I migliori siti di blog gratuiti

intestazione dei migliori siti di blog gratuiti Dean Drobot / 123RF

Possiamo semplicemente ipotizzare quanto sbalorditivo stupore si verificherebbe se Johannes Gutenberg potesse essere testimone della portata sfrenata e della portata anche del più triste dei weblog. Sebbene la loro forma moderna non sia stata concettualizzata e implementata fino alla metà degli anni '90, le loro radici risalgono all'avvento rivoluzionario del web e ai conseguenti progressi tecnologici che seguirono. Oggi sembra che ci sia un weblog - noto anche come "blog" - che copre ogni argomento a cui puoi pensare.

Nonostante il fatto che "bloggare" sia diventata una parolaccia negli ambienti dei media professionali negli ultimi dieci anni, la maggior parte di Internet adotta ancora questa pratica. In quanto tale, il numero di piattaforme che si offrono di aiutare i creatori a creare e ospitare un luogo in cui pubblicare i propri contenuti per pochi soldi o per niente è aumentato esponenzialmente. Mentre prima c'erano una manciata di importanti creatori di blog, ora ci sono molte, molte opzioni.

Con il diluvio di contenuti, sia personali che professionali, che vengono pubblicati ogni giorno sul Web, i migliori servizi di blogging non solo offrono gli strumenti per ospitare i tuoi scritti, foto e video, ma ti aiutano a trovare un pubblico per loro. Non dovrebbe essere una sorpresa, in realtà, ma il principale fattore di distinzione tra un "blog" e un "social network" nell'era moderna è la quantità di controllo che hai su come appare. E quel divario si sta riducendo. Velocemente. Le funzionalità che una volta erano considerate importanti punti di forza, come analisi integrate e domini personalizzabili, ora sono praticamente standard.

Detto questo, di seguito sono riportati alcuni dei nostri servizi di blog preferiti. Per la maggior parte, stiamo raccomandando le migliori opzioni basate sull'equilibrio tra controllo preciso e portata sociale aumentata. Trattandosi di servizi di blogging, presumibilmente per uso personale o per mostrare il proprio lavoro professionale a livello individuale, tutto ciò che consigliamo è di facile utilizzo. Nessuna delle piattaforme richiede alcuna codifica.

medio

Medium è diventato il luogo in cui le persone vanno quando vogliono scrivere in modo approfondito su un argomento. Creata originariamente come una piattaforma relativamente minimalista per saggi, storie più lunghe e contenuti che generalmente non sarebbero stati dichiarati "bloggy", la piattaforma ha costantemente sviluppato la sua ricchezza di funzionalità in una piattaforma di pubblicazione espansiva.

La chiave del suo successo è la sua interfaccia priva di attriti. Basta premere il pulsante "scrivi una storia" nell'angolo in alto a destra, accedere tramite Twitter, Facebook o Google e iniziare a digitare. La piattaforma utilizza un sistema intuitivo in stile WYSIWYG per consentire agli utenti di aggiungere sottotitoli, interruzioni di riga, foto e video ovunque. Il CMS, ovvero il sistema di gestione dei contenuti, è semplicemente piacevole da scrivere.

Allo stesso modo, Medium offre un approccio fluido quando si tratta di pezzi di scrittura e di come vengono raccolti. Dopo aver finito di scrivere il tuo post, puoi pubblicarlo come pezzo unico o inviarlo a una pubblicazione. Oltre a pubblicare attraverso i tuoi canali, puoi inviare storie alle raccolte di altri utenti, molti dei quali accettano invii. Esistono anche sistemi editoriali per collaborare con altri scrittori all'interno della piattaforma, nonché strumenti per designare scrittori ed editori in modo che i proprietari di blog possano lavorare con amici (o estranei) mantenendo tutto il controllo che desiderano. La piattaforma offre anche impostazioni per i diritti di licenza incorporati, oltre alle impostazioni di pubblicazione standard, come la pianificazione, in modo che gli autori possano facilmente specificare ciò che gli altri utenti possono e non possono fare con il loro lavoro.

La comunità di Medium, tuttavia, potrebbe essere la sua caratteristica più allettante. I lettori e gli scrittori che utilizzano la piattaforma hanno un debole per cercare ed elevare la scrittura che amano (o odiano). Che si tratti di condividere una storia personale, una lettera aperta che risponde a qualcosa nelle notizie o un giornalismo originale, la piattaforma è riuscita a stabilire una cultura in cui i contributori non sono solo interessati a creare il proprio lavoro, ma a consumare il lavoro degli altri.

Di conseguenza, ora ci sono una manciata di media professionisti che lo usano come piattaforma di pubblicazione principale, comprese riviste di stampa come Pacific Standard e nuovi abiti come il successore di Grantland di Bill Simmons, The Ringer. La Casa Bianca lo utilizza anche per pubblicare versioni full-text dei più importanti discorsi pubblici del presidente.

C'è un leggero svantaggio di Medium, tuttavia. Sebbene la piattaforma offra la possibilità di creare e personalizzare gallerie fotografiche o aggiungere video, è decisamente una piattaforma basata sul testo (la maggior parte delle piattaforme di contenuti create per il "blogging" lo sono). I visual blogger non avranno problemi a condividere il loro lavoro tramite Medium, ma potrebbero non trovarlo così invitante se il loro lavoro manca di una parte scritta.

Il Web Android iOS

Tumblr

Tumblr, d'altra parte, è perfetto per i blog senza testo!

La casa condivisa di GIF e blog basati su meme è stata creata come una versione più leggera del tradizionale weblog e, come tale, non richiede esplicitamente testo. Ora, col passare del tempo e le caratteristiche distintive dei blog sono cambiate - in particolare, il fatto che ogni blog deve essere il proprio sito web - Tumblr sembra la cosa più vicina a uno standard moderno per i blog.

Per creare un post, fai clic su uno dei sette tipi di formattazione (testo, foto, citazione, collegamento, chat, audio o video) e inserisci il contenuto che desideri pubblicare. Non lasciare che il numero di opzioni ti spaventi, però. Un post di "testo" è semplicemente una pagina vuota standard, che puoi equipaggiare con immagini oltre che con testo. Sebbene la formattazione possa limitare le tue opzioni di progettazione su singoli post, scrivere e pubblicare un post di blog standard è semplice e veloce.

La bellezza di Tumblr è la sua natura casual. Non hai voglia di scrivere un lungo post oggi? Pubblica solo una foto. Non hai una foto originale che ti piace? Devi solo reblog di qualcun altro! Molti dei blog più popolari di Tumblr non producono alcun nuovo contenuto: compilano semplicemente contenuti interessanti.

Come Medium, anche Tumblr offre ai blogger una comunità integrata per qualunque argomento scelgano di scrivere. Se sei un appassionato di blog che scrive in modo approfondito su un argomento specifico, non importa quanto di nicchia o oscuro, c'è già una comunità di blogger e lettori su Tumblr a cui puoi unirti.

Mentre crei il tuo blog Tumblr personalizzabile, che funziona come una semplice casa basata sui feed per la tua scrittura, la maggior parte degli utenti Tumblr vedrà i tuoi contenuti attraverso i propri feed. Agiscono in modo molto simile al feed di notizie di Facebook, ma con immagini più grandi. I fan di ogni genere leggono feed basati su tag e sezioni speciali curate dallo staff di Tumblr, che, a loro volta, li portano a nuovi creatori come te.

Ovviamente, la piattaforma non è priva di problemi. Mentre Medium è una piattaforma incentrata principalmente sul testo, Tumblr è orientato più verso immagini e gif che su qualsiasi altra cosa. Sebbene i lettori facciano clic e leggeranno post di testo, gli scrittori potrebbero avere difficoltà a trovare un pubblico per la loro scrittura di lunga durata. Allo stesso modo, la natura della cultura della condivisione di Tumblr può anche essere problematica per i creatori che proteggono i loro contenuti. I post ribloggati rimanderanno al tuo post originale, ma purtroppo l'attribuzione può spesso perdersi nel mescolamento quando un post diventa virale.

Il Web Android iOS

Note di Facebook

Ok, faremo un suggerimento audace. Se non sei un professionista, non hai davvero bisogno di un blog per scrivere regolarmente online - almeno, non un blog separato con il proprio marchio e URL distinti. I lettori generalmente non cercano più contenuti, lasciano che arrivino a loro, incanalati attraverso i feed dei social media come Twitter e Facebook.

Quest'ultimo ha rivisto la sua piattaforma "note" nel 2015 e ha trasformato la caratteristica vestigiale in una piattaforma di blog leggera che risiede all'interno del social network. Offre una semplice interfaccia di scrittura, con formattazione standardizzata e personalizzabile. Ogni nota presenta un'immagine principale di grandi dimensioni, ma puoi aggiungerne altre più in basso nella pagina utilizzando un design basato sul contesto molto simile al CMS medio. Le note non offrono la stessa quantità di personalizzazione delle altre piattaforme, tuttavia, e non puoi incorporare un video in una nota. Tecnicamente, se crei una "pagina" professionale - che è separata dal tuo account personale - puoi accedere alle statistiche, anche se non sono così dettagliate come quelle che troverai su altri servizi.

Mentre la piattaforma utilizza meno opzioni di personalizzazione rispetto ad altri servizi di blog dedicati, c'è una cosa che Facebook ha su ogni altra piattaforma; il tuo pubblico personalizzato. Quando pubblichi una nota, vive come una pagina nativa su Facebook. Viene inviato ai tuoi amici, agli amici dei tuoi amici e a chiunque altro possa incontrarlo. Puoi rendere diversi post privati, semi-privati ​​o pubblici a piacimento.

Se vuoi solo scrivere regolarmente e avere un posto dove le persone che conosci possano trovare il tuo lavoro, posso pensare a posti molto peggiori.

Il Web Android iOS

Menzioni d'onore: Atavist (Web) e Adobe Spark (Web / iOS)

La piattaforma di pubblicazione di lunga durata Atavist non è fatta per i blog, di per sé, ma è un potente sistema di gestione dei contenuti per costruire una rivista digitale o pezzi di contenuti online su misura. Ad esempio, uno dei nostri scrittori l'ha usato per mettere insieme il suo portfolio di giornalismo post-laurea.

Gli utenti possono pubblicare gratuitamente storie individuali tramite il sito web Atavist, ma sarà necessario creare un account "Pro" ($ 8 al mese) per impostare il proprio dominio e personalizzare un logo. Un account premium sblocca anche un'utile funzionalità unica di Atavist, ovvero la possibilità di mettere i tuoi progetti dietro un paywall. La piattaforma prende un notevole 20% del profitto - o meno, se si paga una tariffa mensile più alta - ma rimane una delle uniche piattaforme esistenti che facilita gli scrittori che fanno pagare per il loro lavoro.

Allo stesso modo, Adobe ha recentemente rilasciato una nuova piattaforma per la creazione di pagine chiamata Spark, che offre un set simile di strumenti ma con un'enfasi sulla fotografia e sui progetti visivi. Oltre a un'app Web intuitiva basata su browser che funziona in modo simile ad Atavist, Adobe ha rinominato tre delle sue app mobili - Adobe Post, Slate e Voice - come strumenti per la creazione di contenuti per i progetti Spark. Da allora sono stati rinominati "Spark Post", "Spark Page" e "Spark Video". Tutti e tre alimentano la piattaforma, anche se i blogger potrebbero voler iniziare con Spark Page, che è specificamente orientato alla creazione di "storie web" ed è il più incentrato sul testo dei tre. Non è il tipico formato del blog, ma è un posto dove scaricare le tue riflessioni e farlo sembrare carino.

Se vuoi che il tuo blog risieda sul tuo sito web ...

Sebbene il Web moderno abbia reso possibile (e spesso preferibile) creare una casa per i tuoi contenuti senza creare un sito Web completamente nuovo, è del tutto comprensibile se desideri creare un sito tutto tuo. Se il tuo blog è semplicemente una parte di un piano più ampio per una pagina di destinazione personale, o semplicemente ti senti più a tuo agio a lavorare nel tuo spazio, queste potrebbero essere le tue migliori opzioni per creare rapidamente un bel sito web da zero.

Quell'indipendenza ha un prezzo, però. Sebbene alcune delle nostre scelte offrano un'opzione gratuita, i blogger che intendono creare i propri siti dovrebbero generalmente prepararsi a pagare una quota mensile o annuale. I siti che offrono hosting gratuito spesso costringono gli utenti a visualizzare annunci per il privilegio, pur trattenendo funzionalità utili.

WordPress

Secondo uno studio del 2015 di 3Tech, oltre il 25% dei siti Web attivi è stato creato utilizzando WordPress. Il sistema di gestione dei contenuti open source rimane una delle piattaforme di blog più capaci mai costruite. Mentre servizi come Tumblr possono riflettere meglio la sensibilità del moderno consumatore di contenuti online, che condivide e consuma i media in modo intercambiabile, WordPress offre molto più controllo. L'ampio backend della piattaforma ti consente di personalizzare ogni aspetto del tuo sito.

Anche la creazione di un blog ospitato tramite WordPress.com è semplice e diretta, sia che tu scelga un tema premium elaborato o scegli una delle centinaia di offerte freemium. L'aggiunta di elementi aggiuntivi, come uno strumento di archiviazione, è facile come trascinare il componente disponibile in una barra laterale accoppiata.

Nonostante la ripida curva di apprendimento associata ad alcune delle funzionalità di personalizzazione più avanzate della piattaforma, la pubblicazione è di gran lunga l'attività più semplice da utilizzare sulla piattaforma. Come Tumblr e Blogger, gli utenti devono fare poco più che inserire un titolo, aggiungere il loro contenuto e premere "pubblica". E sebbene non sia così attivo o pronunciato come Medium e Tumblr, WordPress ha un social network interno stratificato all'interno del sistema, che può spingere gli altri blogger sul tuo sito.

WordPress è senza dubbio il re quando si tratta di pura personalizzazione e livelli avanzati di controllo. La ripida curva di apprendimento della piattaforma è tuttavia scoraggiante e può richiedere molto tempo per padroneggiarla. Tuttavia, gli utenti possono essenzialmente fare in modo che il sito appaia ed esegua come desiderano con un po 'di ingegnosità, uno sguardo approfondito ai diversi tutorial online e un po' di aiuto dalla sua comunità di utenti attivi. Se Digital Trends funziona sulla piattaforma, perché non dovresti?

Il Web Android iOS

Weebly

Original text


Weebly è un'altra opzione di creazione di siti Web che offre un framework flessibile e un ampio appeal attraverso una serie di opzioni di personalizzazione semplici ma robuste. Sia il CMS di blogging che la personalizzazione del back-end utilizzano la semplice interfaccia drag-and-drop della piattaforma e presentano un'ampia gamma di opzioni di modelli e l'accesso a un editor HTML e CSS in bundle. WordPress potrebbe offrire più profondità, ma Weebly si sente un po 'più facile da gestire se sei nuovo nel mondo del web design e dei sistemi di gestione dei contenuti.

Come WordPress, un account freemium è dotato di una gamma limitata di funzionalità, insieme al marchio Weebly. Sarebbe saggio, per lo meno, creare un account iniziale, che costa $ 8 al mese.

Il Web Android iOS

Squarespace

Il famigerato podcast del comico Marc Maron, WTF , utilizza Squarespace.

In poche parole, Squarespace è orgoglioso di offrire modelli di siti Web eleganti e versatili che rendono i siti Web dall'aspetto professionale alla portata di privati ​​e piccole imprese. La piattaforma beneficia anche di un sistema di costruzione modulare che semplifica la creazione di un sito esteticamente gradevole, che va ben oltre ciò che ci si aspetterebbe di ottenere senza alcuna competenza CSS o di codifica.

Sebbene molte delle funzionalità e dei modelli di Squarespace siano personalizzati per adattarsi ai siti di e-commerce, la piattaforma offre solide opzioni per i blog individuali e di gruppo. Il servizio offre anche widget che consentono di implementare qualsiasi cosa, dai feed RSS e Twitter in tempo reale alle utilità di ricerca e ai moduli di contatto.

L'importazione e la semplice sincronizzazione con servizi cloud come Dropbox sono anche aggiunte benvenute per i blogger veterani che desiderano passare da WordPress, Blogger o Tumblr. Un sito web con un blog ti costerà $ 12 al mese, ma puoi iniziare a costruire il tuo sito e giocare con gli strumenti prima di impegnarti se opti per una prova gratuita.

Il Web Android iOS