Glitch di Facebook salvato accidentalmente video webcam scartati

Gli utenti di Facebook in gran numero stanno scaricando i dati che la piattaforma ha su di loro dopo le rivelazioni di Cambridge Analytica e il controllo aggiuntivo ha rivelato che la società tiene traccia anche di messaggi di testo e chiamate sui telefoni Android. E ora, i rapporti indicano che i video "bozza" non pubblicati sono stati salvati sulla piattaforma.

Dopo che Select All del New York Magazine ha riferito la scorsa settimana che un utente aveva trovato video registrati su Facebook ma mai pubblicati all'interno dei dati, Facebook si è scusato. L'azienda dice che un bug ha salvato quei file video e che sta eliminando quei vecchi file di bozza dai dati.

La scorsa settimana, un utente ha trovato "take" o diversi file video che aveva registrato direttamente con Facebook, utilizzando una webcam. Solo la versione finale è stata pubblicata sulla piattaforma, ma durante il download dei dati utente, nei file sono stati visualizzati anche quei video inediti.

A differenza del vago opt-in che ha permesso a Facebook di tenere traccia di messaggi di testo e chiamate dopo che gli utenti hanno consentito all'applicazione di accedere ai propri contatti, Facebook afferma che l'ultimo fiasco sulla privacy è un bug tecnico. Spinta dalla storia originale del New York Magazine, la società ha avviato un'indagine. "Abbiamo scoperto un bug che impediva l'eliminazione delle bozze di video", ha detto alla rivista un rappresentante di Facebook. "Li stiamo eliminando e ci scusiamo per l'inconveniente."

Come le impostazioni che consentivano all'app thisisyourdigitallife di accedere ai dati degli amici senza il loro permesso, la bozza del bug video proviene da una funzionalità che è già stata rimossa dalla piattaforma social. Facebook Live ha ora sostituito i video della webcam dei giorni più giovani della rete e, naturalmente, con il video in diretta non ci sono secondi e terzi ciak.

In una recente intervista con Vox, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha suggerito che la società è stata lenta a investire nella sicurezza all'inizio, ma che ora la società si concentra molto più sui modi in cui la piattaforma può essere abusata. “Quando abbiamo iniziato”, ha detto, “abbiamo pensato a quanto sarebbe stato bello se le persone potessero connettersi, se tutti avessero una voce. Francamente, non abbiamo trascorso abbastanza tempo a investire o riflettere su alcuni degli usi negativi degli strumenti. Quindi per i primi 10 anni dell'azienda, tutti erano concentrati solo sul positivo. Penso che ora le persone siano adeguatamente concentrate su alcuni dei rischi e anche sugli aspetti negativi. "

Zuckerberg, nell'intervista che ha trattato anche argomenti come fake news e bot, ha suggerito che lavorare per combattere i diversi tipi di abuso sulla piattaforma richiederà un po 'di tempo - "Penso che scaveremo attraverso questo buco, ma ci vorranno alcuni anni ", ha detto.