Come configurare una VPN

Una rete privata virtuale o VPN impedisce ad altri di monitorare i tuoi movimenti online e rende il tuo indirizzo IP non rintracciabile. In tempi come questi, potrebbe essere utile utilizzare una VPN per proteggere la rete e i dati. Se una VPN è nel tuo futuro ma non sei sicuro di come configurarne una, questa è la guida che fa per te. Discuteremo su come configurare e utilizzare la tua VPN su PC Windows e MacOS.

Passaggio 1: registrati e installa la VPN scelta

Sia che tu scelga uno dei preferiti come NordVPN o la nostra scelta migliore attuale, Private Internet Access, dovrai installare il client VPN. La maggior parte delle migliori VPN offre applicazioni per Windows, MacOS, Linux e dispositivi mobili Android e iOS, quindi scarica il programma dal rispettivo app store o dal sito Web ufficiale e installalo come al solito.

Dovrai registrarti al servizio per ottenere un account ufficiale, ma una volta concluso, prendi le tue informazioni di accesso e inseriscile nel software per accedere al servizio VPN.

Passaggio 2: connessione rapida o scelta di un server

Client VPN Proton ProtonVPN ti consente di selezionare un server tramite mappa, elenco o con il pulsante Connessione rapida.

La maggior parte delle VPN fornisce un pulsante di connessione rapida, quindi se non ti dispiace a quale server ti connetti, fai clic su di esso. Dopo un momento o due, ti collegherai al server più veloce disponibile in quel momento.

Se vuoi sembrare che ti trovi in ​​un determinato paese o desideri trasmettere in streaming servizi come Netflix mentre sei connesso alla tua VPN, dovrai scegliere un server specifico. Il tuo servizio VPN preferito avrà un elenco di paesi e potrebbe designare quali sono i migliori per lo streaming. Usa il browser del server, la mappa o comunque quella particolare VPN organizza le sue opzioni per selezionare il server giusto per te.

Quindi, se richiesto, fai clic sul  pulsante Connetti e attendi la notifica che ti dice che sei connesso.

Passaggio 3: mantenerlo manuale o avvio automatico

Client NordVPN NordVPN ha un'intera sezione del suo menu Impostazioni dedicata alle connessioni automatizzate.

Se sei felice di selezionare manualmente un server, o almeno di connetterti manualmente a uno ogni volta che il tuo sistema si avvia, puoi tracciare una linea sotto gli sforzi di oggi e iniziare a navigare in sicurezza e in privato grazie alla tua nuova VPN. Se vuoi che sia ancora più senza mani, però, puoi vedere se la tua VPN offre opzioni di connessione e avvio automatiche. La maggior parte lo fa.

Trova il menu delle impostazioni e cerca lì le caselle di spunta pertinenti. Consentire al client di avviarsi con il sistema operativo e di connettersi automaticamente. Ogni volta che il tuo sistema si avvia, dovresti scoprire che ti connette automaticamente al server più veloce disponibile in quel momento.

Alternativa: configura manualmente la tua VPN in Windows 10

Se desideri avere il controllo completo della tua connessione VPN e stai utilizzando Windows 10, puoi invece impostare tutto utilizzando lo strumento di configurazione VPN di Windows 10. In questo modo è un metodo molto più approfondito ma ti dà più voce in capitolo su come funziona il tunneling. Avrai bisogno di sapere come muoverti su Windows 10 e dovresti fare qualche lettura supplementare prima di iniziare.

Con questo in mente, ecco un corso accelerato sui protocolli VPN che vale la pena leggere prima di immergerti nelle istruzioni dettagliate di seguito.

Come capire i protocolli

I protocolli più vecchi come il protocollo PPTP (Point-to-Point Tunneling Protocol) possono essere più facili da configurare, ma presentano vulnerabilità che li rendono più suscettibili agli attacchi. Se possibile, dovresti evitare di usare PPTP.

I protocolli più recenti, come il protocollo Layer Two Tunneling (o L2TP), sono dotati di una chiave di crittografia a 256 bit, ritenuta sicura per le comunicazioni top-secret per gli utenti Windows e MacOS. Tuttavia, L2TP potrebbe essere vulnerabile agli attacchi se configurato con chiavi condivise, quindi ti consigliamo anche di essere consapevole di come ti autentichi con il servizio VPN.

Un altro standard popolare è il protocollo OpenVPN, che è altamente configurabile e sicuro. Può essere eseguito su qualsiasi porta e supporta sia i protocolli UDP che TCP, rendendo difficile il blocco. Lo svantaggio è che, poiché è altamente configurabile, può essere difficile da configurare e spesso richiede software di terze parti.

Nella nostra configurazione, ci affidiamo a IKEv2 (Internet Key Exchange versione 2). Il vantaggio di questo standard è che offre una sicurezza più solida rispetto ai protocolli precedenti, supporta una connessione veloce ed è supportato anche dai sistemi operativi mobili oltre a Windows e Mac. La configurazione è relativamente semplice e IKEv2 può riconnettersi rapidamente se la connessione VPN viene interrotta. Quest'ultima caratteristica è cruciale, poiché la facilità di commutazione e riconnessione a reti diverse è un grande punto di forza con il nuovo raccolto di PC Always Connected abilitati LTE.

Poiché IKEv2 si basa sullo standard Mobility e Multihoming, consente agli utenti di passare dalla rete Wi-Fi a quella LTE senza interrompere la connessione VPN. Tuttavia, poiché IKEv2 è uno standard più recente, potrebbe non essere supportato da tutti i provider VPN in questo momento.

Configurazione di una rete privata virtuale in Windows 10

Passaggio 1: accedere allo strumento di configurazione VPN di Windows 10 digitando VPN nella barra di ricerca di Windows e selezionare Impostazioni VPN . In alternativa, puoi anche andare al menu Impostazioni di Windows , fare clic su Rete e Internet e scegliere VPN nella colonna di sinistra.

Passaggio 2: fare clic sul segno + per aggiungere una connessione VPN.

Passaggio 3:  dovrebbe apparire una procedura guidata popup blu. Fai clic sul menu a discesa per il provider VPN e scegli Windows (integrato).

Nel campo Nome connessione , puoi nominarlo come preferisci. Abbiamo scelto di denominare questa connessione con una combinazione del nome del nostro provider VPN, della posizione del server e del numero del server. In questo caso, poiché stiamo utilizzando il servizio di NordVPN e ci stiamo connettendo a un server statunitense con un ID 2093 dalla directory dei server di NordVPN , abbiamo optato per NordVPN USA 2093 come nome della mia connessione. Essere descrittivi ti aiuterà a identificare il server da un elenco in futuro se decidi di aggiungere più posizioni del server.

Ogni provider VPN pubblica la propria directory di connessioni disponibili e ti consigliamo di consultare il tuo provider per le specifiche sugli indirizzi dei server. Nel nostro caso, abbiamo scelto il server statunitense di NordVPN su us2093.nordvpn.com . Questo sarà l'indirizzo che andrà nel campo Nome o indirizzo del server .

Per una migliore velocità di connessione e affidabilità, ti consigliamo di optare per un server vicino a te. Tuttavia, se stai cercando di aggirare le restrizioni geografiche, puoi anche scegliere un server situato in un altro paese.

In Tipo VPN , scegli il tipo di connessione che desideri utilizzare per connetterti e autenticarti con il tuo servizio VPN. Come delineato nella sezione precedente della guida al protocollo, selezionato IKEv2 .

Per Tipo di informazioni di accesso, abbiamo scelto Nome utente e password . Esistono diversi modi per accedere a una VPN e autenticarsi con il servizio, incluso l'utilizzo di una smart card, una password monouso o un certificato. Ti consigliamo di fare riferimento al tuo servizio VPN per istruzioni sul modo migliore per accedere. La maggior parte dei servizi accetterà un nome utente e una password.

Al termine, fai clic su Salva .

Passaggio 4. Il nome della VPN appena creato dovrebbe apparire nell'elenco ora. Per la maggior parte dei tipi di connessione, dovresti essere pronto e pronto per connetterti, nel qual caso ti consigliamo di passare al passaggio 19 in questa sezione della guida. Tuttavia, per una connessione IKEv2, ti consigliamo di continuare a scaricare un certificato e modificare alcune impostazioni aggiuntive prima di poterti connettere.

Il tuo provider VPN ti fornirà istruzioni su dove scaricare il certificato dal suo sito web. Siamo passati alla pagina di download del certificato di NordVPN per questo esempio. Dopo aver scaricato il certificato, fai clic su di esso per aprirlo. Apparirà un avviso di sicurezza e dovrai fare clic su Apri .

Passaggio 5. Nella prima scheda del certificato denominata Generale , fare clic su Installa certificato  nella parte inferiore.

Passaggio 6. Verrà visualizzata la procedura guidata del certificato chiedendoti dove desideri installare il certificato. Assicurati che la bolla accanto a  Macchina locale sia selezionata. Fare clic su Avanti e quindi su  nel seguente popup di sicurezza.

Passaggio 7. Scegliere la bolla per Posiziona tutti i certificati nel seguente archivio e quindi fare clic su Sfoglia .

Passaggio 8. Apparirà un pop-up con una directory. Scegli Autorità di certificazione radice attendibili e fai clic su OK .

Passaggio 9. Fare clic su Avanti e quindi su Fine . Fare clic su OK, quindi di  nuovo su OK per confermare che il certificato è stato installato.

Passaggio 10. Digitare Pannello di controllo nella barra della stagione di Windows. Fare clic su Pannello di controllo  per avviarlo.

Passaggio 11. Fare clic su Rete e Internet .

Passaggio 12. Fare clic su Centro connessioni di rete e condivisione .

Passaggio 13. Nella colonna di sinistra, fare clic su Modifica impostazioni adattatore .

Passaggio 14. Dovresti vedere il nome della tua connessione VPN (NordVPN USA 2093) qui. Fare clic con il tasto destro su di esso e selezionare Proprietà . Quindi fare clic sulla  scheda Protezione .

Passaggio 15: scegli IKEv2 sotto il tipo di VPN se non è già specificato. In Crittografia dei dati , assicurati di selezionare Richiedi crittografia (disconnettiti se il server rifiuta) . In Autenticazione , seleziona Usa protocollo EAP (Extensive Authentication Protocol)  e seleziona Microsoft: password protetta EAP-MSCHAPv2 . Fai clic su OK  quando hai finito.

Passaggio 19:  ora sei pronto per connetterti. Fare clic sul simbolo Wi-Fi sul lato destro della barra delle applicazioni di Windows. In alto, dovresti vedere il tuo nome VPN. Fare clic su di esso, quindi selezionare Connetti . Se non hai salvato nome utente e password durante la configurazione, dovrai inserire nome utente e password per autenticarti con il servizio. Una volta che il servizio si connette, dovresti essere in grado di goderti un'esperienza Internet più sicura.

C'è una limitazione da notare quando si utilizza uno strumento di connessione VPN integrato, come quello fornito con Windows 10. Quando si configura il servizio, si identifica un particolare server per la connessione al PC. A seconda delle tue esigenze, potresti voler ripetere i passaggi precedenti per aggiungere più server all'elenco.

Se, ad esempio, il server corrente diventa troppo congestionato, puoi disconnetterti e connetterti a un altro server per vedere se le velocità sono più elevate. Alcuni utenti avranno server specifici del paese per aggirare i limiti geografici per alcuni servizi di streaming e diversi server locali per navigare in modo rapido e sicuro sul web.

Configurazione di una rete privata virtuale su Windows 7 e 8.1

Lo strumento di configurazione VPN di Windows funziona anche nelle versioni precedenti di Windows come 7 e 8.1, sebbene i passaggi per utilizzarlo siano leggermente diversi.

Passaggio 1: avviare il pannello di controllo . Puoi accedere al Pannello di controllo in diversi modi, ma il modo più semplice è digitare nel Pannello di controllo nella barra di ricerca di Windows.

Passaggio 2: fare clic su Rete e Internet, quindi su Centro connessioni di rete e condivisione .

Passaggio 3: sotto l' intestazione Modifica le impostazioni di rete , fare clic su Configura una nuova connessione o rete .

Passaggio 4: verrà visualizzata una procedura guidata che guiderà l'utente attraverso l'installazione. Fare clic sull'ultima opzione per Connettersi a un luogo di lavoro , che ti consentirà di inserire le impostazioni dal tuo provider VPN nei passaggi seguenti. Quindi, fare clic su Avanti per continuare, seguito da Usa la mia connessione Internet (VPN)  nel prompt successivo.

Passaggio 5: nel campo dell'indirizzo Internet , ti consigliamo di consultare il tuo provider VPN per ottenere le informazioni sul server. In genere, scegli il server nel tuo paese o quello più vicino a te per ottenere le velocità di connessione più elevate. In alternativa, se stai cercando di mascherare la tua posizione quando provi ad accedere a contenuti con limitazioni regionali, come il catalogo Netflix di un paese straniero, puoi anche scegliere un server nella nazione a cui desideri accedere o uno ottimizzato per lo streaming. Il tuo provider VPN avrà un elenco di server disponibili che puoi selezionare.

In questo esempio, sceglieremo un server statunitense da NordVPN, in particolare il server degli Stati Uniti n. 2093. L'indirizzo Internet di questo server si trova in us2093.nordvpn.com , ed è quello che ci interessa.

Nel  campo Nome destinazione , puoi nominare la tua connessione VPN come preferisci. Questa parte del processo è dove entra in gioco la limitazione della configurazione di una VPN tramite il client Windows integrato. Mentre l'app di NordVPN ti consente di passare da un server all'altro, sarai in grado di connetterti a un singolo server alla volta con Windows.

Vale la pena notare che il nome della destinazione dovrebbe essere specifico per evitare confusione in futuro. Abbiamo chiamato questa connessione NordVPN USA 2093 . Se in futuro desideri connetterti a un server NordVPN in Australia o nel Regno Unito, ad esempio, dovrai configurare nuove connessioni VPN ai server in quei paesi. Assegnare alla connessione VPN un nome specifico ridurrà al minimo la confusione lungo la strada quando si sceglie quale server connettersi.

Dovrai assicurarti che la casella Ricorda le mie credenziali  sia selezionata se non desideri inserire le tue informazioni di accesso ogni volta che ti connetti alla VPN. E a seconda di come utilizzi e condividi il tuo computer, puoi anche selezionare la casella Consenti ad altre persone di usare questa connessione . Al  termine, fai clic sul pulsante Crea .

Passaggio 6:  con una connessione IKEv2, è necessario installare un certificato. Se questo è supportato, il tuo provider VPN ti dirà dove andare per scaricare e installare il certificato. Per NordVPN, ti consigliamo di scaricare il file dal suo sito. Salvare il certificato e quindi aprirlo al termine del download. Apparirà un avviso di sicurezza. Fare clic su Apri .

Passaggio 7: nella prima scheda del certificato denominata Generale, fare clic su Installa certificato  nella parte inferiore.

Passaggio 8: verrà visualizzata la procedura guidata del certificato che ti chiederà dove desideri installare il certificato. Assicurati che la bolla accanto a  Macchina locale  sia selezionata. Fare clic su Avanti e quindi su  nel seguente popup di sicurezza.

Passaggio 9: in questo passaggio, ti consigliamo di scegliere la posizione in cui desideri posizionare il certificato. Seleziona la bolla per Posiziona tutti i certificati nel seguente negozio, quindi fai clic su Sfoglia .

Passaggio 10 : verrà visualizzato un popup con una directory. Scegli Autorità di certificazione radice attendibili e fai clic su OK .

Passaggio 11: fare clic su Avanti, quindi su Fine . Fare clic su OK e poi di nuovo per confermare che il certificato è stato installato.

Passaggio 12: torna di nuovo alla rete e al centro di condivisione  . Fare clic su Modifica impostazioni adattatore nella colonna di sinistra.

Passaggio 13: fare clic con il pulsante destro del mouse sulla VPN appena creata e selezionare Proprietà , quindi fare clic sulla  scheda Sicurezza .

Passaggio 14: scegli IKEv2 sotto Tipo di VPN . In Crittografia dei dati , assicurati di selezionare Richiedi crittografia (disconnettiti se il server rifiuta) . In Autenticazione , seleziona Usa protocollo EAP (Extensive Authentication Protocol)  e seleziona Microsoft: password protetta EAP-MSCHAPv2. Fai clic su OK  quando hai finito.

Passaggio 15: fare clic sul simbolo della rete Wi-Fi o cablata sul lato destro della barra delle applicazioni di Windows. In alto, dovresti vedere il tuo nome VPN. Fare clic su di esso, quindi selezionare Connetti . Ti verranno richiesti il ​​nome utente e la password, quindi sarai sulla buona strada per un'esperienza Internet più sicura.

Come configurare una rete privata virtuale su un Mac

L'impostazione di una connessione VPN su MacOS è molto simile al processo su Windows. Ti consigliamo di avere il tuo nome utente, password, indirizzo del server e certificati pronti se stai utilizzando un IKEv2 per accedere.

Passaggio 1:  ti consigliamo di scaricare il certificato VPN. Fare riferimento al passaggio 8  nella sezione Windows per scaricare il certificato e rimandare al provider VPN per l'URL specifico in cui è possibile navigare per scaricare il certificato. Una volta scaricato, il certificato verrà inserito nella  cartella Download del tuo Mac. Fare clic per aprirlo.

Passaggio 2:  MacOS visualizzerà quindi una nuova finestra, chiedendoti se desideri aggiungere certificati . Dovrai fare clic su Aggiungi in basso a destra per aggiungere il certificato al  portachiavi di accesso .

Passaggio 3: nella  finestra Accesso portachiavi , ti consigliamo di accedere al  menu Portachiavi sul lato sinistro. Il tuo certificato VPN - stiamo utilizzando NordVPN in questo passaggio - apparirà. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul certificato e selezionare Ottieni informazioni .

Passaggio 4: in questo passaggio, ti consigliamo di scegliere Considera sempre attendibile  nell'elenco a discesa accanto a Quando si utilizza questo certificato . Una volta approvate le nuove modifiche, MacOS ti chiederà di inserire la password per salvare.

Passaggio 5: ti consigliamo di accedere alle Preferenze di Sistema  digitandolo nella ricerca Spotlight. In Preferenze di Sistema , seleziona l'  icona Rete .

Passaggio 6: fare clic sul segno + (più) in basso a sinistra per aggiungere una nuova connessione. Dovrai scegliere VPN  per l'interfaccia e selezionare IKEv2  per il tipo. Il nome del servizio può essere qualsiasi cosa desideri.

Tuttavia, dovresti nominarlo con una combinazione del nome del tuo provider VPN, numero di server e posizione per poter identificare rapidamente la connessione. Puoi fare riferimento al passaggio 7 nella guida di Windows per maggiori dettagli. Per questo passaggio, abbiamo scelto NordVPN USA 2093 perché ci siamo collegati al server 2093 di NordVPN, che si trova negli Stati Uniti. Fai clic su Crea al termine.

Passaggio 7: sarai in grado di inserire l'indirizzo del server e l'ID remoto. Puoi fare riferimento alla guida del tuo provider VPN per i dettagli: NordVPN pubblica un elenco dei suoi server. Per questo passaggio, inserisci us2093.nordvpn.com nei campi Indirizzo server e ID remoto. Lascia vuoto l'ID locale.

Passaggio 8: Successivamente, scegli l'opzione Impostazioni di autenticazione. Quando viene visualizzato il popup, scegli Nome utente per il tuo metodo e inserisci le tue informazioni di accesso. Quando fai clic su OK, il popup scompare. 

Facoltativamente, puoi selezionare Mostra stato VPN nella casella della barra dei menu e ti consigliamo di farlo per poter accedere rapidamente alla VPN. Fare clic su Applica. Apparirà un popup che ti chiederà di confermare le nuove modifiche. Fare di nuovo clic su Applica.

Passaggio 9: dopo aver stabilito la rete VPN, verrà visualizzata una nuova icona nella barra dei menu. Puoi fare clic su questa icona, selezionare Connetti VPN e iniziare a utilizzare la tua nuova rete privata virtuale. Tutto il tuo traffico Internet ora passerà attraverso questa rete.