Le fotocamere mirrorless stanno vincendo, ma possiamo ancora salvare la DSLR?

DSLR o mirrorless? È diventata una domanda secolare nei circoli fotografici e un argomento di cui i media tecnologici e fotografici hanno parlato all'infinito (comprese le tendenze digitali, almeno nel lontano 2012.) Ma nel 2017 abbiamo visto un caso sempre più forte per mirrorless , grazie in parte a Sony che ha rilasciato due fotocamere mirrorless potenzialmente rivoluzionarie nella sua serie Alpha full-frame, la A9 e A7R III. Sony ha proseguito con il rilascio di un altro modello rivoluzionario nel febbraio 2018, l'A7 III.

Le fotocamere Sony sono da tempo apprezzate, ma questi prodotti di ultima generazione hanno affrontato direttamente i persistenti problemi inerenti alle fotocamere mirrorless, ovvero la velocità e la durata della batteria. Fino ad ora, la DSLR offriva ancora alcuni vantaggi oggettivi per alcune nicchie fotografiche - sport, matrimoni ed eventi - ma potrebbe non essere più così. Con l'incredibile velocità di scatto continuo della A9 di 20 fotogrammi al secondo e un mirino a zero blackout e l'impressionante durata della batteria di 710 scatti dell'A7 III, la DSLR fatica a rimanere rilevante.

Tutto questo ci ha fatto chiedere: la DSLR sta finalmente raggiungendo la data di scadenza? Forse ancora più importante: esiste un modo per salvarlo?

La mirrorless è rimasta stabile mentre le reflex digitali sono diminuite

La spinta aggressiva di Sony potrebbe essere ciò che fa girare la testa, ma l'intero settore si è allontanato dalla DSLR da anni. Potresti apprezzare la tua fidata DSLR, ma non c'è dubbio che il mercato si sia spostato a favore delle mirrorless (e, francamente, degli smartphone).

Secondo la Camera and Imaging Products Association (CIPA), le fotocamere DSLR continuano a vendere più dei modelli mirrorless, ma il divario si riduce ogni anno. Nel 2017, le spedizioni mirrorless totali sono aumentate di quasi il 30%, mentre le spedizioni DSLR sono diminuite del 10%. Le Americhe, a lungo un bastione delle DSLR, hanno visto un cambiamento ancora più drammatico, con spedizioni mirrorless in aumento del 46% (le DSLR sono scese un po 'meno del totale internazionale, del 7%).

Da quando CIPA ha iniziato a tracciare separatamente le fotocamere reflex e non reflex nel 2012, il numero totale di fotocamere mirrorless spedite è effettivamente diminuito nel 2016 (seguendo una tendenza del settore più ampia). Tuttavia, nel 2017 sono state spedite più fotocamere mirrorless rispetto a qualsiasi anno precedente, mentre le spedizioni di reflex digitali sono diminuite di circa il 50% dal 2012. In un certo senso, la perdita di DSLR è stata un guadagno mirrorless. Anche se il settore sembra stabilizzarsi nel complesso - il 2017 è stato il primo anno in cui le spedizioni totali di fotocamere sono aumentate dal 2010 - le mirrorless continueranno probabilmente a ridurre le vendite di reflex digitali.

Inoltre, le spedizioni da sole non raccontano l'intera storia. Anche nel periodo di declino fino al 2016, le entrate sono aumentate costantemente per le fotocamere mirrorless, suggerendo uno spostamento verso modelli di fascia alta e di prezzo più elevato. Il segmento della fotografia professionale inizialmente sembrava immune alla marea crescente di mirrorless, ma questi numeri mostrano quanto velocemente si sia rivelato falso.

Il lato della vendita al dettaglio dipinge un'immagine simile. "Il mirrorless negli ultimi due anni è passato da circa il 20% del mercato complessivo a quasi il 40%", ha dichiarato a Digital Trends Lev Peker, chief marketing officer presso Adorama, rivenditore di foto con sede a New York. "Ciò è dovuto alla straordinaria innovazione di Sony, che ha beneficiato maggiormente di questo aumento e, secondo [il gruppo di ricerca sul comportamento dei consumatori] NPD, è diventata il secondo più grande venditore di fotocamere lo scorso anno".

Peker ha continuato spiegando che, sulla scia di più produttori che salgono a bordo, si aspetta che le fotocamere mirrorless raggiungano una quota di mercato del 50% entro la fine del 2018.

Le reflex digitali mancano di vantaggi intrinseci

Agli albori delle fotocamere mirrorless, le reflex digitali facevano semplicemente la maggior parte delle cose meglio. Le fotocamere mirrorless erano più compatte, ma questo è tutto. Quasi sempre, una DSLR poteva mettere a fuoco più velocemente, scattare più velocemente, aveva un mirino molto migliore e il più delle volte produceva una qualità dell'immagine superiore.

Ma uno per uno, quei vantaggi sono stati cancellati. APS-C e poi i sensori full-frame sono arrivati ​​alle fotocamere mirrorless (così come i sensori di medio formato, alla fine, anche se questa è un'altra storia), e Sony ora apre la strada alla qualità dell'immagine. (Tecnicamente, è un pareggio).

Panasonic-Lumix-G9 Daven Mathies / Tendenze digitali

I mirini elettronici sono ora notevolmente migliorati (anche su fotocamere Micro Quattro Terzi più piccole, come la Panasonic Lumix G9) con una risoluzione più elevata e frequenze di aggiornamento più veloci, e offrono i bonus di poter visualizzare in anteprima la tua esposizione, sovrapporre ogni tipo di informazione e continuare a funzione in modalità video, cosa che i mirini ottici non possono fare. È certamente discutibile che un mirino ottico possa ancora essere un vantaggio, ma non è davvero obiettivo. Adoro un buon mirino ottico, ma anche io devo ammettere che un EVF è generalmente più utile.

Le fotocamere mirrorless non sono più semplicemente un'alternativa più compatta, ma un'alternativa migliore.

Per quanto riguarda l'autofocus, grazie all'invenzione del rilevamento di fase su chip (oltre a un AF più intelligente con rilevamento del contrasto, come la tecnologia Depth from Defocus di Panasonic) le fotocamere mirrorless non sono più surclassate qui. Infatti, poiché si concentrano direttamente sul sensore di immagine, le fotocamere mirrorless possono potenzialmente offrire una migliore precisione della messa a fuoco, implementando anche funzionalità di riconoscimento delle immagini come la messa a fuoco del viso e degli occhi.

Non aiuta la DSLR che le aziende di fotocamere mirrorless siano state più generose anche con le funzionalità video. L'abilità di Sony qui è ben nota, così come quella di Panasonic, ma anche Fujifilm sta inserendo funzionalità video professionali in una fotocamera da meno di $ 2.000 in questi giorni.

E il video è davvero solo la punta dell'iceberg delle funzionalità. Panasonic ha una vasta gamma di potenti modalità fotografiche 4K e 6K che consentono di impilare la messa a fuoco nella fotocamera o persino di cambiare il punto di messa a fuoco dopo lo scatto. Sia Panasonic che Olympus hanno modalità di scatto continuo incredibilmente veloci da 60 fotogrammi al secondo. C'è un sacco di tecnologia che viene pompata in queste piccole telecamere.

Hillary Grigonis / Tendenze digitali Hillary Grigonis / Tendenze digitali

Questo non vuol dire che le aziende non producano più reflex digitali impressionanti: la Nikon D850, per esempio, è sbalorditiva. Hillary Grigonis di Digital Trends lo ha elogiato nella sua recensione, e ho avuto l'opportunità di girarlo un paio di volte e lo adoro. Detto questo, devo ammettere che la Sony A7R III è probabilmente ancora più sorprendente, ed è la fotocamera che dovrei razionalmente acquistare se dovessi decidere tra le due, soprattutto per la sua funzionalità video superiore.

Gli obiettivi possono essere un'area in cui Nikon e Canon mantengono un vantaggio.

E non è solo quel particolare confronto. A quasi tutte le fasce di prezzo, le fotocamere mirrorless non sono più semplicemente un'alternativa più compatta, né un'alternativa altrettanto capace, ma diversa, sono un'alternativa migliore, punto e basta. (Ok, le reflex digitali hanno ancora una durata della batteria superiore nella maggior parte dei casi, ma molte fotocamere mirrorless sono ora migliorate al punto da essere il più vicino possibile non fa differenza.)

Gli obiettivi possono essere un'area in cui Nikon e Canon mantengono un vantaggio, ma solo con utenti affermati. I sistemi mirrorless sono maturati ei produttori, da Olympus a Fujifilm a Sony, ora forniscono un vasto assortimento di ottimi vetri per le loro fotocamere. Ciò che è più significativo è che Sigma, che produce le proprie fotocamere mirrorless ma è meglio conosciuta per i suoi obiettivi, ha anche recentemente annunciato che avrebbe iniziato a produrre nove dei suoi obiettivi della serie Art con innesto E nativo Sony. In precedenza, Sigma supportava gli utenti Sony solo tramite un adattatore ufficiale che consentiva loro di collegare le versioni Canon EF degli obiettivi Art alle fotocamere Sony.

Come salvare la DSLR

Non sono del tutto preoccupato per le aziende che producono ancora DSLR: le aziende possono adattarsi. Canon si sta già dilettando nel mirrorless e sta iniziando a prendere sul serio il formato. Nikon ha fortemente lasciato intendere che entrerà nel segmento mirrorless (o più correttamente, rientrerà, dopo che la Serie 1 non ha esattamente fatto il grande giro). Pentax è ... beh, è ​​Pentax. Forse vedremo ancora un altro nuovo formato mirrorless dell'azienda uguale per entusiasmo al Q o al K-01.

Ma no, queste aziende andranno bene - sono preoccupato per la stessa reflex digitale. La tecnologia tende a non sopravvivere alla sua utilità: vedi Betamax, HD DVD, display CRT, Xbox Kinect (ok, quest'ultimo non è mai stato utile). E il motivo per cui sono preoccupato è che mi piace molto fotografare reflex digitali e non voglio che vadano via, finendo solo come stranezze che trovi alle vendite di garage.

Quindi, cosa possono fare le aziende per mantenere in vita la DSLR? Ecco i miei suggerimenti più umili.

Ibridalo

Il mirino ottico è ciò che rende una reflex digitale una reflex digitale, ma come affermato in precedenza, questa non è più una vendita enorme, non con la maggiore usabilità di un mirino elettronico. Ma se potessi avere entrambi?

La serie Fujifilm X100 fa esattamente questo (anche se non è una DSLR). Non sono un ingegnere, ma sembra ragionevolmente possibile che un tipo simile di mirino ibrido possa essere incorporato in una DSLR, e questo, amici miei, sarebbe fantastico. Non dovresti più fare affidamento sul monitor LCD quando sei in modalità live view o video e otterrai comunque il risparmio della batteria e la chiarezza pura e incontaminata di un mirino ottico quando lo desideri.

In effetti, sembra che Canon abbia iniziato a esaminare questa cosa esatta almeno nel 2016. Nikon ha anche depositato brevetti per una tecnologia simile. L'anno scorso, la voce era viva con l'attesa dopo che un'immagine trapelata suggeriva che la Nikon D850 potrebbe essere la prima DSLR a ottenere un mirino ibrido. La voce si è rivelata falsa, ma sembra che sia Canon che Nikon potrebbero implementare questa tecnologia in future DSLR, e i fotografi sembrano essere pronti per questo.

Leica-fy it

Leica è la Rolls-Royce del mondo delle fotocamere; un creatore di classici moderni. Vende costosi telemetri digitali a persone che perdono la ripresa di pellicole e edizioni speciali ancora più costose di quei telemetri  a persone a cui piace avere graziosi ornamenti da scrivania. Capita anche che esercitino un artigianato maledettamente raffinato e realizzano alcune delle migliori lenti su cui puoi mettere le mani, se non esattamente permettertelo.

Le reflex digitali potrebbero trasformarsi in una nicchia di fascia alta.

Le reflex digitali hanno una storia leggendaria nelle reflex, i loro antenati dell'era cinematografica (Nikon in realtà ne vende ancora una, la F6 da $ 2.670). Canon, Nikon e, sì, persino Pentax potrebbero prendere una pagina dal libro di Leica, riportando in vita vecchi progetti e facendo appello agli appassionati di fotocamere classiche. Nikon ha provato a farlo con la Df, ma quella fotocamera era molto più grande, più plasticosa e molto più confusa rispetto agli SLR dell'era cinematografica che cercava di emulare.

Potrei sbagliarmi qui, ma credo che ci sia un mercato per una versione moderna della classica SLR. Non è un grande mercato, intendiamoci, ma nemmeno il mercato dei telemetri, e Leica sembra andare bene. Le reflex digitali potrebbero trasformarsi in una nicchia di fascia alta, mirando specificamente a persone come me che amano il soddisfacente tintinnio di uno specchio riflettente e la finestra cristallina di un mirino ottico.

Almeno portalo alla pari

A parte l'implementazione di alcune tecnologie davvero innovative e uniche (vedi mirini ibridi sopra), se le reflex digitali tenessero il passo con le innovazioni mirrorless, ciò potrebbe essere sufficiente per rallentare l'emorragia. Ad esempio, non è più sufficiente per Canon e Nikon disporre di modalità video che vanno bene. Devono corrispondere alle specifiche di Sony e di altri. Almeno allora, i fattori decisivi di un acquisto dipenderebbero dalle preferenze personali e l'acquisto di un sistema DSLR non sarebbe come iniziare una gara con una gamba bloccata nelle sabbie mobili.

canon 5D Mark IV

Per essere chiari, non credo che questo da solo sarebbe sufficiente per salvare alla fine la DSLR. Questo da solo non lo renderebbe speciale, e penso che lo debba essere se vuole portare la sua eredità alle generazioni future.

Alla fine, forse non importa

Non posso prevedere il futuro. Potrebbe sembrare che la scritta sia sul muro per quanto riguarda la morte della DSLR, ma forse l'inchiostro non è ancora asciutto. Penso che il formato possa essere salvato, ma non sono sicuro che lo sarà, o anche che debba esserlo. Forse è ora di voltare pagina.

Per quanto mi piaccia fotografarne uno, non possiedo più una DSLR. Questo mi rende un ipocrita? Forse lo fa. Se qualcuno facesse tutto ciò che ho raccomandato, realizzando una DSLR dallo stile classico, ma tecnologicamente moderna con un mirino ibrido, venderei tutta la mia attrezzatura mirrorless e la comprerei effettivamente? O dovrei semplicemente sedermi qui e scrivere un articolo su quanto è bello? Credo di poter sperare che qualcuno mi dia almeno la possibilità di prendere quella decisione.