Facebook dice "Il futuro è privato", ma cosa significa?

Mark Zuckerberg di Facebook |  Il futuro è privato Amy Osborne / Getty Images

"Il futuro è privato", ha dichiarato il CEO di Facebook Mark Zuckerberg sul palco di Facebook F8 2019, la conferenza annuale degli sviluppatori dell'azienda. Solo un problema: il track record di Facebook quando si tratta di privacy non è solo irregolare, è terribile , e come tale l'azienda ha una lunga strada da percorrere prima di poter riconquistare la fiducia del pubblico e di chi è attento alla privacy.

La spinta alla privacy di Facebook è uno sforzo a più livelli ed è improbabile che si manifesti dall'oggi al domani. Non solo, ma l'enfasi di Facebook sulla privacy non sarà solo sul sito principale di Facebook, ma dovrà anche essere su Facebook Messenger, Instagram, Oculus e WhatsApp.

In altre parole, Facebook non solo dovrà rendere la tua navigazione un po 'più privata, ma dovrà anche rendere i tuoi messaggi più privati ​​- e per complicare ulteriormente la questione, la società sta già cercando di rendere interoperabili i suoi servizi di messaggistica .

Al suo keynote F8 2019, Zuckerberg ha dettagliato sei pilastri fondamentali di come sarà il nuovo Facebook incentrato sulla privacy.

Interazioni private

Le prime sono le interazioni private. Sono finiti i giorni in cui Facebook voleva che tu mettessi in mostra tutto ciò che riguarda la tua vita in pubblico - al giorno d'oggi, un Facebook più maturo riconosce che a volte, vuoi solo mantenere private alcune delle tue interazioni con amici e familiari, e non dovresti averlo voler condividere tutto pubblicamente. In altre parole, secondo il "nuovo Facebook", gli utenti dovrebbero avere il controllo sulla possibilità di condividere qualcosa con una o poche persone, in privato e senza occhi indiscreti. E le interazioni private sfociano un po 'nella crittografia: dopo tutto, la crittografia è in parte il modo in cui le interazioni dell'utente rimarranno private.

Allora cosa significa per te? Bene, si spera che gran parte della garanzia che un'interazione sia privata avverrà dietro le quinte, ma se non altro significa che puoi avere la certezza che Facebook non sta intercettando le tue conversazioni.

Crittografia

È comune sentire parlare di "crittografia end-to-end" quando si tratta di messaggistica, e uno dei prodotti di Facebook - WhatsApp - lo offre già. Ma WhatsApp non è l'unico servizio di messaggistica di Facebook e se Facebook vuole assicurarsi di poter inviare messaggi a chiunque attraverso qualsiasi app, sarà importante aggiungere la crittografia end-to-end a Facebook Messenger e Instagram Direct. Facebook ha affermato che renderà la messaggistica in Messenger crittografata end-to-end, anche se non è chiaro esattamente quando accadrà.

Naturalmente, sarà importante anche crittografare la tua attività altrove sui prodotti Facebook. Anche le informazioni come le pagine web che stai visitando, i dati sulla tua posizione quando utilizzi Facebook e così via dovrebbero essere crittografate.

Ma cosa consentirà la crittografia? Bene, essenzialmente assicurerà che nessuno possa vedere le attività che vuoi mantenere private, tranne te, e questo dovrebbe includere Facebook. In questo momento, tuttavia, Facebook può vedere tutto ciò che fai all'interno dei servizi di Facebook, ma in un ecosistema veramente crittografato potrebbe non essere più così.

La crittografia è davvero l'unico modo per garantire che gli utenti non debbano preoccuparsi che i loro messaggi e altri dati vengano spiati da Facebook o da altre terze parti.

Permanenza ridotta

Snapchat ha aperto la strada alla messaggistica effimera, quindi Facebook ha preso quel concetto e lo ha seguito. Ma sembra che la società potrebbe espandere ulteriormente il concetto in futuro. L'idea qui è che Facebook vuole che gli utenti siano in grado di essere se stessi online ora, senza doversi preoccupare delle decisioni che prendono online che tornano a mordere in futuro.

Per l'utente finale, ciò potrebbe assumere alcune forme. Facebook non solo potrebbe espandere il concetto di contenuto che scompare automaticamente dopo un certo periodo di tempo, ma potrebbe anche rendere più semplice la rimozione di contenuti se e quando un utente lo desidera. Lo stesso Facebook osserva che l'idea di una minore permanenza include il non conservare i messaggi o le storie più a lungo di quanto necessario per fornire il contenuto al destinatario.

Sicurezza

Sarebbe difficile descrivere Internet come un luogo veramente "sicuro", soprattutto per i bambini e le persone vulnerabili. Non solo, ma può essere difficile immaginare cosa renderebbe Internet sicuro. Dopo tutto, l'aggiunta della crittografia e la riduzione della permanenza dei dati sono passaggi molto più chiari e concreti che Facebook può intraprendere, ma semplicemente "rendere Facebook sicuro" è un po 'vago.

Tuttavia, ci sono alcune cose ovvie che Facebook potrebbe fare. Per cominciare, l'azienda potrebbe mirare a ridurre il bullismo online, aggiungendo strumenti per gli utenti per impedire alle persone di prenderli di mira online o essere in grado di continuare a prenderli di mira online. Parte del rendere Facebook un po 'più sicuro potrebbe essere correlato alla ridotta permanenza dei contenuti.

Ci sono evidenti vantaggi sia per l'utente finale che per Facebook quando si tratta di garantire la sicurezza dell'ecosistema Facebook. Dopotutto, se le persone si sentono al sicuro sulla piattaforma di Facebook, è più probabile che tornino su Facebook più spesso e si divertano a usarlo quando lo fanno. Questo va bene per i profitti di Facebook.

Interoperabilità

Mark Zuckerberg ha fatto scalpore all'inizio dell'anno quando ha descritto un mondo in cui è possibile inviare messaggi a qualcuno su Facebook Messenger e loro potrebbero ricevere quel messaggio su Instagram, ma questo sembra essere un mondo in cui un giorno vivremo. Facebook vuole legare insieme tutti i suoi prodotti e gran parte di ciò è garantire che i suoi servizi di messaggistica funzionino bene insieme. Dopotutto, se hai un account Facebook, pubblichi foto su Instagram e invii messaggi agli amici su WhatsApp, allora hai non meno di tre piattaforme di messaggistica, anche se non le usi tutte per la messaggistica. Se, tuttavia, li usi tutti per la messaggistica, le cose sono ancora più complicate e potresti spesso trovarti a dover passare da un'app all'altra a seconda della persona con cui stai messaggiando.

Il piano di interoperabilità di Facebook è stato finora un po 'vago, quindi dovremo aspettare e vedere esattamente come andrà a finire.

Archiviazione sicura dei dati

Dischi rigidi all'interno del data center di Luleå di Facebook in Svezia

Anche i dati crittografati possono essere violati, ma l'obiettivo è garantire che i dati stessi siano fisicamente il più sicuri possibile - e per Facebook, ciò potrebbe significare stare molto attenti a dove memorizza tutto. Ad esempio, Facebook potrebbe non voler archiviare dati in paesi in cui le politiche sui diritti umani non sono così forti o in cui la libertà di parola non è un diritto, riducendo la probabilità che i dati vengano consultati e utilizzati in modo improprio.

Naturalmente, questo potrebbe essere un po 'più difficile di quanto sembri. Dopotutto, mentre alcuni paesi hanno ovviamente un track record chiaramente irregolare con i diritti umani, come giudica molti altri? Non solo, ma i paesi cambiano continuamente politiche e governi: questo influenzerà dove Facebook apre o gestisce i data center?

Domande senza risposta

I sei principi fondamentali di Facebook per il futuro possono sembrare tutti buoni, ma c'è ancora molto che non sappiamo sul futuro dell'azienda. Per i principianti, Facebook non ha delineato alcuna modifica al modo in cui raccoglie i dati degli utenti e il fatto che Facebook sia un'azienda costruita sulla pubblicità significa che avrà sempre interesse a raccogliere informazioni su di te. Detto questo, si spera che la società possa trovare alcuni modi per limitare quei dati e magari automatizzare completamente il processo per limitarne l'accesso ai dati e per garantire che i dati non vengano condivisi con altri.

Solo il tempo dirà se Facebook può davvero reinventarsi, e anche se lo farà, non c'è alcuna garanzia che diventerà un Facebook che le persone vogliono usare di più. Tuttavia, Facebook deve fare  qualcosa : uno studio recente ha evidenziato che il numero di utenti Facebook morti potrebbe presto superare i vivi, e se Facebook non fa nulla, è improbabile che cambi presto.