Come spostare Windows 10 su un SSD

Il passaggio a un SSD è l'ideale se si desidera un'unità stabile che sarà più veloce, più efficiente dal punto di vista energetico e più leggera. Stai cercando di aggiornare il tuo disco rigido a quel tanto atteso SSD o unità ibrida? Dovrai spostare il tuo sistema operativo (e tutti i dati in esso contenuti) sulla nuova unità. Windows 10 non lo rende facile, ma le istruzioni seguenti semplificano il più possibile la clonazione e lo scambio dell'installazione di Windows 10 su un nuovo disco rigido.

Ulteriore lettura

  • Come reinstallare Windows 10
  • SSD vs HDD
  • I migliori dischi rigidi esterni

Va notato che questa guida è per le persone che cambiano solo unità. Tuttavia, questo metodo potrebbe funzionare se stai costruendo un nuovo rig o cambiando computer, a seconda della tua configurazione. Quasi certamente non funzionerà con nessun tipo di progetto di virtualizzazione, anche se puoi trovare quei servizi se sei disposto a pagarli.

Passaggio 1: prepara il sistema

Prima di copiare e spostare qualsiasi cosa, è essenziale assicurarsi di pulire i file per rendere la transizione il più rapida e indolore possibile. Per fortuna, Windows viene fornito con il suo strumento di pulizia proprietario, che dovresti usare prima di andare avanti.

Basta cercare Pulizia disco nella barra di ricerca di Windows e fare clic sul rispettivo collegamento che appare.

Pulizia disco di Windows 10

Una volta aperto, dovresti vedere una casella con un elenco di tipi di file, che ti consente di controllare i file che desideri eliminare. In questo caso, assicurati di rivedere i tipi di file poiché ci sono molti tipi di dati che non ti servono (file temporanei, vari dati del Cestino, ecc.). È sempre una buona idea ricontrollare le opzioni disponibili, nel caso ci sia qualcosa che desideri mantenere.

Fare clic su Pulisci file di sistema nella parte inferiore della finestra. In questo modo vengono aggiunti alcuni altri tipi di file che potresti voler eliminare, come le installazioni precedenti di Windows, che possono essere abbastanza considerevoli, soprattutto se fai parte del programma Windows Insider di Windows 10. Va notato che quando lo strumento Pulitura disco passa a includere i tipi di file di sistema, ripristina tutte le modifiche apportate all'elenco dei tipi di file nel passaggio 2.

Seleziona OK per avviare lo strumento Pulizia disco e spazzare via il gunk dal sistema. Anche con diversi GB di dati, il processo non dovrebbe richiedere troppo tempo.

Passaggio 2: installa uno strumento di migrazione

EaseUS Todo

Windows 10 non offre un metodo semplice per la clonazione e lo scambio del sistema operativo su un nuovo disco rigido. La buona notizia è che ci sono molte app che ti consentono di fare esattamente questo. Si tratta di solito di programmi di backup che includono anche significative funzioni di clonazione progettate specificamente per spostare Windows 10 da un vecchio disco rigido a un SSD (o migrazioni simili). Ce ne sono alcuni tra cui scegliere, ma di seguito sono riportate diverse opzioni gratuite che consigliamo.

  • EaseUS Todo Backup Free 12.5 : il nome lungo nasconde uno strumento di backup ben mantenuto, uno che vanta un'interfaccia molto amichevole sia per gli utenti esperti di Windows che per i nuovi arrivati.
  • EaseUS Partition Master Professional 14.5 : Uno strumento più professionale con migliori capacità di gestione dei dati, Partition Master è per coloro che sanno cosa stanno facendo e desiderano un maggiore controllo sul processo di migrazione. Assicurati di optare per la versione di prova gratuita, tuttavia, che dovrebbe essere sufficiente per completare il tuo trasferimento.
  • AOMEI Backupper Standard 5.9 : una soluzione di backup a lungo termine con un'interfaccia vivace, questa app è una scelta eccellente se ti piace l'idea di utilizzare strumenti di backup e clonazione per progetti futuri ma non hai alcuna soluzione attuale.

Dopo aver scaricato lo strumento di backup, questo è un ottimo momento per eseguire il backup dei dati nel caso in cui qualcosa vada storto. Apri il tuo strumento e guarda il menu principale. Tutti gli strumenti sopra hanno una barra laterale e un menu superiore con opzioni che includono Backup o Strumento di backup . Scegli l'opzione appropriata (di nuovo, il testo può variare) e seleziona dove desideri eseguire il backup dei file. Quindi prenditi il ​​tempo necessario per completare il processo prima di passare alla procedura di migrazione.

Probabilmente non dobbiamo dirlo, ma non dovresti eseguire il backup dei dati sul disco rigido che stai utilizzando per la migrazione. Utilizza un disco rigido esterno separato o specifica un servizio di backup su cloud.

Passaggio 3: scegli l'unità di destinazione

Backupper Clonazione

Collega il tuo nuovo disco rigido, o il vecchio disco rigido, a seconda di come e stai migrando, al tuo computer. Hai una varietà di opzioni per collegare un nuovo disco rigido interno, ma il più comune è SATA. I cavi SATA sono piatti, spesso rossi, e i connettori hanno una curva a forma di L a un'estremità. Trova uno slot libero sulla tua scheda madre per collegare l'unità e un cavo di alimentazione di riserva proveniente dall'alimentatore, e dovresti essere attivo e funzionante. Se sei perplesso o confuso, consulta la nostra guida completa all'installazione di un disco rigido SATA. Un SSD esterno, d'altra parte, utilizzerà in genere una connessione USB o un'altra opzione più semplice.

Apri l'applicazione di backup scelta. Nel menu principale, cerca l'opzione che dice Migrate OS to SSD / HDD , Clone , o semplicemente Migrate . È quello che vuoi.

Dovrebbe aprirsi una nuova finestra e il programma rileverà le unità collegate al computer e richiederà un'unità di destinazione. Assicurati di scegliere il tuo nuovo SSD o un'altra unità come destinazione e assicurati che l'unità di destinazione abbia spazio sufficiente. Questa finestra dovrebbe anche fornire informazioni utili sui dati in ciascuna unità: l'esempio seguente è di EaseUS Partition Manager, quello sopra è di Backupper di AOMEI.

EaseUS Partition Master

Passaggio 4: modifica le dimensioni della partizione

Questi strumenti di backup in genere offrono opzioni per personalizzare le partizioni. È possibile eliminare le partizioni sull'unità di destinazione se è stata utilizzata in precedenza o è stata configurata per funzionare con un dispositivo diverso. Se non sei sicuro, è una buona idea eliminare le partizioni, solo per stare al sicuro.

Personalizzazione della partizione Backupper

Avrai anche la possibilità di scegliere come vengono dimensionate le partizioni quando migrano. Puoi decidere di fare una copia senza ridimensionare le partizioni, ma questa di solito è una scelta sbagliata che non sfrutta lo strumento. Seleziona invece l'opzione per adattare e ottimizzare le partizioni sulla nuova unità. Ottimizza , ridimensiona e comandi simili sono ciò che desideri utilizzare.

La procedura guidata di clonazione del programma ora subentrerà. Dai un'occhiata alle tue unità e avvia il processo di migrazione. Conferma di voler procedere e il software ti avviserà quando avrà finito. Il processo di clonazione può richiedere del tempo; è una buona idea assicurarsi che i cavi di alimentazione siano collegati e che i dischi rigidi più vecchi abbiano molto spazio per "respirare", in modo che non si surriscaldino.

Una volta completata la migrazione, riavvia il computer e controlla se tutto funziona. Il tuo strumento dovrebbe chiederti di farlo, oppure puoi scegliere di riavviare il PC dopo che il processo di migrazione è stato completato automaticamente. Quindi, puoi eliminare lo strumento di backup o tenerlo in giro per una maggiore gestione dei dati.