WordPress vs Tumblr vs Blogger

wordpress vs tumblr blogger piattaforma di blogging copia immagine intestazioneDecidere di aprire un blog non è nemmeno vicino a metà della battaglia, ma è un passo nella giusta direzione. Un blog, abbreviazione di "registro Web", è un ottimo modo per condividere i tuoi interessi, hobby e cause con il mondo. Molti hanno persino usato i loro blog per avviare carriere a tutti gli effetti. Ma prima che tu possa goderti le glorie del blogging, devi fare una grande scelta: quale piattaforma di blogging utilizzerai? Sebbene esistano numerosi servizi di pubblicazione sul Web, non si può negare che WordPress, Tumblr e Blogger siano i tre più popolari data la loro ampia accettazione e la profonda integrazione sul Web. Inoltre, ogni blog è personalizzato per un utente e un pubblico diversi. Mentre WordPress è più adatto per gli utenti professionali che desiderano dotare il proprio blog di aggiornamenti e plug-in, Tumblr trova rapidamente le basi,post guidati dalla comunità di solito allineati con immagini. E Blogger si pone a metà strada tra i due con un puro livello di semplicità e un design facile da usare che chiunque può padroneggiare.

Di seguito è riportato un elenco di tre popolari piattaforme di blog. Ora, esploriamo i pro ei contro di ciascuno, vero? Inoltre, dai un'occhiata alle nostre migliori scelte per i migliori temi WordPress e i migliori siti di blog gratuiti, insieme alla nostra guida semplice su come avviare un blog.

WordPress (pacchetto premium gratuito o $ 99 all'anno)

Home page di Wordpress

WordPress offre due prodotti separati ma simili: WordPress.com e WordPress.org. La prima opzione fornisce hosting gratuito e offre agli utenti centinaia di temi personalizzabili, insieme a un'enorme quantità di plugin e widget che gli utenti possono aggiungere o rimuovere secondo necessità. Per soli $ 13 all'anno, gli utenti possono anche eseguire l'aggiornamento a un nome di dominio personalizzato se non vogliono ".wordpress.com" nell'URL. Tuttavia, sebbene le prime opzioni si basino sulla semplicità, la seconda fornisce un livello completamente nuovo di personalizzazione e controllo se gli utenti sono disposti a ospitare il proprio blog ed eseguire il lavoro amministrativo necessario per mantenere il dominio. In ogni caso, sia WordPress.com  cheWordPress.org è assolutamente gratuito e gli utenti possono persino optare per il pacchetto di aggiornamento da $ 99 se hanno bisogno di funzionalità aggiuntive. Non è robusto come i pacchetti business da $ 300 progettati per l'eCommerce, ma fornisce supporto e-mail e 13 GB di spazio di archiviazione mentre elimina gli annunci pubblicitari nel processo.

Come un vero e proprio sistema di gestione dei contenuti e piattaforma di blogging, WordPress è indiscutibilmente il più potente dei tre blog sopra menzionati. È perfetto per coloro che intendono espandere il proprio sito con più contributori con diversi livelli di accesso, come autori, editor e amministratori, ma è anche un po 'scoraggiante per molti utenti dato che il back-end di WordPress può essere piuttosto confuso a prima vista. Tuttavia, il sito è apprezzato anche da una comunità forte e competente e da una base di utenti, dato che quasi il 20% di tutti i siti Internet utilizza la piattaforma. Se gli utenti incontrano problemi o hanno una domanda specifica, la soluzione si trova spesso nei forum attivi e nei tutorial approfonditi del sito. È probabile che qualcuno abbia già posto la domanda, quindi trovare la soluzione appropriata è spesso facile.

Considerando che WordPress offre la massima libertà di crescere e sperimentare la personalizzazione, tuttavia, la piattaforma è generalmente l'ideale per i progetti più grandi e ambiziosi di quelli che i blogger alle prime armi normalmente intraprendono. Presenta anche un'app mobile gratuita compatibile con dispositivi Android, BlackBerry e iOS, che consente all'utente di pubblicare o modificare contenuti, gestire commenti ed esplorare altri blog WordPress in movimento.

Ideale  per : costruire un sito da zero, trasformare un hobby di blogging in un sito di e-commerce e coloro che cercano una solida personalizzazione tramite widget e plug-in.

Tumblr (gratuito o $ 19- $ 49 per temi premium)

Screenshot di Tumblr

Mentre WordPress è un potente motore turbo con ogni possibile widget, plugin e add-on che potresti immaginare, Tumblr è un semplice esercizio di elegante minimalismo. Descritta come una piattaforma di "micro-blogging", è più un sito di social media che un servizio di pubblicazione - pensa Twitter con un po 'più di parole - una piattaforma in cui gli utenti si sforzano di seguire altri blog, come i post e ottenere i propri post apprezzati o postati . La componente sociale pesante è l'ideale se è quello che gli utenti stanno cercando, ma per alcuni la piattaforma è un po 'troppo elegante e minimalista per il suo bene. Certo, la piattaforma offre una miriade di temi predefiniti progettati per una personalizzazione limitata se conosci la codifica HTML o CSS, ma Tumblr non offre il buffet di widget e plugin che WordPress fa. Tuttavia, Tumblr lo  faoffrono un'app mobile attraente per dispositivi Android, iOS e Windows, consentendo inoltre agli utenti di seguire i propri blog preferiti e pubblicare i propri contenuti mentre sono in movimento. Gli utenti possono anche acquistare uno dei tanti temi premium, con un costo compreso tra $ 9 e $ 49, garantendo così una maggiore personalizzazione e capacità amministrative rispetto alle loro controparti gratuite. Inoltre, i progettisti supportano anche i temi premium se gli utenti riscontrano problemi di implementazione o hanno domande.

A differenza di WordPress o Blogger, la più grande risorsa di Tumblr è senza dubbio la comunità di utenti che condividono contenuti tra loro. La maggior parte dei post del blog che vedrai su Tumblr sono "reblog", ovvero contenuti che un utente ha originariamente pubblicato e che un altro ha pubblicato di nuovo tramite un comodo pulsante "reblog". Detto contenuto può includere qualsiasi cosa, dalle citazioni amate alla musica più recente, ma la maggior parte dei post consiste in foto autoesplicative o meme Internet. A differenza della dashboard di WordPress, dove gli utenti possono visualizzare tutte le funzioni ei meccanismi amministrativi del loro sito, la dashboard di Tumblr è un feed continuo che include i loro post sul blog e quelli delle persone che seguono. Ancora una volta, è come Twitter, ma unito all'enfasi di Pinterest sull'imaging virale. Detto questo, la maggior parte dei post di Tumblr si crogiola in cose brevi e dolci, come un collegamento rapido a un articolo o una foto di didascalia,al posto di tesi di lungo corso. Se la tua preoccupazione principale è l'usabilità e vuoi che il tuo blog sia un catalogo di cose che trovi su Internet, Tumblr è un'ottima piattaforma. Se vuoi essere in grado di personalizzare completamente il tuo sito e hai intenzione di bloggare in modo approfondito su argomenti di interesse, cerca altrove. Ad ogni modo, provaci. A differenza di Yahoo, che ha pagato un miliardo di dollari per il sito, puoi aprire un blog su Tumblr gratuitamente.

Ideale per : pubblicare e aggiornare rapidamente i contenuti di altri (in particolare le immagini), seguire altri blogger e quelli con poca esperienza di blog.

Blogger (gratuito)

Blogger

Blogger è un buon mezzo tra Tumblr e WordPress, non troppo scarso ma nemmeno troppo carico. È anche il più vecchio dei tre, essendo stato lanciato nel 1999, e ha contribuito a rendere popolare il blogging come hobby e professione mainstream. Blogger è sinonimo di blogging stesso per molte ragioni data la sua storia. E poiché Google ha acquistato il servizio nel 2003, chiunque abbia un account Gmail possiede automaticamente un account Blogger per impostazione predefinita. Inoltre, tutti i blog di Blogger sono già integrati nel programma AdSense di Google, il che significa che gli utenti  potrebbero iniziare a rastrellare i soldi del blog con uno sforzo molto inferiore rispetto a WordPress o Tumblr.

Lo svantaggio principale di Blogger è che, poiché opera essenzialmente come non profit, manca di molti widget e plug-in desiderabili che adornano altre piattaforme. I temi gratuiti non sono nemmeno i più eleganti nella blogosfera, ma ci sono molti web designer a noleggio disponibili a creare un tema personalizzato con un piccolo incentivo economico. Tuttavia, Blogger fornisce una moltitudine di temi del sito e un designer di modelli drag-and-drop, oltre alla possibilità di aggiungere contenuti multimediali ai post e hosting gratuito con la possibilità di utilizzare un nome di dominio personalizzato. Inoltre, la piattaforma offre supporto per un massimo di 100 autori su un singolo blog e propone un'app mobile gratuita per la visualizzazione e la modifica di contenuti su dispositivi Android e iOS. Come Tumblr, gli strumenti e le opzioni di personalizzazione sono più orientati al blogger causale,quindi gli utenti dovranno guardare a WordPress per offerte più avanzate.

D'altra parte, Blogger è ottimo come una sorta di "servizio iniziale" per le persone che entrano nella scena dei blog, dato che gli utenti possono registrarsi quasi istantaneamente con poca fatica. Il layout della dashboard è semplice e facile da usare - godendo di una sensibilità "quello che vedi è quello che ottieni" - e iniziare un nuovo post è facile come fare clic su "New Post" nell'interfaccia principale. Gli utenti possono persino creare post in Microsoft Word o qualunque sia il loro elaboratore di testi preferito e incollare semplicemente il contenuto su Blogger senza problemi di formattazione.

Ideale per : personalizzazione semplice e principianti che cercano una via di mezzo tra WordPress e Tumblr.

Cosa ne pensate del nostro confronto diretto tra WordPress, Tumblr e Blogger? Quale piattaforma di blog preferisci e perché? Fateci sapere nei commenti qui sotto.