato, coprendo ciò che fanno e cosa non fanno per proteggere la tua privacy.

Navigazione privata: impedisce al browser di tracciarti

Che cosa fa : apre una nuova sessione del browser che non ha eseguito l'accesso ad alcun account e non utilizza i cookie. Anche l'attività in modalità di navigazione privata non viene aggiunta alla cronologia del browser.

Cosa non fa : impedisce ai siti di tracciare il tuo indirizzo IP.

navigazione-privata-in incognito

A volte, tuttavia, potresti voler navigare sul Web senza che il browser tenga traccia di tutte le tue attività. È qui che entra in gioco la navigazione privata.

Questa funzione ha nomi diversi su browser diversi - su Chrome, si chiama Modalità di navigazione in incognito e su Internet Explorer, si chiama InPrivate - ma agisce più o meno allo stesso modo su tutti. Si apre una nuova finestra del browser e nessuna delle tue attività in quella finestra viene aggiunta alla cronologia del browser. Tutti gli account a cui hai effettuato l'accesso nelle altre finestre del browser non vengono registrati nella finestra di navigazione privata, il che significa che non puoi essere tracciato come utente di quei siti. I tuoi cookie non sono visibili nemmeno durante la navigazione privata, il che significa che i siti non possono tracciarti in questo modo.

navigazione-privata-firefox

Quindi, la modalità di navigazione privata fa un bel po 'di cose se vuoi navigare rapidamente sul Web senza essere tracciato dai tuoi account o dai cookie. Tuttavia, non nasconde il tuo indirizzo IP. Qualsiasi sito che visiti può comunque conservare una registrazione del tuo indirizzo IP, che potrebbe, a sua volta, essere utilizzato per identificarti.

Non tracciare: chiedi ai siti di non tracciarti

Che cosa fa: chiedi gentilmente ai siti se non ti seguono.

Cosa non fa: impedisce ai siti di rintracciarti.

Esamina le impostazioni del tuo browser e troverai l'opzione per attivare qualcosa chiamato Do Not Track. Potresti pensare che attivarlo impedirà ai siti di rintracciarti completamente, ma, purtroppo, non è così. Do Not Track è un'idea fantastica in teoria, ma che non ha funzionato bene nella pratica.

L'idea era di fornire ai browser un'impostazione opzionale in cui gli utenti potessero affermare che non si sentono a proprio agio nell'essere tracciati. I siti accetterebbero di non monitorare tali utenti, dando agli utenti solo un po 'più di controllo sulle loro informazioni.

Sfortunatamente, l'elenco dei siti che rispettano Do Not Track è ridicolmente piccolo. Attivare questa funzione non fa male in termini di nascondere la tua identità, ma non aiuta molto.

ghostery-tracking-block

Esistono alternative a Do Not Track che bloccano i tracker, le più famose delle quali sono Ghostery e Privacy Badger. Queste sono estensioni del browser che mostrano quali servizi stanno monitorando il tuo traffico web su una determinata pagina e ti danno il potere di bloccare i tracker a piacimento.

Rete privata virtuale (VPN): maschera il tuo indirizzo IP

Cosa fanno: oscura il tuo indirizzo IP e crittografa il tuo traffico.

Cosa non fanno (necessariamente): impedire che il tuo traffico venga registrato dalla tua VPN e da qualsiasi sito che stai utilizzando attivamente; impedirti di essere tracciato da cookie, account utente e stringa dell'agente utente.

Non puoi utilizzare il web senza un indirizzo IP, poiché i siti non saprebbero dove inviare le informazioni richieste, interrompendo così la tua connessione Internet. Detto questo, puoi oscurare il tuo indirizzo IP utilizzando un servizio VPN. Una VPN instrada tutta la tua Internet attraverso un altro computer. Per quanto riguarda i siti che visiti, il tuo IP è quello della tua VPN. Poiché anche migliaia di altri utenti VPN utilizzano lo stesso indirizzo IP, chiunque cerchi di tracciare la tua attività non può farlo utilizzando solo il tuo IP.

Va notato che questa non è una soluzione a tutti i potenziali tracciamenti. L'accesso a Google, ad esempio, consentirà a tale azienda di monitorare la tua attività utilizzando il tuo account. Inoltre, l'utilizzo di una VPN non fa nulla per proteggerti dall'essere tracciato dai cookie o dalla stringa del tuo agente utente.

nordvpn-connect

Vale anche la pena notare che non tutte le VPN sono uguali. Alcuni si sono impegnati pubblicamente a non conservare i registri dell'attività degli utenti, mentre altri non si sono impegnati. Ci sono stati anche problemi di sicurezza che hanno rivelato le identità degli utenti su più di poche VPN di alto livello.

Alcuni servizi facili da usare che attualmente hanno una forte reputazione nel campo della sicurezza includono NordVPN e Private Internet Access, ma alla fine spetta a ciascun utente decidere di quali servizi si fidano. Fai i compiti prima di instradare tutto il tuo traffico attraverso uno di questi servizi.

Tor: indirizza il tuo traffico attraverso i computer di altri utenti

Che cosa fa: instrada il traffico attraverso i computer di altri utenti.

Cosa non fa: mantenerti anonimo al di fuori del browser Tor.

Tor-Browser

Usare una VPN è solo un'opzione per oscurare il tuo indirizzo IP, Tor è un'altra. Il servizio crittografa il tuo traffico e il tuo indirizzo IP prima di instradarlo attraverso tre nodi di uscita selezionati casualmente. Inoltre, tutto viene nuovamente crittografato ad ogni passaggio, rendendo quasi impossibile tracciare il tuo traffico web.

Per iniziare, devi scaricare il browser Tor, che è una versione modificata di Firefox. Usa il browser quando vuoi evitare di essere tracciato dal tuo indirizzo IP.

nodesillustration2

Le agenzie governative e gli hacker sono riusciti occasionalmente a tracciare il traffico di qualcuno su Tor, ma finora il problema si è generalmente rivelato essere correlato all'attività degli utenti. Per questo motivo, Tor consiglia anche di fare quanto segue.

  • Non scaricare torrent su Tor: questo di solito finirà per rivelare il tuo indirizzo IP in un modo o nell'altro.
  • Non abilitare alcun plug-in del browser in Tor: è noto che plug-in come Adobe Flash rivelano gli indirizzi IP.
  • Usa versioni crittografate dei siti quando possibile:  Tor viene fornito di serie con HTTPS Everywhere proprio per questo motivo. Questo programma consente la crittografia su tutti i siti che lo offrono.
  • Non aprire i documenti scaricati tramite Tor:  almeno, non farlo mentre sei online. Questi potrebbero accedere a Internet al di fuori di Tor ed essere utilizzati per tracciare il tuo vero indirizzo IP.

Usare Tor per navigare sul web è probabilmente il modo più semplice per garantire la tua sicurezza, principalmente se lo usi solo in situazioni in cui la sicurezza è un must. Esistono modi per tracciare il tuo traffico durante l'utilizzo del browser, ma di solito si riduce a un errore dell'utente. Probabilmente è una buona idea usare Tor solo quando è importante essere anonimi e utilizzare un altro browser per l'elaborazione quotidiana.

Quando questi poteri si combinano ...

Come puoi vedere, ci sono molti modi diversi per mantenerti anonimo se combini gli strumenti appropriati. Ecco solo alcuni esempi:

  • Una VPN con navigazione privata:  questo metodo oscurerà il tuo indirizzo IP dal mondo esterno disabilitando anche i cookie e gli accessi.
  • Tor:  Questo è un ottimo modo per navigare sul Web senza essere rintracciato e puoi abilitare la navigazione privata su quel browser per un ulteriore livello di protezione.
  • Una VPN con Ghostery abilitato: questo impedisce al tuo IP di essere tracciato e ti consente di impedire agli script di monitorare la tua attività online.
  • Tor con una VPN:  questo è l'ideale per i veri paranoici, poiché accumula quanti più livelli possibili tra te e il mondo esterno. Abilita la navigazione privata qui e hai ancora un altro scudo.

Ognuna di queste impostazioni può fare molto per rendere le tue attività web completamente anonime.

Essere anonimi non è facile

Certo, puoi fare sempre di più. Ad esempio, potresti passare da Google, che tiene traccia della tua attività di ricerca, a DuckDuckGo, che non lo fa. Inoltre, se utilizzi una connessione Wi-Fi non crittografata, chiunque nelle vicinanze può fiutare il tuo traffico e avere un'idea eccellente di ciò che stai facendo online. Assicurati che il tuo router sia configurato per crittografare il tuo traffico e assicurati di navigare solo attraverso una VPN quando devi utilizzare una connessione non crittografata.

Internet non è mai stato progettato pensando agli utenti anonimi, il che fa sì che rimanere nascosti online richieda un bel po 'di lavoro. Gli strumenti di cui sopra sono un ottimo punto di partenza, ma rimanere anonimi a lungo termine dipende dal fatto che tu sia al passo con le ultime notizie sulla sicurezza e assicuri che il tuo software sia aggiornato. Buona fortuna e stai al sicuro là fuori!