Esclusivo: Inside Anon +, il primo social network anonimo al mondo

social networking

All'inizio di questa settimana, Google ha vietato le pagine relative al gruppo di hacker malfamato Anonymous dal suo nuovo social network, Google+. Stufo dell'apparente censura, un gruppo di hacker, programmatori e altri attivisti clandestini digitali che la pensano allo stesso modo ha deciso di prendere in mano il regno del social networking creando il primo social network anonimo al mondo.

Ancora agli inizi (versione 0.8 alpha, per l'esattezza), la nuova rete è attualmente chiamata Anon +, ma quel nome cambierà presto, secondo "Higochoa," un hacker autoproclamato, sviluppatore web e programmatore di computer di Galveston, Texas , che sta guidando un team principale di 12-15 altri sviluppatori, oltre a specialisti freelance, per creare Anon +. Abbiamo avuto la possibilità di parlare con Higochoa tramite chat IRC e ci ha fornito le informazioni su ciò che il team spera che Anon + diventerà.

Contrariamente a molti dei rapporti su Anon +, il progetto non è stato costruito da membri di Anonymous, ha detto Higochoa durante la nostra intervista, almeno non in veste ufficiale. Il team di Anon + dev ha legami con Anonymous, ma hanno preso le distanze dal gruppo perché "venivano attaccati da coloro a cui non piace Anonymous", ha detto Higochoa. La troupe di Anon + ha anche voluto differenziarsi da alcune connotazioni negative associate al famigerato collettivo hactivist.

"Semplicemente non volevamo che tutti pensassero che siamo un gruppo di hacker che cercano di cambiare il mondo", ha detto. "Lo faremo davvero."

Il principio guida dietro Anon + è quello di dare "alle persone ciò che la maggior parte delle aziende ha portato via, e questo è il controllo", ha detto Higochoa. "[Anon +] consentirà alle persone di essere istruite liberamente e consentirà loro di esprimere la propria opinione senza temere alcuna org o governo."

Come i social network tradizionali, Anon + consentirà agli utenti di creare profili, aggiungere amici e comunicare tra loro. Higochoa afferma che gli utenti avranno il controllo totale sulle loro "cerchie" di amici (anche se è improbabile che utilizzino ufficialmente la parola "circoli", poiché Google+ ha già cooptato quella parola). Come Facebook, solo le persone nelle cerchie di un utente saranno in grado di visualizzare i loro post e altre attività sulla rete.

Higochoa afferma che è probabile che Anon + attiri molti hacker e membri di Anonymous "a causa della tecnologia e di ciò che fornisce", ma stabilisce che il servizio è destinato a un "vasto pubblico" - chiunque potrà partecipare.

Una delle principali differenze rispetto ai social network tradizionali, ovviamente, è che Anon + sarà completamente anonimo; i membri non useranno i loro veri nomi, una pratica vietata sia su Facebook che su Google+ per motivi legali.

"È anche sicuro e senza un server centrale, quindi non può essere arrestato una volta avviato", afferma Higochoa. Ciò garantisce “che il controllo rimanga nelle mani delle persone. Già solo questo è abbastanza diverso dagli altri social network ".

La mancanza di un server centrale significa che gli utenti di Anon + dovranno scaricare un'applicazione per utilizzare la rete, che sarà almeno in parte basata su tecnologia peer-to-peer. Questo tipo di sistema fungerà da meccanismo di sicurezza chiave per la rete.

Anon + sarà anche diverso dai social network tradizionali - e persino da altri forum anonimi, come 4Chan.org - perché gli utenti avranno un maggiore controllo sulle discussioni sui loro post sulla rete, afferma Higochoa. Cose come l'eliminazione dei commenti sono sul tavolo, così come la possibilità di avere thread di conversazione "paralleli" sullo stesso argomento. Ciò consentirà agli utenti di "andare in tangente con un ragazzo mentre continuano la conversazione con un altro, senza preoccuparsi che qualcun altro interferisca", dice.

L'obiettivo di Anon +, afferma Higochoa, è fornire a un utente "gli strumenti per far sentire la sua voce al di sopra delle masse". Higochoa ha rifiutato di entrare nei dettagli su quali sarebbero esattamente quegli strumenti, ma afferma che la struttura e le funzionalità integrate di Anon + renderanno possibile tale potenziamento: gli utenti avranno "gli stessi strumenti dei grandi".

Oltre a consentire l'attivismo online, Higochoa afferma che il team prevede di costruire Anon + in un modo che consentirà agli utenti di organizzare più facilmente proteste offline, senza il rischio della censura aziendale che Anonymous e altri gruppi politici dissidenti hanno sperimentato su altre reti.

Anon + includerà probabilmente funzionalità di chat video "simile a Skype" e altre funzionalità di comunicazione in tempo reale, afferma Higochoa. La rete incorporerà anche modi per consentire agli utenti di trasferire denaro in modo anonimo tra loro, anche se Higochoa ha affermato che il sistema è lungi dall'essere completo e non poteva dire se sarebbe basato sulla valuta tradizionale (come i dollari) o su qualcosa di più simile a Bitcoin.

Inoltre, Higochoa afferma che l'equipaggio di Anon + spera di creare una sorta di università online, che incorporerà "l'insegnamento interattivo" e darà agli insegnanti la possibilità di "raggiungere gli studenti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, su qualsiasi argomento", afferma.

Alla domanda se gli utenti di Anon + si preparassero a essere presi di mira dalle forze dell'ordine - solo ieri, 16 presunti membri di Anonymous sono stati arrestati negli Stati Uniti - Higochoa afferma che gli account saranno essenzialmente non hackerabili, rendendo impossibile per le autorità per rivelare la vera identità di un utente.

"La [tua] cerchia di amici non sarà solo gli unici a vedere i tuoi post, ma gli unici che gestiranno i tuoi dati, quindi non c'è un posto in cui essere hackerati", afferma Higochoa. "Se il tuo account Anon + è stato violato, sei stato tu o uno dei tuoi amici."

Ovviamente, il team ha ancora molto lavoro da fare prima che Anon + sia pronto per iniziare a sfidare gli utenti. Higochoa afferma che il rilascio ufficiale sarà "il prima possibile", ma non è stato in grado di fornire una data di lancio esatta. Ovviamente, l'intero progetto potrebbe fallire in qualsiasi momento: costruire un social network da zero non è facile. Inoltre, il team di Anon + ha abbastanza nemici da tenerli sulle spine.

Ci sono "persone che vogliono fermarci", dice Higochoa. “Finché saranno lì, avremo problemi. Ma a parte questo, non ce ne sono ".